Archive for November, 2009

I PASSITI DELL’AUSTRIA CONQUISTANO IL PODIO DEL CONCORSO “GRAN PALIO DELLA SIGNORIA DEI BENTIVOGLIO”

Monday, November 30th, 2009

Accademia della muffa nobile zu Besuch bei Erwin TinhofI Vini dolci dell’Austria hanno raccolto importanti riconoscimenti al III Concorso Internazionale di Vini Passiti “Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio” conclusosi lo scorso 29 novembre a Villa Edvige Garagnai, a Zola Predosa (BO).

Avviata la collaborazione con i 7 produttori del consorzio Wein Burgenland, l’Accademia della muffa nobile durante il mese di ottobre si è recata in visita presso i produttori e ha quindi avuto modo di visitare le vigne colpite dalla botritis e di toccare con mano il lavoro dei sette protagonisti dei Vini dell’Austria.
A seguito di una degustazione Fabio Bassi, Alessandro Jachelli e Paolo Padovani, insieme ad altri soci, hanno consegnato la tessera onoraria a: Elfenhof di Rust, Manfred Pasler di Jois e ErwinTinhof di Eisenstadt dopodiché, sono stati raccolti i campioni di Franz Heiss di Illmitz, H&C Nittnaus di Gols, Alfred Fischer di Stöttera, Manfred Weiss di Apetlon utilizzati per la partecipazione al concorso.

Scopo del “Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio” era quello di individuare  i migliori muffati internazionali tra i quali si sono ottimamente posizionati i Vini dolci dell’Austria.

In sede di concorso – al quale hanno partecipato 585 prodotti – tutti i vini del gruppo si sono infatti classificati nella fascia più alta ovvero quella che assegnava ai passiti un punteggio di almeno 91 punti. Un merito particolare va riconosciuto all’amico Tinhof che con il Trockenbeerenauslese Weissburgunder-Welschriesling 2004 ha conquistato la prima posizione del podio dedicato ai muffati e la terza con il Trockenbeerenauslese Weissburgunder 2001. Il secondo posto è andato invece al Trockenbeerenauslese Essenz Blaufränkisch 2006 di Heiss Franz.

Christian Bauer – responsabile comunicazione di Vini dolci dell’Austria – esprime la sua soddisfazione dichiarando: ” l’ottimo risultato ottenuto dimostra che i passiti austriaci sono molto apprezzati in Italia. E’ infatti grazie alla loro freschezza, ma anche all’intensità aromatica e la molteplicità dei sapori che i nostri vini  si distinguono con successo da altri importanti passiti“.

Per scaricare le classifiche del III Concorso Internazionale di Vini Passiti “Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio” clicca qui.

I punteggi dei Vini dell’Austria


Per maggiori informazioni:
Vini dell’Austria
Cultura da Assaporare

Christian Bauer
Via Agadir 8a
I-20097 San Donato Mil. (MI)
Tel. +39 347 7924413
Fax +39 02 5272851
cb_com@tiscali.it

SPARKLE
Bere spumante 2010

Monday, November 30th, 2009

sparkleOttava edizione per la guida Sparkle Bere Spumante 2010 edita da Cucina&Vini che per il secondo anno consecutivo ha scelto Milano e la centralissima location di Palazzo Mezzanotte per presentarsi al grande pubblico il prossimo 1° dicembre. Ma la presentazione della Guida sarà un momento di “Sparkle 2010” una manifestazione interamente dedicata alle bollicine italiane di qualità. Un centinaio di aziende italiane – tra le quali ricordiamo Andreola, partner di WineBlog  – per un totale di oltre trecento etichette in degustazione per un gala effervescente ricco di interessanti appuntamenti.

Nel corso della giornata Francesco D’Agostino, curatore della Guida, e Alessandro Brizi, vice curatore, terranno tre interessanti seminari di approfondimento dedicati alle zone più rappresentative della nostra produzione spumantistica in collaborazione con i rispettivi Consorzi di Tutela. “Franciacorta Millesimato 2005: una vendemmia a 5 stelle”, “Oltrepò Pavese Metodo Classico DOCG: il Cruasé” e “Conegliano Valdobbiadene: al via la DOCG” saranno i temi dei tre seminari (a numero chiuso, è necessaria la prenotazione).

