Archive for June, 2010

DOC 2010: DENOMINAZIONE
DI ORIGINE CINEMATOGRAFICA

Wednesday, June 30th, 2010

logo32DOC Denominazione di Origine Cinematografica, la rassegna che unisce la passione per il grande cinema con il gusto dell’enogastronomia, torna, dopo il successo della prima edizione, con un programma totalmente rinnovato: 8 nuovi luoghi, tra aziende vitivinicole, cantine storiche, castelli, palazzi rinascimentali e location insolite, degustazioni dei grandi vini del territorio trentino, assaggi delle specialità gastronomiche e proiezione all’aperto di otto selezionate opere cinematografiche, dagli stili, per scelta, molto diversi fra loro.

Metti una sera d’estate in alcuni degli angoli più suggestivi e meno conosciuti del Trentino, aggiungi il piacere di un buon bicchiere di vino, la delizia di un viaggio nei giacimenti gastronomici nostrani e l’emozione del grande cinema: questo è DOC, il carosello papillo-gustativo-cinematografico più fresco dell’estate (continua a leggere su TrentoBlog).

29 GIUGNO: I VINI BIANCHI VERI PROTAGONISTI IN ALTO ADIGE A “CALDARO IN ABITO BIANCO”

Tuesday, June 29th, 2010

Caldaro in Bianco 2009Si rinnova il 29 giugno l’appuntamento con “Caldaro in abito bianco”, la serata di presentazione dei vini bianchi delle cantine di Caldaro (Alto Adige), in programma in Piazza Mercato, dalle 18.00 alle 24.00.

Freschi e fruttati, con note di mela, banana o ananas, dai colori tipici verde fieno e giallo paglierino: i vini bianchi di Caldaro si presentano tutti insieme per la quarta edizione di “Caldaro in abito bianco”, una serata unica all’insegna della migliore produzione vinicola caldarese, accompagnata da degustazioni, musica e prelibatezze gastronomiche.

Saranno gli stessi viticoltori locali a presentare i loro vini, guidando anche i meno esperti alla scoperta dei segreti sulle tecniche di produzione e di degustazione. La serata sarà anche occasione per assaggiare le specialità della gastronomia locale, preparate appositamente dai membri dell’ Associazione Albergatori di Caldaro, e per imparare a conoscere il misterioso mondo degli aromi e dei profumi del vino, con gli interventi degli esperti sommeliers altoatesini,  che spiegheranno al pubblico i concetti basilari della classificazione dei vini.

La manifestazione, organizzata anche quest’anno da wein.kaltern, l’associazione che promuove il territorio di Caldaro e che riunisce le maggiori realtà produttive della zona, avrà inizio alle ore 18.00 in Piazza Mercato e sarà animata dalla performance musicale di Chris Costa, raffinato cantante, musicista, compositore.

I vini bianchi di Caldaro

La zona classica di produzione dei vini bianchi di Caldaro si estende a un’altitudine di 500 m. s.l.m. In questa zona, molto vocata, il vento, che scende dalla catena montuosa della Mendola, asciuga le uve e  rinfresca le notti estive caratterizzate da una elevata escursione termica che conferisce a questi eleganti vini una spiccata aromaticità. Anche i terreni calcarei di questi luoghi sono ideali per la produzione di vini bianchi caratterizzati da una buona acidità. Sui pendii rivolti a sud troviamo soprattutto il Sauvignon e lo Chardonnay, su quelli orientali il Pinot Bianco e il Pinot Grigio.

