UNA CARTA DEI VINI “DIVERTENTE”
Incontro con Andrea Fenoglio – audio

February 28th, 2011

Sfogliando la carta dei vini del Ristorante Sissi con Andrea Fenoglio... - Copyright: Francesca GregoriLo scorso novembre 2010, in occasione di Merano WineFestivalWineBlog ha incontrato Andrea Fenoglio, chef e titolare del Ristorante Sissi a Merano.

E’ stato un incontro-intervista di quelli che ti rimangono nell’animo, per la schiettezza con cui Andrea si è raccontato e ha raccontato il suo modo di fare ed interpretare l’alta cucina: un incontro che vogliamo proporvi in audio così come è nato, nella forma di una spontanea chiacchierata.

Cominciamo il racconto di questo incontro dalla carta dei vini del ristorante Sissi, che Andrea Fenoglio definisce una carta “divertente” – composta tenendo sempre presente l’equilibrio con il prezzo, e la possibilità per il cliente di sentirsi libero di ordinare una seconda bottiglia e tenere alta l’atmosfera della cena:

Una carta dei vini “divertente” >

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Abbiamo poi sfogliato la carta dei vini insieme ad Andrea: da Arunda in avanti, divertitevi a scoprire pagina per pagina quali sono i nomi commentati da Fenoglio!..

Un vino per pagina… >

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Intervista di Andrea Bianchi – Foto di Francesca Gregori
Prima parte – continua…

[nggallery id=21]

GRADITO L’ABITO BIANCO
L’eccellenza del Friuli a Venezia

February 25th, 2011

Gradito l'abito biancoDopo il successo ottenuto nel 2010 con “ Gradito l’Abito Rosso”, l’evento con il quale 54 aziende di prestigio del Friuli Venezia Giulia hanno affascinato con i loro vini rossi gli oltre mille visitatori, la delegazione F.I.S.A.R “Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori” di Venezia in collaborazione con Vinoè Comunicazione vuole dedicare anche quest’anno un omaggio ai grandi vini friulani e giuliani.

GRADITO L’ABITO BIANCO” avrà luogo Domenica 13 Marzo nel cuore della città, ancora una volta nelle sontuose sale dell’ Hotel Monaco & Grand Canal in Calle Vallaresso nei pressi di San Marco. Il pubblico avrà occasione di assaggiare le eccellenze enologiche di 65 aziende friulane e giuliane alla presenza diretta dei Produttori e godrà delle specialità gastronomiche proposte ai partecipanti durante tutta la giornata.

Il binomio “Friuli Venezia Giulia, terra di grandi vini bianchi”, è un dato assodato e riconosciuto dal mondo degli appassionati e dei consumatori di vino. I calici di Friulano, Sauvignon, Chardonnay, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Ribolla Gialla, Riesling Renano, Müller Turghau, Vitovska, Verduzzo Friulano, Traminer aromatico, Picolit, insieme agli ormai più che ”storici” assemblaggi bianchi lasciano il segno in chi li beve e rivelano spesso un appeal discreto e sottile, ricercato ed apprezzato profondamente tanto dall’esperto quanto dal comune consumatore.

I partecipanti all’evento avranno l’opportunità di iscriversi ad imperdibili degustazioni guidate organizzati dalla Donna del Vino FVG e docente F.I.S.A.R Aurora Endrici e da Paolo Ianna, degustatore della Guida ViniBuoni d’Italia Touring Club.

Il contributo a persona per l’ingresso all’evento sarà di dieci euro, che consentirà l’accesso a tutti gli assaggi di vino e specialità gastronomiche.

Scarica qui l’elenco delle aziende aderenti a “Gradito l’abito bianco”

LE MIGLIORI BOLLICINE ITALIANE A ROMA
4 dicembre, con Sparkle Bere Spumante 2011

December 3rd, 2010

Si danno appuntamento nella capitale, il prossimo 4 dicembre le più grandi ed importanti aziende di bollicine italiane, nella magnifica location dell’Hotel Saint Regis Grand situato nel pieno centro di Roma, una kermesse in cui i veri ed unici protagonisti saranno spumanti, TrentoDoc, Alto Adige, Oltrepò Pavese, Conegliano Valdobiadene Prosecco Superiore e Franciacorta, tutti rigorosamente made in Italy.

L’evento Sparkle 2011 sarà interamente aperto al pubblico, ogni azienda avrà un proprio banco di assaggio e tutti i presenti potranno partecipare alla degustazione di bollicine a partire dalle ore 16,30.