Alle 16.00 riflettori puntati sulla guida Sparkle Bere Spumante 2010 e sulle 29 etichette – tra i quali il Valdobbiadene Prosecco “Superiore di Cartizze” Spumante Dry (Andreola) – che quest’anno si sono aggiudicate le cinque sfere, simbolo di eccellenza.

La manifestazione apre i battenti per operatori e stampa alle ore 14, mentre l’ingresso al pubblico è previsto a partire dalle ore 15,30 sino alle ore 22,30.
20 euro il ticket d’ingresso per gli appassionati, 12 euro per gli iscritti ad associazioni enogastronomiche (AIS, FISAR, ONAV, SLOW FOOD, etc.) e comprende una copia della Guida Sparkle 2010.

Dopo il successo della passata edizione, anche quest’anno “Sparkle” intende essere il Gala dei migliori Spumanti secchi, un settore in costante crescita qualitativa e numerica confermata dai dati di esportazione in aumento.
Bere e brindare italiano non è mai stato così piacevole…

Per informazioni:
Cucina & Vini Editrice

Valentina Venturato
Tel: +39 06 227581
E-mail: venturato@cucinaevini.it

PARLANO I VIGNAIOLI
Vini naturali e artigianali del Sud

Friday, November 27th, 2009

Domenica 29 e lunedì 30 novembre a Villa Signorini di Ercolano (Na) si va alla scoperta dei vini naturali e artigianali con i laboratori di “Parlano i Vignaioli”, primo evento del Sud dedicato ai vini naturali e artigianali. Fiore all’occhiello della manifestazione, organizzata da Cantina Giardino e Pino Savoia, sarà il ricco programma di laboratori in cui verranno proposte in degustazione vere e proprie “chicche” enologiche – alcune della quali mai presentate prima – provenienti da tutte le zone d’Italia. Particolarmente significativo è il laboratorio di apertura dedicato ai vini dell’azienda siciliana Centopassi, prodotti con le uve provenienti dai terreni confiscati alla mafia. Il nome dell’azienda è un palese omaggio alla memoria di Peppino Impastato, morto per essersi schierato apertamente contro Cosa Nostra.

A condurre gli appassionati del vino in questo viaggio enologico dal nord al sud dell’Italia saranno: Antonio Del Franco, presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Campania, Nicoletta Gargiulo, Migliore Sommelier d’Italia nel 2007, i giornalisti Giampaolo Gravina de l’Espresso, Luciano Pignataro de Il Mattino, Paolo De Cristofaro del Gambero Rosso, nonché noti esperti del settore come Giovanni Ascione, Fabio Cimmino, Raffaele Del Franco, Ugo Baldassarre e Pino Savoia.

Per informazioni:
Web: www.parlanoivignaioli.it
E-mail: michelaguadagno@libero.it

BOLLICINE SU TRENTO
Lo spumante va in scena

Thursday, November 26th, 2009

Bollicine_locandinaRitorna l’appuntamento con “Bollicine su Trento”, la manifestazione dedicata al TRENTODOC organizzata dalla Camera di Commercio di Trento e da Trentino S.p.A., che dal 26 novembre al 13 dicembre 2009 animerà le sale dell’Enoteca provinciale del Trentino a Palazzo Roccabruna, con eventi enogastronomici, degustazioni e approfondimenti all’insegna dell’eleganza e dell’esclusività del metodo classico trentino.

Il 26 novembre la cerimonia di inaugurazione (ore 17.30) darà il via ad un programma ampio e ricco di appuntamenti, che accompagnerà appassionati e curiosi in un viaggio alla scoperta di uno dei prodotti di punta della vitivinicoltura trentina e nazionale.

Ospite d’onore dell’edizione 2009 sarà il Teatro stabile di innovazione “L’Uovo” de L’Aquila che proporrà uno spettacolo teatrale dal titolo “Bollicine in scena”: un mix di luce, colori, musiche e coreografie ispirate ai brindisi più celebri della storia del cinema che nel periodo dell’evento coinvolgerà gli spettatori in un percorso lungo le sale del Palazzo, concluso da degustazioni di TRENTODOC e piatti della tradizione aquilana. Si consolida così un’amicizia fra L’Aquila e Trento che in più occasioni ha dato prova di grande intensità e che si propone non solo di sottolineare la versatilità delle bollicine trentine – abbinamento ideale con i grandi piatti della cucina italiana – ma anche lo stretto rapporto che lega l’arte in tutte le sue manifestazioni, dalle eleganti movenze sceniche di una raffinata performance teatrale ad un esclusivo prodotto enologico.