Per maggiori informazioni:
Ass. Turistica di Caldaro al Lago
Tel. 0471 965 410
info@wein.kaltern.com www.wein.kaltern.com

STESSA QUALITÁ, NUOVO LOGO
I Vini dell’Austria si vestono a nuovo

Monday, June 28th, 2010

logo_en

Dopo più di 20 anni di successo, Austrian Wine Marketing (AWM), l’ente nazionale per la promozione del vino austriaco, modifica il suo marchio distintivo. Il messaggio comunicativo è infatti ora ancor più marcato vista l’introduzione di una banderuola e la sostituzione del primo slogan “A Taste of Culture” (letteralmente Un Assaggio di Cultura) con la formula, più dinamica ed incisiva di “Taste Culture”. Il nuovo messaggio è quindi un invito diretto ad “Assaggiare la cultura”, il gusto e la tradizione del vino, un richiamo chiaro ed indicativo della varietà e della qualità dei vini austriaci. Questo slogan universale verrà inoltre accostato da immagini che evocheranno la cultura austriaca come per esempio il pianoforte o il violino, l’arte contemporanea e l’architettura. In questo modo, la concezione di un vino, quale parte integrante di una cultura nazionale, sarà ancora più marcato ed evidente.

La nuova campagna enfatizzerà l’aspetto del piacere culinario come un moderato e sano godimento di un vino ricco di tradizione e cultura che, proprio in virtù della sua eccellenza, ha l’onore ed il pregio di potersi sujet14_kamptalaccostare ai piatti della tradizione quali gli Schnitzel e Tafelspitz” – afferma Willi KlingerDirettore Dell’Austrian Wine Marketing o ÖWM in tedesco.

Ma come è nato questo cambiamento?
Nell’arco degli ultimi dici anni i vini austriaci hanno subito rapidi ed importanti sviluppi che non potevano non essere sostenuti da un’altrettanto migliorata immagine. Ecco quindi che, il nuovo logo, grazie anche alla maggiore concisione ed al design minimalista, trasmette un contenuto più asciutto, chiaro e diretto.

Un altro significato della nuova immagine di Austrian Wine Marketing risiede nel fatto che, grazie all’introduzione della banderuola, il marchio finisce con il fungere da ventaglio al cui interno si riuniscono aziende diverse che ritrovano la loro particolarità e qualità proprio nello stare insieme, nel riconoscersi parte di un unico, grande logo.

Inoltre, considerato che a partire dall’estate 2010 il nuovo ordinamento sujet04_englischEuropeo permette la commercializzazione dei vini comuni senza necessità di specificare la provenienza, la varietà delle uve, l’annata ed i produttori, il nostro consorzio ha voluto dare al consumatore, proprio grazie al nuovo logo, la possibilità di distinguere la qualità di un vino austriaco con la A maiuscola: “Per noi è molto importante dichiarare e far riconoscere la qualità e l’origine dei nostri vini” spiega Willi Klinger  “e proprio con l’introduzione del banderuola, abbiamo integrato tali informazioni in un logo che è il più semplice, logico e riconoscibile possibile un logo che diventa sinonimo della qualità dei vini austriaci“.


Per maggiori informazioni:
Vini dell’Austria
Cultura da Assaporare

Christian Bauer
Via Agadir 8a
I-20097 San Donato Mil. (MI)
Tel. +39 347 7924413
cb_com@tiscali.it

logo_en

‘BLANC DE SERS’ E ‘TRAMINER AROMATICO’ CANTINE MONFORT:
Oro e argento alla Selezione del Sindaco

Monday, June 28th, 2010

selezione del sindacoDopo le soddisfazioni raccolte con il Pinot Nero “Maso Cantanghel” Trentino Doc 2007, gli sforzi di  Cantine Monfort vengono nuovamente premiati da un altro prestigioso concorso. Stiamo parlando della Selezione del Sindaco – Concorso Enologico Internazionale organizzato dall’Associazione nazionale Città del Vino e RECEVIN che ha visto nel 2010 la sua nona edizione.