La manifestazione è organizzata dalla rivista Cucina & Vini – il magazine di cultura enogastronomica in edicola da ben 11 anni – in collaborazione con Athenaeum Ateneo dei sapori e oltre ad essere un’occasione unica per poter degustare il meglio della produzione nazionale, l’evento terrà a battesimo anche la nona edizione dell’ormai storica guida “Sparkle – Bere Spumante 2011”.

Si dice contento e soddisfatto, Francesco D’Agostino – direttore della rivista Cucina & vini e curatore della guida – “I due anni precedenti abbiamo scelto Milano per tenere a battesimo la guida e per organizzare l’evento Sparkle, ma quest’anno – che per noi è stato caratterizzato da cambiamenti importanti e decisivi – siamo voluti tornare a Roma che è la nostra città, quella in cui è nata la rivista, la guida e dove da sempre lavoriamo. Non dimentichiamo poi che la Capitale è il mercato più importante del Paese e che una manifestazione del genere può avere interessanti risvolti commerciali per le aziende”.

L’evento è ovviamente legato alla guida “Sparkle – Bere Spumante 2011” che quest’anno è arrivata alla sua nona edizione. La guida è il frutto di un lavoro di gruppo durato quasi un anno nel corso del quale il panel di degustatori, capitanato da Francesco D’Agostino, ha degustato più di 2000 etichette selezionandone 746 per l’inserimento in guida, ben 25 in più rispetto allo scorso anno.

Per quanto riguarda la tendenza generale, le luci della ribalta brillano anche quest’anno per Franciacorta con ben 228 etichette in guida – 10 in più rispetto al 2010 – e per Conegliano Valdobbiadene con un incremento di 30 etichette rispetto all’edizione passata, per un totale di 201 vini in guida.
Ciò che emerge dalla guida è un quadro estremamente positivo della nostra produzione spumantistica avvalorato ancor di più da un generoso elenco di etichette a cui è stata riconosciuta l’eccellenza con il simbolo delle 5 sfere, per un totale di 39 premiati. Il podio dei migliori se l’aggiudica la Lombardia con 13 premiati, seguita da Trentino con 9 e dal Veneto con 8.

Per quanto riguarda la struttura della guida, non c’è nessuno stravolgimento rispetto al volume precedente quindi ogni etichetta è rappresentata da una scheda nella quale vengono riportate tutte le maggiori caratteristiche del vino come l’uvaggio, il metodo di vinificazione e le caratteristiche organolettiche. Quei vini che si distinguono per un rapporto prezzo/prestazione in guida particolarmente conveniente sono evidenziati mediante il simbolo del salvadanaio. Non manca l’etichetta a colori e neppure l’abbinamento cibo, suggerendo dei veri e propri piatti, elementi questi che rendono la guida unica nel suo genere.

TRENTODOC ON THE ROADS
Bollicine lungo le Strade del Vino
e dei Sapori del Trentino

November 23rd, 2010

trentodocCreazioni enogastronomiche, sfiziosi aperitivi, brindisi, visite in cantina ed incontri con i produttori…..una festa “on the roads” a tutto TRENTODOC.

Dal 25 novembre al 9 gennaio, lungo i percorsi tracciati dalle Strade del Vino e dei Sapori del Trentino potrete immergervi nell’effervescenza delle bollicine trentine.

Nella calda atmosfera di festa saranno gli chef dei ristoranti e degli agriturismi a sorprendervi con piatti e creazioni culinarie studiate appositamente per esaltare le caratteristiche dello spumante metodo classico TRENTODOC, mentre wine bar e suggestivi rifugi vi accoglieranno ogni giovedì con Happy TRENTODOC, proposte di aperitivo tutte giocate sulle bollicine trentine (continua a leggere su Strada del Vino e dei Sapori Trento Valsugana).

SPECIALE MERANO WINE FESTIVAL
Le videointerviste di Wine Blog

November 22nd, 2010

Le telecamere di Wine Blog vi raccontano alcuni dei più interessanti protagonisti dell’edizione 2010 del Merano WineFestival: dal Prosecco Superiore DOCG di Conte Colallto alla prima verticale di Madame Martis di Maso Martis, dalla viticoltura biodinamica della Duemani di Luca D’Attoma alla viticoltura eroica del CERVIM, dai numeri della DOCG presentati da Franco Adami alla qualità dei vitgni autoctoni italiani secondo Luigi Cremona, e infine il racconto per immagini attraverso l’obiettivo della nostra fotografa Francesca Gregori… non ci resta che augurarvi una buona visione!