Fra le tante iniziative di interesse (approfondimenti enogastronomici, degustazioni guidate, abbinamenti fantasiosi) merita di essere ricordata anche la tavola rotonda del 27 novembre ad ore 15.30, dal titolo “Trentodoc: bollicine d’autore. Carattere, eleganza ed esclusività del metodo classico trentino”, con la partecipazione di giornalisti della TV (Philippe Daverio – Passepartout RAI3) e della carta stampata nazionale (Licia Granello – La Repubblica; Marco Sabellico – Gambero Rosso), per approfondire i temi del legame prodotto-territorio e del posizionamento del Trentodoc quale espressione di uno stile di vita improntato all’eleganza e all’esclusività.

Non mancherà poi la possibilità di degustare autonomamente tutta la collezione del TRENTODOC, comprese le più recenti novità, che arricchiscono con nuove sfumature di sapori e profumi l’ampia collezione delle bollicine trentine. Da non perdere il laboratorio di sabato 28 novembre ad ore 11.30 condotto da Marco Sbellico (Gambero Rosso) che guiderà gli ospiti alla scoperta delle annate pregiate di TRENTODOC (“Cosa c’è di ancora giovane? Vecchie annate di Trentodoc”; ingresso libero su prenotazione: tel. 0461/887101 a partire dal 23 novembre).

Orari degustazioni:
Dal 26 novembre al 13 dicembre 2009
Giovedì e venerdì dalle 17.00 alle 21.00
Sabato e domenica dalle 11.00 alle 21.00
7 e 8 dicembre dalle 11.00 alle 21.00


5° CONVEGNO I PAESAGGI DEL VINO
Il Paesaggio tra reale e virtuale

Thursday, November 26th, 2009

paesaggiIl 5° Convegno “I paesaggi del vino” è un proseguo naturale dell’iter partito presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Perugia, nel 2004. Il discorso iniziato in quel primo convegno: “I vini raccontano le caratteristiche geologico-geomorfologiche dei loro territori” ha dato il via ad un filone di ricerca nuovo ed approfondito che ha consolidato l’aspetto scientifico e culturale del binomio geologia e vino. Non solo censimento dei vini nei territori delle DOC o DOCG nazionali, ma consapevolezza delle relazioni e dei risultati dell’abbinamento tra prodotto enologico, terroir e territorio. I contenuti si sono, nel tempo, dilatati e così anche la tipologia di approccio che ha messo in luce i rapporti tra il vino e il substrato geologico del suo terroir, sotto l’aspetto strettamente scientifico, contribuendo a conoscere e comunicare la “ragione” dei vini, secondi tecniche non solo tradizionali.

La percezione del paesaggio del vino e del suo territorio si avvale di un coinvolgimento multidisciplinare che coinvolge i valori geologici del terroir, ma anche quelli tradizionali, artistici, archeologici, filosofico-poetici dell’ambiente enologico-enografico. Il mondo del vino necessita di quest’approccio culturale che, nell’ambito ormai consolidato del convegno, si è affermato riguardando tutto il territorio nazionale con interessanti ricadute sotto il profilo scientifico e turistico-culturale. Nell’evento del 2008, i paesaggi studiati e raccontati hanno riguardato le aree DOC/DOCG dal Piemonte alla Sardegna, con particolare attenzione anche al territorio umbro. Il viaggio enologico ha toccato molti luoghi del vino con le sue leggende, i suoi miti e l’arte inerenti ai paesaggi del vino, secondo un metodo di conoscenza assolutamente trasversale.

Il paesaggio del vino è stato condiviso tra ricercatori di diversa estrazione disciplinare, secondo le intenzioni che la manifestazione auspicava: non solo vino, ma tutto l’insieme degli innumerevoli punti di vista da cui si può parlare di vino e del suo territorio. Questo nuovo appuntamento segue la via già tracciata dai precedenti e coniuga tutti gli aspetti possibili, permettendo di percepire il paesaggio non solo in senso enografico, ma in un più ampio contesto. I paesaggi del vino sono, infatti, l’occasione per confrontarsi in questo specifico tema, ma anche per parlare di tutti i tipi di paesaggi reali o virtuali, scientifici o emozionali che sono riconoscibili, numerosi nel panorama italiano e che ne sono insospettata e interessante risorsa.