La Selezione del Sindaco – unico concorso enologico internazionale che prevede la partecipazione congiunta dell’Azienda (che produce il vino) e del Comune (in cui sono localizzate le vigne) – si propone di valorizzare le piccole partite di vino di qualità, frutto della tradizione e di un ben individuato territorio, e di favorirne la conoscenza anche attraverso Internet. La partecipazione è riservata ai soli vini di qualità (Docg, Doc, Igt) prodotti in piccole partite. Ogni anno, nel rispetto del carattere anche didattico che la rassegna si propone, è coinvolta una scuola ad indirizzo agrario. La Selezione del Sindaco è quindi un concorso enologico itinerante che cambia ad ogni edizione la sede delle sessioni di assaggio nell’intento di valorizzare al meglio tutti i territori delle città del vino.
A partire dalla sua prima edizione che nel 2002 si è svolta a Siena, la manifestazione ha percorso l’Italia dal Nord al Sud coinvolgendo Conegliano (2003), Alba (2004), Roma (2005), Ortona (2006), Monreale (2007), Cividale del Friuli (2008), San Michele all’Adige (2009).

L’edizione 2010 si è tenuta presso il Castello Svevo di Brindisi, dove nei giorni 21, 22 e 23 maggio le commissioni internazionali composte da enologi, enotecnici, assaggiatori, sommeliers e giornalisti del settore enogastronomico hanno valutato le numerose bottiglie in gara.

Tra i vincitori del Concorso Enologico Internazionale Selezione del Sindaco 2010, c’è un duplice riconoscimento per Cantine Monfort che si porta a casa una medaglia d’oro per il Blanc de Sers 2008 ed una d’argento per il Traminer Aromatico 2009.

La Cerimonia Ufficiale di Premiazione si terrà a Roma il 6 luglio 2010.

Scarica la lista aggiornata dei riconoscimenti assegnati ai vini CasataMonfort.

Leggi la scheda tecnica del Blan de Sers I.G.T.
Leggi la scheda tecnica del Traminer Aromatico D.O.C.

Per maggiori informazioni:
Cantine Monfort
Lavis (TN)
tel.: +39 0461 246353
info@cantinemonfort.it
www.cantinemonfort.it

QUANDO LE MOZZARELLE TEDESCHE SONO BLU E L’EXPORT AGROALIMENTARE ITALIANO E’ IN CRESCITA

Thursday, June 24th, 2010

mozzarellaSulle tavole degli italiani ci mancavano solo le mozzarelle blu. Nonostante i 70.000 sequestri messi in atto immediatamente dopo le segnalazioni avvenute a Trento e a Torino sembra che anche in altre città d’Italia siano spuntate le mozzarelle che al contatto con l’aria si colorano di una pigmentazione del tutto anomala.

Gli esperti hanno confermato che l’alterazione è causata da un batterio presente nell’acqua di refrigerazione che appartiene al germe del tipo Pseudomonas, tendenzialmente non nocivo ma comunque pericoloso in caso di patologie particolari (problemi respiratori e deficit del sistema immunitario).

Senza farsi prendere la mano da facili allarmismi, che dopo l’Aviaria e la febbre H1N1 lasciano la popolazione più perplessa che preoccupata rispetto alle possibili emergenze sanitarie, rimane comunque da domandarsi come possa accadere che sia il consumatore finale a scoprire una così lampante irregolarità sanitaria nel cibo che finisce nel suo piatto.

800px-pseudomonas

Questo pesante punto interrogativo sollevato dall’ADUC – Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori – porta inevitabilmente a mettere in dubbio l’efficacia dei controlli delle autorità competenti su prodotti non a norma che circolano liberamente nei supermercati.

E se il batterio non avesse dato alla mozzarella quel colorito bluastro, cosa sarebbe successo?
Anzi, cosa non sarebbe successo?

Pericolo sventato questa volta grazie ai cittadini che si sono improvvisati NAS per un giorno: il Ministero della Salute si è subito mosso attivando il sistema di allerta rapido comunitario, mentre su tutto il territorio nazionale sono in corso i sequestri delle mozzarelle a marchio “LAND” (vendute da Eurospin), “LOVILIO” (vendute da LIDL) e “MALGA PARADISO” (vendute da MD discount) prodotte in Germania da MILCHWERK JAGER GMBH & Co.

