Al Vò inaugura il gruppo dei Partner ristoranti di Wine Blog

Wine Blog è un progetto aperto a chi desidera contribuire con le proprie competenze e la propria passione: tra le tipologie di partner sono previsti Produttori, Enoteche, Ristoranti, e quanti altri fanno della Cultura del Vino un tema quotidiano del proprio lavoro e dei propri interessi.

Apriamo il gruppo dei Partner ristoranti con la presentazione del Ristorante al Vò di Trento, scambiando due chiacchere con Francesco Antoniolli, nome noto della ristorazione di Trento non solo per la sua attività ma anche per il suo impegno nella promozione turistica come presidente prima e vicepresidente, oggi, del Consorzio Trento Iniziative, che rapprenta la maggior parte delle aziende commerciali di Trento.

D: Francesco,  pensi che la ristorazione di qualità possa contribuire alla conoscenza del territorio?
R: Io sono convinto che il ristoratore è e deve essere il primo ambasciatore del suo territorio. Quello che tu proponi sarà ricordato dai nostri ospiti solo se le nostre proposte avranno dietro una storia, che va raccontata, unica e diversa da qualsiasi altra. Una storia, che pur modificata per il tempo che stiamo vivendo, è lo specchio di quello che ci circonda. Inoltre è importante proporre e raccontare il proprio territorio, per fare rete ed evitare che vadano perse le piccole produzioni o i prodotti di nicchia.

D: Quanto, nel recente interesse per l’enogastronomia, pensi che sia moda, e quanto pensi sia reale riscoperta dei valori della tradizione culinaria e della qualità?
R: Non credo che l’interesse relativamente recente per l’enogastronomia legata alla tradizione (le Osterie tipiche) sia solo una questione di moda e perciò passeggera. Oramai la seconda motivazione per la scelta di una meta turistica a livello mondiale è, dopo la cultura, l’enogastronomia, e al giorno d’oggi in un mondo ormai globalizzato in qualsiasi campo, basti pensare al web, ognuno di noi ricerca dei valori unici, di qualità e con una storia dietro altrettanto unica. Storia che vuole conoscere, assaggiare e ricordare, portandola poi con se nella propria vita quotidiana. Certo tutto questo è una nostra grossa responsabilità, perchè al giorno d’oggi la gente sa già cosa aspettarsi ed è molto critica su tutto ciò che le viene proposto. Noi dobbiamo perciò puntare sempre di più sulla qualità di tutta la nostra proposta: dall’accoglienza, ai prodotti, all’ambiente dove far vivere all’ospite un momento da ricordare.

Leggi la presentazione del Ristorante al Vò >

No Responses to “Al Vò inaugura il gruppo dei Partner ristoranti di Wine Blog”

  1. Marzia says:

    Ho mangiato a questa osteria l’8 dicembre e visto che proprio qui si declamava tanto di cucina genuina, ci sono davvero rimasta male di trovarmi il classico ristorante da menu turistico, forse dovuto ai giorni di festa. Pasta precotta e di conseguenza scotta, polenta istantanea…in montagna?? Profonda delusione, lo raccomanderò..come da evitare accuratamente.

  2. andrea says:

    Devo dire che la nostra esperienza presso l’Osteria al Vo’ è stata di tutt’altro tenore: un lardo eccezionale e la polenta biologica integrale sono solo due delle cose che più ci sono rimaste impresse per qualità e soddisfazione del palato – in un week end di follia in cui i ristoranti sono straripanti di turisti che come noi cercano di non ridurre la pausa pranzo a qualcosa di anonimo. A nome mio e del nostro gruppo di amici in visita a Trento un grazie e i nostri compimenti ai ristoratori del Vo’!

  3. Giorgio says:

    Mi unisco ai complimenti fatti al ristoratore del Vo’: siamo arrivati da lui sabato 9 ben oltre l’orario della nostra prenotazione – nel caos natalizio che Andrea ha descritto bene come “follia” – e ciononostante ha saputo far fronte pienamente alle nostre aspettative! I miei migliori saluti.