Sono già in atto, in varie situazioni, tentativi di applicazioni trasversali, per cui si assiste a paesaggio ed arte, musica nel paesaggio, il paesaggio nella letteratura, paesaggio e rappresentazione digitale, ecc. e questo appuntamento vuole, ancora una volta, offrire la possibilità di condividere questi temi, di attivarne di nuovi, discutendone ed arricchendosi di diverse esperienze… magari ruotando nel bicchiere un vino che riesce a trasmettere, ad utenti consapevoli e privilegiati, la storia del suo paesaggio geologico. Come nelle passate edizioni, sono invitati tutti colori che, a vario titolo, si occupano di paesaggio, di vino, di paesaggi del vino, geologia e vino, che siano interessati a comunicarne tutti i valori e non soloalla comunità scientifica.

Conoscere, studiare e rappresentare le realtà naturali con metodi e tecniche tradizionali, ma anche con un approccio nuovo in grado di coniugarevisualizzazione, valorizzazione e fruizione del paesaggio …tra reale e virtuale.

Programma:
- 27 Novembre 2009
ore 9.00 – Apertura dei lavori
Saluti delle Autorità accademiche ed istituzionali
Relazioni ad invito
ore.1100 – Coffee breack
ore 13.30 – Pausa pranzo
Ore 15-18.30 – Comunicazioni scientifiche
ore 19,00 – Sessione Wine-poster e Digital-wine
ore 20,30 – Cena sociale

- 28 Novembre 2009
ore 9,00 – Apertura dei lavori
Comunicazioni scientifiche
ore 11.00 – Open coffee
ore 13,00 – Pausa pranzo
ore 15.00 – Comunicazioni scientifiche
Sessione Wine-poster e Digital-wine
ore 18,00 – Chiusura dei lavori

Sessioni:
Paesaggi del vino (in chiave geologicogeomorfologica, pedologica, cartografica, geoarcheologica, ecc.)

Gestione del paesaggio viticolo (metodi e tecniche: potenzialità, pericolosità e rischio nelle aree vitate)

“Marketing” del paesaggio (Geoturismo, Cartografia digitale e GIS come strumenti di promozione e comunicazione del paesaggio, anche viticolo)

Paesaggio virtuale (Paesaggio urbano, dell’arte, della poesia e letteratura)

Scienze della Terra e paesaggio (Aspetti geologicogeomorfologici, idrologici ed ambientali del paesaggio Scrivi per inserire testo)

La location del Convegno a Trevi è nella fortunata posizione prossima a luoghi della valle Umbra degni di attenzione; Assisi, Spello, Montefalco, Spoleto, ecc.)

VI.VI DOC
La Vicenza da Bere

Wednesday, November 25th, 2009

vividocChi ha detto che l’aperitivo debba essere un cocktail di coloranti, aromatizzanti, vino incerto, acqua e zucchero? Mary Poppins insegna: basta un poco di zucchero e la pillola va giù… Venerdi 27 e sabato 28 novembre 2009 a Vicenza, Il Consorzio Vini Vicenza Doc organizza un happy hour con i vini vicentini in quattro diverse enoteche del centro storico. L’aperitivo vicentino si chiamerà “Vi.Vi. Doc”, un viaggio degustativo alla scoperta dei vini della DOC Vicenza. Un happy hour alternativo che si svolgera nelle enoteche coinvolte dall’iniziativa: La Malanotte in Corso Palladio, Bere Alto in Contrà Pedemuro San Biagio, Enos in Piazzetta San Paolo ed Antica casa della Malvasia in Contrà delle Morette. Nelle due serate ogni enoteca proporrà in degustazione un vino della Doc Vicenza abbinato ad un prodotto tipico. Sarà l’occasione per tutti gli amanti del vino e gli affezionati all’happy hour per coniugare una passeggiata in centro storico, a meno di un mese dal Natale, con un aperitivo nuovo ed originale che permetterà di provare e conoscere i vini e le specialità gastronomiche del territorio.

