Archive for October, 2005

Suoni divini

Friday, October 28th, 2005

Prendiamo spunto da un articolo apparso sulla rivista ufficiale dell’Associazione Italiana Sommelier (numero 64 di luglio-agosto 2005) a firma di Davide Oltolini, per invitarvi a considerare un fattore spesso trascurato in fase di degustazione: l’udito.
Nell’articolo citato – dal titolo “Suoni divini” – Oltolini ricorda giustamenteWin8Clave.com come ci siano degustatori che pongono particolare attenzione al suono provocato dal vino durante la mescita, allo scopo di valutarne la consistenza.
Sono però anche molti altri gli aspetti in cui il senso dell’udito viene coinvolto, suscitando in noi reazioni e percezioni più o meno inconsce, ma capaci di rafforzare la stimolazione degli altri quattro sensi. Ne citiamo di seguito solo alcuni:

  • innanzitutto il classico brindisi – o “cin cin” – ovviamente, il cui tintinnio sembra abbia proprio la principale funzione di appagare un senso – l’udito – che rispetto agli altri è in questo caso meno stimolato; il tipo di tintinnio è fortemente dipendente da una serie di fattori fisici, tra cui il grado di riempimento del calice, ma anche la tipologia del vino (vini fermi danno effetti più armoniosi rispetto a quelli ricchi di bollicine);
  • il suono del perlage di spumanti e champagne: gli scoppiettii di singole
    Windows 7 Clave bollicine, a migliaia e simultaneamente, si combinano assieme a produrre un effetto che percepiamo come piacevole – così secondo recenti studi – grazie al fatto che non si tratta di un processo costante ma con frequenze variabili;
  • per tornare al suono del vino che cade nel bicchiere, infine, beh… sembra che a livelli inconsci possa perfino avere effetti di stimolazione erotica, in particolare per le donne! il marketing questo lo sa già, se è vero che alcune aziende studiano la forma del collo di bottiglia anche ai fini dell’effetto sonoro…

Le “batoste” delle guide

Friday, October 21st, 2005

Dopo il &050-649ldquo;Gambero Rosso”, anche la “Guida dell’Espresso” 2006 e “Bibenda” hanno reso note le loro annuali valutazioni sui migliori vini italiani.
L’”Espresso” ha decretato come miglior vino d’Italia il Barolo Riserva Confortino ’98 dell’azienda Giacomo Conterno, assegnandogli l’eccezionale punteggio di 19,5 ventesimi. Tra i 141 vini italiani che hanno ottenuto un punteggio di almeno 18 ventesimi (i “top wine”) figurano solo due trentini: il Granato 2003 di Foradori e il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore ’96 (entrambi con 18/20).
Tra gli “Oscar” assegnati da Bibenda, invece, sono 6 i produttori trentini premiati con il punteggio dell’Eccellenza (i 5 GRAPPOLI):

  • Granato 2003, Foradori
  • Olivar 2004, Cesconi
  • Trentino Rosso Bastie Alte 2001, Maso Bastie
  • Trentino Traminer 2004, Maso Furli
  • Trento Brut Riserva 2000, Maso Martis
  • Trento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 1996, Ferrari

Fin qui la cronaca, peraltro largamente incompleta, delle valutazioni assegnate dalle guide per il 2006. Ci siamo soffermati sui riconoscimenti ricevuti dai vini trentini perché il principale motivo di queste righe è una riflessione suggeritaci da certi titoli della stampa trentina, che nel fare il confronto con il maggior numero degli “Oscar” riconosciuti ai vini altoatesini (7 top wine per l’”Espresso”, tra cui anche il miglior vino da dessert, e 20 premiati da Bibenda) privilegia titoli che evocano “batoste per i vini trentini” assestate dalle ben note guide (vedi ad. es. “l’Adige” del 21/10/2005 pag. 28). La riflessione è semplice: non sarebbe più utile dedicare maggiore attenzione a chi i riconoscimenti li riceve, sottolineando il ruolo svolto da questi produttori (molti dei quali piccoli), accomunati da passione e impegno costante per una produzione di qualità eccellente che esprima al meglio il territorio? 

Premiato con l’Eccellenza l’impegno dei produttori trentini nella produzione di qualità.

Tuesday, October 18th, 2005

Sono 6 i produttori del Trentino premiati con il massimo punteggio, I CINQUE GRAPPOLI, dalla settima edizione di DUEMILAVINI, edito da BIBENDA (in fase di stampa, 70.000 copie vendute nella passata edizione):

    • Granato 2003                                                              Foradori
    • Olivar 2004                                                                 Cesconi
    • Trentino Rosso Bastie Alte 2001                                 Maso Bastie
    • Trentino Traminer 2004                                              Maso Furli
    • Trento Brut Riserva 2000                                            Maso Martis
    • Trento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 1996      Ferrari

    Franco Maria Ricci, presidente dell’Ais e direttore di Bibenda, magazine bimestrale di cultura del vino, consegnerà personalmente ai produttori l’attestato con il riconoscimento durante una manifestazione che verrà organizzata a breve sul territorio regionale.
    La presentazione Nazionale avrà luogo a Roma il 19 novembre 2005 nell’elegante salone dei Cavalieri dell’Hotel Hilton di Roma, con la Cena preparata da Gianfranco Vissani e la degustazione dei vini premiati (info e prenotazioni: www.bibenda.it).
    La “Duemilavini” 2006 vanta oltre 15.000 vini degustati e 800 vini finalisti, mentre sono 286 quelli premiati con i “Cinque Grappoli”, il punteggio dell’Eccellenza.
    Un riconoscimento importante e di grande responsabilità per questi produttori piccoli e grandi 050-565 050-632accomunati da passione e impegno costante per una produzione di qualità eccellente che esprime al meglio il territorio.

    18 ottobre 2005: nasce Wine Blog!

    Tuesday, October 18th, 2005

    Dall’incontro tra etymo s.r.l., studio di comunicazione d’impresa, e Maso Martis Azienda Agricola, nasce Wine Blog: un luogo dove il vino si racconta e racconta il suo mondo.
    Da oggi vi invitiamo a tornare spesso a visitare Wine Blog, e perché no? a lasciare magari un vostro commento: troverete la voce dei produttori e degli esperti, delle guide, dei sommelier030-333e dei critici di enologia, ma anche notizie sulle nuove tendenze, sul mondo della gastronomia e sui numerosi eventi che ruotano intorno al vino.
    Per raccontare tutto questo abbiamo scelto la modalità del blog, perché ci sembra un modo innovativo, flessibile040-444 e democratico di comunicare, e che soprattutto è concepito per fare network.
    Il progetto è aperto e prevede che a breve si uniscano altri partner che desiderino apportare le proprie competenze e la propria passione: per informazioni sulle modalità di adesione al progetto Wine Blog scrivere a info@etymo.com.

    my new car

    Tuesday, October 18th, 2005

    my new car

    M2070-227
    M2070-640