Di tutta la vicenda dovrebbe far riflettere anche il fatto che si è trattato di mozzarelle tedesche vendute in Italia. Per assurdo lo scandalo delle mozzarelle blu è scoppiato proprio mentre Il Sole 24 Ore di domenica 20 giugno pubblicava la classifica export del Made in Italy relativa al primo trimestre 2010: con una crescita del 4,5% il settore agroalimentare italiano è stato in assoluto il più forte, trainato dal distretto industriale parmense improntato su latte e formaggi che ha registrato un incremento del 65% (risultati indagine Fondazione Edison).

L’export dei nostri tanto invidiati e ricercati prodotti alimentari funziona e questa è certamente un’ottima notizia; ma mangiare un formaggio tedesco, legittimamente denominato “mozzarella”, non dovrebbe allertare tanto quanto trovarsi di fronte ad una mozzarella blu?

Martina Bridi

‘PREMIO TOPLINE’: QUEST’ANNO A CORTINA C’E’ ANCHE ANDREOLA!

Wednesday, June 23rd, 2010

Se ti piace la nuova immagine, il packaging che da pochi mesi riveste le bottiglie Andreola, allora vota per noi ed aiutaci a vincere il Premio Topline!

C’è anche Andreola tra i 12 finalisti del “Premio Topline”, il concorso per il miglior abbigliaggio dei vini spumanti italiani promosso dal Forum Spumanti d’Italia. Il premio, che coinvolge le aziende produttrici di spumante in tutto il territorio italiano, si chiuderà il prossimo 8 luglio 2010 con il giudizio della giuria popolare.

L’avviso ai naviganti del web ed agli amici di Andreola è quindi questo: da oggi sono aperte le votazioni sul sito ufficiale www.forumspumantiditalia.it, da tener presenti le indicazioni dei promotori del Premio Topline che chiedono di puntare sull’abbigliaggio che meglio evoca fin dal primo sguardo l’idea di spumante.

Qual è l’immagine di una bottiglia di spumante italiano? Questo l’interrogativo che vi dovrebbe guidare nella scelta tra le bottiglie in concorso.

La cerimonia di premiazione dei vincitori – decretati dalla giuria tecnica e del premio speciale del pubblico, frutto del giudizio popolare – si terrà all’interno della manifestazione “Cortina Spumanti” organizzata dal Forum Spumanti d’Italia in collaborazione con AIS Veneto (Associazione Italiana Sommelier). La giornate è sabato 10 luglio alle ore 16.00 e la location la magnifica cornice internazionale del Miramonti Majestic Grand Hotel di Cortina D’Ampezzo.

“Il Premio Topline, giunge quest’anno alla sua seconda edizione. – spiega Luca Giavi Direttore del Forum Spumanti d’Italia – Lo scorso anno fu scelta la città di Venezia come location della premiazione, quest’anno ci siamo spostati a Cortina, altro luogo di prestigio internazionale conosciuto ovunque nel mondo come simbolo dell’eleganza e del prestigio italiani. Quale luogo migliore per celebrare l’immagine degli spumanti italiani espressa nello stile originale di un packaging raffinato e ricercato? Sarà importante anche il giudizio espresso dal pubblico attraverso il sito internet del Forum, perché ci permetterà di comprendere in che direzione sta andando il gusto del consumatore italiano sdoganando, al contempo, l’immagine dello spumante da quella di un vino per pochi”.

Ricordate: c’è tempo di votare fino all’8 luglio!

Per esprimere il tuo voto clicca quì.

“SENTIERI DI VINO”
Morgano, domenica 27 giugno

Wednesday, June 23rd, 2010

volantino-sentieri-di-vinoRINVIOIl maltempo del week-end appena trascorso non ha risparmiato la splendida piazza di Badoere, già allestita a festa per la serata Sentieri di Vino”, in programma sabato 19 giugno. Visto il nubifragio che ha investito la Rotonda a ridosso della manifestazione, la Pro Loco del Comune di Morgano ha ritenuto opportuno rinviare l’evento: la nuova data prescelta è domenica 27 giugno, dalle 17.00.