DEGUSTIVINA
Tutte le botti della Sicilia

Tuesday, November 24th, 2009

degustivinaDegustivina, evento di riferimento per la conoscenza e la promozione del vino siciliano, festeggia la sua decima edizione, un appuntamento importante che conferma la formula consolidata negli anni: banco d’assaggio, seminari del gusto, incontri… 66 produttori provenienti da tutte le zone vinicole della Sicilia, con quale “infiltrato” da altre regioni, offrono a stampa, operatori e pubblico la possibilità di degustare 333 vini, tra i più rinomati della regione (presenti molti dei “Tre bicchieri” siciliani) con la certezza di fare interessanti scoperte. Un appuntamento atteso da esperti e appassionati, grazie alla sua formula che riunisce in una cornice funzionale e suggestiva (l’ex-deposito locomotive di S.Erasmo) produttori e consumatori provenienti da tutta la Sicilia, per un confronto diretto volto alla valorizzazione di vini e di territori ricchi di potenzialità e risorse.

Per festeggiare le dieci edizioni, l’associazione Enos, organizzatrice della manifestazione, ha stretto un alleanza con il più importante gruppo editoriale italiano del settore enogastronomico, il Gambero Rosso, i cui esperti cureranno i due seminari che si svolgeranno à côté della manifestazione.  Apertura al pubblico 17:00-22:30, biglietto di ingresso € 15,00 con bicchiere da degustazione in omaggio.

Per informazioni:
Web: www.degustivina.it

BARATTO WINE DAY
Lascia a casa il portafoglio

Tuesday, November 24th, 2009

bwd-baratto-wine-daySi svolgerà domenica 29 novembre all’interno della Rocca di Reggiolo (RE) la prima edizione del Baratto Wine Day. Nata da un ‘idea di Studio Cru di Vicenza, la manifestazione si presenta come uno spazio di condivisione e di libero scambio di bottiglie di vino. Poche e semplici le regole: ingresso con minimo 6 bottiglie da scambiare e bandito l’utilizzo di denaro. Il resto viene lasciato alla capacità contrattuale dei partecipanti, senza alcun limite, nel vero spirito del baratto.
Il Baratto Wine Day si inserisce in un programma più articolato che prevede i festeggiamenti per il compleanno dell’Acetaia San Giacomo, produttice a Novellara di Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia . L’appuantamento è per sabato 28, sempre presso la Rocca di Reggiolo, a partire dalle 22.00.

La domenica invece il grosso del programma: il Baratto Wine Day dalle 10.00 alle 16.00, intervallato alle 13 da un pranzo con alcuni dei produttori più interessanti della nouvelle vague del Lambrusco: Cinque Campi, Le Barbaterre, Vittorio Graziano e Storchi. Sarà un pranzo aperto al dialogo, in cui i produttori si mescoleranno agli ospiti per spiegare e illustrare, in un’atmosfera informale, i loro vini e la loro filosofia produttiva, che li sta portando alla ribalta del mondo un tempo dimenticato del Lambrusco.

A seguire, all’interno della biblioteca civica di Reggiolo, la presentazione del libro dello chef Gianni D’Amato: “Rigoletto: Sinfonie del Gusto”, edito da Gribaudo Editore. A seguire buffet in Rocca per assaggiare alcune delle creazioni del cuoco Reggiano. Per il pranzo con i produttori, che avrà un costo di 30 €, i posti sono limitati e su prenotazione.

Per maggiori informazioni:
www.barattowineday.it
Per prenotare il pranzo occorre mandare una mail a info@barattowineday.it oppure telefonare al 392.9286448.

IL RE E’ CRUDO!
a Saint-Rhémy-en-Bosses il Re è Crudo

Friday, November 20th, 2009

Come nelle più tradizionali cartoline natalizie: un caratteristico paesino di montagna, cime innevate sullo sfondo, fiocchi di neve a ricoprire le strade e i tetti delle case. Questo il suggestivo scenario che si presenterà agli occhi di chi vorrà cogliere l’invito del Comitato per la Promozione e la Valorizzazione del Vallée d’Aoste Jambon de Bosses D.O.P. a passare il Natale a Saint-Rhémy-en-Bosses. Incastonato nell’incontaminata bellezza del Colle del Gran San Bernardo, questo piccolo villaggio si distingue per la forte vocazione non solo turistica ma anche culturale e gastronomica, così come dimostra “Il Re è crudo!“, rassegna di carattere enogastronomico allestita nell’antico castello di Bosses (ante XIV sec.) volta a far conoscere un prodotto unico nel suo genere: il Vallée d’Aoste Jambon de Bosses D.O.P.