Le videointerviste di Wine Blog:

L’MIWF 2010 per immagini, foto di Francesca Gregori
(copyright FG Photography)

[nggallery id=20]

LUCA RICCI A MERANO WINEFESTIVAL 2010
Bausk e Salariato presentati da Paolo Ianna

November 22nd, 2010

Bausk, Salariato, sono vini prodotti in piccola quantità – dalle 5.000 alle 10.000 bottiglie -  comunque consistente se rapportata alla elevata qualità del prodotto e alle dimensioni dell’azienda: sono i vini di Luca Ricci, azienda di Collalto di Susegana.

Li presenta per Wine Blog in questo video Paolo Ianna, sottolinenando anche la sensibilità e l’attenzione, nella produzione, a scelte di viticoltura sostenibile.

Paolo passa poi ad una “videodegustazione” in tempo reale dei vini… buona visione!

IL RUOLO DELLA VITICOLTURA EROICA
Videointervista a Francois Stevenin

November 19th, 2010

A lato della consegna dei premi del Concorso internazionale dei Vini di Montagna, incontriamo Francois Stevenin, Presidente del CERVIM, Centro di Ricerche, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura Montana.

Il concorso rappresenta una delle iniziative più importanti del CERVIM: presentarlo al Merano WineFestival è stata l’occasione di diffondere ulteriormente il significato della viticoltura eroica e l’importanza che essa riveste nel mantenimento di territori difficili, caratterizzati da pendii ripidi che richiedono in prevalenza lavorazione manuale.

Intervista di Andrea Bianchi

SEMPRE PIU’ AUTOCTONI…
Videointervista a Luigi Cremona

November 19th, 2010

A Merano WineFestival 2010 Wine Blog incontra Luigi Cremona, a lato della presentazione della guida Vini Buoni d’Italia edita dal Touring Club, guida di cui Cremona è uno dei coordinatori e che si focalizza esclusivamente sui vini italiani autoctoni.

E’ l’occasione per parlare della crescente qualità dei vitigni autoctoni italiani, tra moda e sempre maggiore consapevolezza e ricerca della qualità, della piacevolezza e della godibilità dei vini.
Un’interessante conclusione, infine, sulle bollicine autoctone…

Intervista di Andrea Bianchi.

CONEGLIANO VALDOBBIADENE: PRIMO ANNO DI DOCG
Videointervista a Franco Adami

November 19th, 2010

In occasione del Merano WineFestival 2010 Wine Blog incontra Franco Adami, presidente del Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG: è l’occasione per fare un primo punto della situazione su quella che è stata un’evoluzione molto impattante su tutto il mondo del Prosecco – l’introduzione della DOCG e l’estensione della DOC – e quali siano state le prime risposte del mercato.

Nonostante un simpatico gioco di parole tra “crisi” e “ripresa”, emerge chiaro dalle parole di Adami come la denominazione Conegliano Valdobbiadene DOCG – pur in un contesto macroeconomico di forte crisi – abbia dato un segnale non solo di tenuta ma anche di sviluppo.

Intervista di Andrea Bianchi.

DUE MANI A MERANO WINEFESTIVAL
Luca D’Attoma presenta Altro Vino – video

November 19th, 2010

C’è un “Altro Vino”, è quello di Luca D’Attoma – enologo esperto in biodinamica - ed Elena Celli, titolari dell’Azienda Vitivinicola Duemani di Riparbella (Pisa): Luca ce ne parla dalla postazione del Merano WineFestival, nel quale l’azienda toscana era presente sia nella sezione “Bio&Dinamica” sia durante i 3 giorni principali.

Altro Vino – Merlot e Cabernet Franc – fermenta e viene affinato in cemento, è certificato Demeter come gli altri vini di Due Mani ed esprime l’essenza del terroir dell’azienda: Luca ce lo commenta al bicchiere “in presa diretta”!..

LA PRIMA VERTICALE DI MADAME MARTIS
Maso Martis a Merano WineFestival – video

November 19th, 2010

E’ stato sicuramente uno degli eventi-degustazioni più interessanti del Merano WineFestival 2010: Maso Martis ha presentato la prima verticale esclusiva delle tre annate di MADAME MARTIS 2001-2000-1999, prodotte in sole 500 bottiglie per ogni singolo millesimo.

Aurora Endrici, conversando con Roberta e Antonio Stelzer e con l’enologo Matteo Ferrari, ci accompagna alla scoperta di questo eccezionale metodo classico millesimato Trento Doc, che l’azienda di Martignano – esaltando il terroir della “sua” collina – ha voluto produrre con le proprie uve migliori coniugando l’eleganza del Pinot Nero alla fragranza dello Chardonnay e alla morbidezza del Pinot Meunier.