Venticinque cantine, tre punti ristoro, ottanta espositori di artigianato RotondaPorticiartistico e note sotto le stelle: sono questi gli ingredienti della seconda – rinnovata – edizione di Sentieri di Vino. Dopo il successo dell’esordio, che nel 2009 ha visto in piazza oltre 500 appassionati del buon bere, i sapori del Piave sbarcano nuovamente sulle sponde del Sile, nell’elegante cerchio della Rotonda di Badoere per una serata all’insegna dell’enogastronomia di Marca promossa dal comune e dalla Pro Loco del Comune di Morgano e Consorzio Tra i Ponti del Piave.

A guidare i buongustai lungo gli itinerari del nettare di Bacco saranno i sommelier di venticinque cantine del Piave, schierati sotto gli archi della piazza che il nobile Angelo Badoer concepì nei primi del Settecento come luogo di incontro e di scambio. Alle numerose etichette in degustazione i gourmet potranno abbinare i formaggi del Consorzio Montasio, il risotto di pesce proposto dalla trattoria “Al Raboso” e lo spiedo di Quelli del Maiale, che girerà al centro della piazza fin dalla mattinata, attizzando la sete e l’appetito.

E accanto alle delizie per il palato i visitatori potranno apprezzare quest’anno nel cerchio della storica piazza di Badoere anche preziosi frutti dell’ingegno e della creatività, con lo speciale mercatino dell’artigianato notturno che vedrà la presenza di un’ottantina di espositori.

Un biglietto unico di 10 euro permetterà di assaggiare, attrezzati di calice e marsupio porta bicchiere, le specialità proposte da ciascun punto ristoro e di spaziare tra le tante proposte enologiche che caratterizzano la serata. Il tutto accompagnato dalle note del trio Tfm.

Per maggiori informazioni:
Sentieri di Vino
Tel. 0422/837219
carla@cafenews.info

FESTA DEL VINO, ORSARA PREMIA L’OSPITALITA’ Con il Premio Welcome – Comune di Orsara di Puglia

Monday, June 21st, 2010

festa del vinoPer un paese che fa dell’ospitalità un modus vivendi e uno dei suoi principali attrattori, l’accoglienza è un tratto qualitativo fondamentale dell’offerta turistica. Ecco perché sabato 26 giugno farà il suo esordio il “Premio Welcome – Comune di Orsara di Puglia”, riconoscimento che sarà assegnato ogni anno a chi, per i modi gentili e le informazioni fornite ai turisti, si è particolarmente distinto nell’accogliere i visitatori.

Quale migliore occasione, per la prima edizione di ‘Welcome’, se non la ventitreesima Festa del Vino? La cerimonia di premiazione si terrà alle 21.30, in Piazza Mazzini, ed è parte integrante della giornata dedicata all’enogastronomia made in Puglia.

Il percorso dei Vini. Sono sette le cantine che hanno aderito alla manifestazione: la Piazza dei Bianchi sarà dominata dalle cantine D’Araprì (San Severo), Terre Federiciane (San Severo) e Teanum (San Paolo Civitate). L’agorà dei Rosati, invece, offrirà i vini della Vitivinicola Rocco Zambri (Bovino) e quelli col marchio “La Marchesa” (Lucera). La Piazza dei Rossi, accanto ai vini orsaresi di Tuccanese e Peppe Zullo, presenterà il Moscato di Trani.

I piatti tipici. La degustazione dei vini accompagnerà quella dei piatti e dei prodotti tipici orsaresi offerti da Masseria Monte Preisi, Consorzio Produttori Orsaresi, Medina, Donna Cecilia, Enogastronomia Orsarese e Posta Guevara.