Location quanto mai azzeccata per presentare ai partecipanti di questa manifestazione culinaria un prosciutto crudo unico nelle fasi di produzione, nel gusto e nell’aroma, Re indiscusso delle tavole più prestigiose e raffi nate. Il 27 e il 29 dicembre 2009, il 3 e il 5 gennaio 2010 alle ore 20:00, una piccola cerchia di curiosi, i posti sono piuttosto limitati, potranno prender parte ad un appuntamento insolito, un incontro con Vallée d’Aoste Jambon de Bosses D.O.P. in compagnia degli esperti del settore che condurranno i commensali nella degustazione (orizzontale e verticale) di un prosciutto, per imparare a riconoscerlo ed apprezzarlo.

“Il Re è crudo!” è dunque un appuntamento da suggerire a chi vuole coniugare il piacere di assaporare una specialità quasi introvabile (3000 cosce prodotte in un anno) lontano dalla frenesia e dal caos cittadini, lentamente.

LE BASTÌE ROSSO 2004 DI TENUTE TOMASELLA TRA I “DUEMILAVINI 2010″

Thursday, November 19th, 2009

copertina_2010Le Bastiè Rosso 2004, premiato con ben 4 grappoli, entra insieme ad altri sei vini di Tenute Tomasella nella guida  Duemilavini 2010. Il libro ai Vini D’Italia per professionisti e comunicatori, per il popolo del vino curioso e appassionato, per coloro che desiderano consultare un testo semplice e professionale allo stesso tempo (della Bibenda Editore), pubblica la sua XI° edizione proponendo 365 accostamenti vino – cibo per un 2010 all’insegna del gusto.

Tra gli abbinamenti proposti, oltre a Le Bastiè Rosso 2004, anche il Bianco di Rigole 2007, il Rosso di Rigole 2007, Le Bastìe Bianco 2006 (Friuli Grave), Cabernet Sauvignon 2006 (Friuli Grave), Friulano 2008 (Friuli Grave) ed il Rigole Brut (Spumante Pinot Bianco) diventano i protagonisti della cucina italiana del prossimo anno.

Duemilavini 2010 si basa sulla presentazione delle Aziende e dei loro Vini:  un’intera pagina è stata quindi dedicata alle Tenute Tomasella della quale si possino ritrovare informazioni in merito alla storia, la collocazione e la filosofia aziendale oltre, ovviamente, alle descrizioni dei vini degustati con i relativi abbinamenti.

Tenute Tomasella, orgogliosa del riconoscimento ottenuto, festeggia l’evento proponendo una vantaggiosa offerta che, proprio in vista delle feste natalizie, diventare l’occasione per un regalo di qualità:

Acquistando 5 bottiglie di Le Bastie Rosso 2004 Friuli Grave (100% Merlot maturato in barriques di rovere francese) una bottiglia vi sarà offerta in omaggio!

L’offerta è valida fino al 31 dicembre 2009 esclusivamente sulla linea riserva “Le Bastìe” (bianco e rosso) e fino ad esaurimento scorte.

Per maggiori informazioni:
Tenute Tomasella

Via Rigole, 51
31040 Mansuè (TV)
Tel e Fax. +39 0422850043
cantina@tomasella.it

EIN PROSIT…ANDREOLA!

Wednesday, November 18th, 2009

Dopo il Merano WineFestival & Gourmet il prossimo evento enogastronomico a cui Andreola partecipa è l’undicesima edizione del Ein Prosit quest’anno a Tarvisio e Malborgetto, dal 19 al 23 novembre 2009.

Nelle giornate del 21 e 22 novembre 2009 dalle ore 10.00 alle ore 19.00 i Prosecchi di Valdobbiadene saranno presenti alla Mostra Assaggio allestita nelle sale del cinquecentesco Palazzo Veneziano di Malborghetto Valbruna (UD). Andreola vi invita ad andarli a trovare presso lo spazio espositivo della sezione ‘Vigneto’ e a degustare i propri prodotti.

Per maggiori informazioni:
Azienda Agricola Andreola

31010 Col San Martino – TV-
info@andreola.eu
Tel.0438989379