Arunda

Meltina – piccolo borgo dell’Alto Adige a 1200 metri d’altitudine adagiato su un tranquillo altopiano – ha conservato la pace dei piccoli paesi alpini. È proprio lì – pochi chilometri sopra Bolzano, in questo scenario idilliaco di boschi e montagne che gode di un clima incontaminato e che favorisce una maturazione ottimale dei vini – che nel 1979 Joseph e Marianne Reiterer hanno fondato Arunda, la cantina più alta d’Europa per fare spumante con il metodo classico.

Con cura artigianale e con grande passione producono i loro spumanti con una qualità “senza compromessi”.

La cantina sotterranea è studiata per consentire, in modo razionale, lo svolgimento delle diverse fasi di spumantizzazione dei vini, una produzione media intorno alle settantamila bottiglie, che rappresentano circa il 50% della spumantistica metodo classico altoatesina.
Le ”bollicine di montagna” sono realizzate con l’identica tecnica messa a punto quasi tre secoli fa nella Champagne: una seconda fermentazione del vino in bottiglia ed un lunghissimo affinamento sui propri lieviti, mai inferiore a 24 mesi, ma che nelle riserve arriva fino a cinque anni. Le operazioni di cantina sono quelle classiche, con il remuage o rotazione a mano delle bottiglie a riposo sulle pupitres perché i lieviti, dal fondo, arrivino sino al collo, quindi la sboccatura a maturazione ultimata, il dosaggio del cosiddetto liqueur d’expédition, utilizzato in alcuni vini, che serve per conferire ad ogni bottiglia di bollicine Arunda Vivaldi un proprio carattere peculiare. Operazioni, tutte, svolte con passione e grande pazienza, per dare armonia, equilibrio e piacevolezza ad ogni vino.

L’ azienda non dispone di vigneti di proprietà, ma ha scelto di selezionare le tre varietà di uva utilizzate, Chardonnay, Pinot bianco e Pinot nero, da vignaioli di fiducia che operano in diverse zone dell’Alto Adige, ognuna caratterizzata da grande vocazione alla qualità. Uve con caratteristiche analitiche e organolettiche diverse, espresse da terreni e microclimi differenti, (Terlano, Appiano monte, Cornaiano, Pochi di Salorno), che consentono ad Arunda di ottenere cuvée, composte con minuziose attenzioni, di notevole complessità e dalla grande ricchezza d’espressione.

I Prodotti
Anche se in totale la cantina non produce più di 70 mila bottiglie per ogni annata, la gamma comprende attualmente ben sette diversi metodo classico, ognuno dotato delle proprie caratteristiche organolettiche e pensato per appassionati di bollicine dai gusti e dalle esigenze diverse e per momenti diversi di consumo, a tavola o come aperitivo. Per alcuni vengono realizzati calibrati assemblaggi tra uve bianche (Chardonnay e Pinot bianco) e uve nere vinificate in bianco (Pinot nero), alcuni sono dei Blanc de Blancs solo a base di Chardonnay, mentre il Rosé nasce da una pressatura particolarmente soffice del pregiato Pinot nero dell’Alto Adige. Per alcuni vini che vanno a comporre particolari cuvée la fermentazione e l’affinamento avviene in piccoli fusti di rovere francese, scelta per dare maggiore spessore, struttura e complessità alle bollicine, ma senza sacrificare il brio e la naturale piacevolezza.
I metodo classico della cantina Arunda sono difatti pensati per essere bevuti in allegria e per comunicare direttamente con gli appassionati sin dal primo sorso.

Arunda è partner di Wine Blog dall’8 novembre 2006: leggi la presentazione.

Arunda Cantina Talento
Metodo Classico
I-39100 Meltina (BZ)
tel +39 0471 668033
fax +39 0471 668229
www.arundavivaldi.it
info@arundavivaldi.it