Il programma. Dalle ore 17 e fino alle 20, le guide turistiche saranno a disposizione di quanti vorranno visitare il complesso abbaziale e il museo diocesano. Alle ore 19 è prevista l’apertura degli info point Pro Loco in Piazza Mazzini e in Corso Vittorio Emanuele dove sarà possibile acquistare i ticket per partecipare alle degustazioni. Dalle ore 20, l’apertura degli stand della Galleria Enogastronomica Orsarese. Nella Piazza dei Bianchi, la degustazione di vini e piatti tipici sarà accompagnata dal dj set di Packy Cerrato & Gabri One. Nella Piazza dei Rosati, dalle ore 21, il concerto del Nicola Scagliozzi Trio (Nicola Scagliozzi contrabbasso, Saverio Martucci al piano, Fabio Pompilio alla batteria). Nella piazza dei Rossi, dalle ore 22, il concerto di Nuntereggaepiù, tribute band di Rino Gaetano, formazione che nasce dall’incontro tra cinque musicisti di Manfredonia e prende il nome da una delle canzoni bandiera del grande cantautore scomparso quando aveva appena 31 anni.

Per maggiori informazioni:
Associazione turistica Pro Loco

DOC 2010: DENOMINAZIONE DI ORIGINE CINEMATOGRAFICA
Intervista audio a Luca D’Angelo

Monday, June 21st, 2010

Luca D'AngeloDOC Denominazione di Origine Cinematografica, la rassegna che unisce la passione per il grande cinema con il gusto dell’enogastronomia, torna, dopo il successo della prima edizione, con un programma totalmente rinnovato: 8 nuovi luoghi, degustazioni dei grandi vini del territorio trentino, assaggi delle specialità gastronomiche e proiezioni all’aperto di otto selezionate opere cinematografiche.

Ai microfoni di WineBlog, Luca D’Angelo, curatore della rassegna, ci svela l’organizzazione, il programma e le novità dell’edizione 2010!

Buon ascolto!

Ascolta l’intervista a Luca D’Angelo (8′45” 8,02 Mb)

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Intervista di Jessica Ceotto

Leggi il post di presentazione dell’iniziativa.

FESTIVAL INTERNAZIONALE
DEL PANE ARTIGIANALE
Dal 19 al 27 Giugno

Friday, June 18th, 2010

paneUn alimento semplice, ma che ha trovato nella storia dei popoli di tutto il mondo mille e più modi di esprimersi: dai nomadi che non hanno il tempo di farlo lievitare, ai forni a legna dei nostri contadini. Upanicunzatu fest, da quest’anno è il Festival Internazionale del Pane Artigianale.

La manifestazione si tiene dal 19 al 27 giugno a Lido Valderice (Tp) e vuole continuare ad essere occasione di scambio e di incontro tra comunità diverse, un grande laboratorio a cielo aperto, una vetrina sul mondo, una tavola imbandita di tutti i sapori e di tutti i colori delle nostre eccellenze.
Il pane sarà ambasciatore di un nuovo modo di pensare il territorio, che propone il confronto con le altre culture come momento di valorizzazione di ciò che sono le nostre radici, amplificando la consapevolezza di come la mano dell’uomo, anche attraverso piccoli gesti quotidiani, riesca a conservare la propria storia e la propria identità.

CULTURA ED ENOGASTRONOMIA
A CASTELLINALDO: IL 27 GIUGNO E’
IL GIORNO DELL’ARNEIS

Wednesday, June 16th, 2010

roeroSarà una giornata intensa quella del 27 giugno per Castellinaldo: il piccolo comune nel cuore del Roero, vivrà, grazie all’impegno e all’organizzazione dell’associazione Castrum Aynaldi, una giornata all’insegna della tradizione e dell’enogastronomia.
Un appuntamento ricco di eventi, in grado di coinvolgere intensamente sia l’appassionato di vino che il semplice turista alla ricerca di una domenica alternativa.

La splendida Piazza Castello e le vie limitrofe saranno infatti crogiuolo di attività, mostre e manifestazioni incentrate sul Roero Arneis, vero gioiello dell’enologia castellinaldese poiché proprio in questo comune la principale vite a bacca bianca roerina ha trovato un habitat ideale.

Il primo grande evento della giornata sarà l’apertura ai visitatori e agli appassionati di diverse parti del castello medioevale (chiuso da tempo al pubblico) che ospiterà molte delle attività della giornata.
Si inizierà al mattino con l’inaugurazione della manifestazione che darà il via ad un convegno sulle origini storiche del vitigno, sul suo arrivo, l’origine della sua coltivazione ed il su suo sviluppo, culminato con il raggiungimento della Denominazione di Origine Controllata e Garantita.
Seguirà un aperitivo offerto dall’Associazione Vinaioli Castellinaldesi.

Dopo la pausa pranzo, alle 15.99, nello splendido parco medioevale del castello si svolgerà l’evento clou della rassegna: i produttori di Arneis di tutti i comuni del Roero presenteranno i loro prodotti, offrendo la possibilità sempre ghiotta ad appassionati, turisti, operatori del settore di poter confrontare le diversità tra i vini di aree differenti e valutare quanto il territorio possa incidere sulle caratteristiche organolettiche dei vini.

Saranno quindi presenti le principali cantine del Roero, per una degustazione che, immersa nello splendido scenario della rocca medioevale, saprà esaltare e mettere in rilevo le doti e le peculiarità di un vitigno e di un vino che tanto ha dato e tantissimo continua a dare a tutti i comuni della denominazione, issandosi forte della sua unicità a portabandiera dell’eccellenza enogastronomica locale.

Durante il pomeriggio saranno inaugurate due interessanti mostre: nelle antiche cantine del castello si potranno vedere gli antichi attrezzi di campagna e di cantina, in una sorta di salto indietro nel tempo, mentre nella chiesa del Santo Sudario sarà presentata una mostra sulle origini, la realizzazione e l’utilizzo dello storico “Punto Castellinaldo”, particolare e difficile tecnica di cucito andata perduta nel tempo ed oggi riproposta grazie ad una attenta ricerca delle donne dell’Associazione Castrum Aynaldi.

Nel corso della giornta si svolgerà inoltre il primo concorso di realizzazione dei Torcetti, tipico dolce castellinaldese, cui seguirà una degustazione per tutti.
Per gli intenditori o appassionati del vino i momenti interessanti non sono finiti: saranno infatti presenti ben due Laboratori del Gusto curati dalla Banca del Vino di Pollenzo che ripresenterà, alle ore 16.00 nel cortile della splendida fattoria del castello, per la prima volta uno dei suoi più rinomati laboratori (che enorme successo ebbe all’ultimo Salone del Gusto) Arneis Storici, ovvero una verticale delle migliori annate storiche di alcuni tra i più famosi produttori di Roero Arneis; un’occasione irripetibile per valutare la struttura e l’evoluzione di questo vino bianco, comunemente venduto e consumato giovane, dopo anni di bottiglia, con salti indietro nel tempo anche importanti per raggiungere alcune delle vendemmie storiche dello scorso secolo. Alle 18.00 a sancire un gemellaggio già in atto da tempo tra la nostra terra ed alcune tra le principali aree viticole del mondo, una presentazione di Riesling tedeschi della zona del Palatinato, eccellenza dell’enologia tedesca, in una sorta di ponte tra grandi vitigni bianchi.

I laboratori sono a numero limitato per cui è consigliata la prenotazione presso la Banca del Vino (info@bancadelvino.it). Entrambe le degustazioni saranno curate da importanti giornalisti del settore.

La giornata, per chi vorrà, si concluderà con una cena in piazza, dove nel miglior salotto di Castellinaldo si potranno provare piatti a base di Arneis e Riesling, per una degna conclusione di una giornata intensa ma certamente piena ed interessante cui tutti sono invitati.

Per maggiori informazioni e  prenotazioni:
Tel 0173-213344