Archive for the ‘Bianchi’ Category

GRADITO L’ABITO BIANCO
L’eccellenza del Friuli a Venezia

Friday, February 25th, 2011

Gradito l'abito biancoDopo il successo ottenuto nel 2010 con “ Gradito l’Abito Rosso”, l’evento con il quale 54 aziende di prestigio del Friuli Venezia Giulia hanno affascinato con i loro vini rossi gli oltre mille visitatori, la delegazione F.I.S.A.R “Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori” di Venezia in collaborazione con Vinoè Comunicazione vuole dedicare anche quest’anno un omaggio ai grandi vini friulani e giuliani.

GRADITO L’ABITO BIANCO” avrà luogo Domenica 13 Marzo nel cuore della città, ancora una volta nelle sontuose sale dell’ Hotel Monaco & Grand Canal in Calle Vallaresso nei pressi di San Marco. Il pubblico avrà occasione di assaggiare le eccellenze enologiche di 65 aziende friulane e giuliane alla presenza diretta dei Produttori e godrà delle specialità gastronomiche proposte ai partecipanti durante tutta la giornata.

Il binomio “Friuli Venezia Giulia, terra di grandi vini bianchi”, è un dato assodato e riconosciuto dal mondo degli appassionati e dei consumatori di vino. I calici di Friulano, Sauvignon, Chardonnay, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Ribolla Gialla, Riesling Renano, Müller Turghau, Vitovska, Verduzzo Friulano, Traminer aromatico, Picolit, insieme agli ormai più che ”storici” assemblaggi bianchi lasciano il segno in chi li beve e rivelano spesso un appeal discreto e sottile, ricercato ed apprezzato profondamente tanto dall’esperto quanto dal comune consumatore.

I partecipanti all’evento avranno l’opportunità di iscriversi ad imperdibili degustazioni guidate organizzati dalla Donna del Vino FVG e docente F.I.S.A.R Aurora Endrici e da Paolo Ianna, degustatore della Guida ViniBuoni d’Italia Touring Club.

Il contributo a persona per l’ingresso all’evento sarà di dieci euro, che consentirà l’accesso a tutti gli assaggi di vino e specialità gastronomiche.

Scarica qui l’elenco delle aziende aderenti a “Gradito l’abito bianco”

MOSCATO GIALLO “CASTEL BESENO”

Tuesday, July 27th, 2010

moscato giallo La DOC “Trentino Superiore” si è arricchita da poco di una nuova sottozona: il Moscato giallo di Castel Beseno. Il riconoscimento da parte del ministero della nuova sottozona – che si affianca a quelle denominate Bianco dei Sorni, Rosso dei Sorni, Marzemino d’Isera e Marzemino dei Ziresi – è recente (8 giugno 2010) e occorre dunque dare modo ai produttori interessati di provvedere ad iscrivere i vigneti rientranti nella sottozona all’Albo dei vigneti, gestito dalla Camera di commercio. A tal fine la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’agricoltura Tiziano Mellarini, ha disposto la riapertura del termine per l’iscrizione, dal 16 agosto al 31 ottobre 2010.

La sottozona Castel Beseno per il vino Moscato giallo Trentino Doc comprende circa 20 ettari all´interno di un territorio a vigneto di 440 ettari che si estende dalla “chiusa” dei Murazzi a nord e Castel Pietra a sud sul confine del comune di Volano. Dal punto di vista altimetrico si va dai 175 ai 550 metri (poco sopra l’abitato di Compet).
Oggi la coltivazione effettiva di questo vitigno in questa zona interessa solo circa 20 ettari, praticamente una nicchia; facile immaginare che tale limitata superficie, destinata ad una produzione di alta qualità, potrà però ora essere ampliata. La produzione massima di uve non dovrà superare, secondo le indicazioni del disciplinare, i 90 quintali ad ettaro, e dovrà assicurare un titolo alcolometrico volumico minimo naturale pari all’11 per cento in volume.

Prima di essere commercializzato, il Moscato giallo “Castel Beseno” deve essere sottoposto ad un invecchiamento di almeno 4 mesi, 12 mesi per i vini passito e vendemmia tardiva, per i quali è vietata qualsiasi forma di arricchimento.

A promuovere la richiesta della nuova sottozona sono state le cantine cooperative di Aldeno e Vivallis ed alcune aziende agricole. Un documento della prima metà del secolo scorso della Cantina sociale di Besenello riporta esplicitamente il nominativo Moscato giallo di Besenello per identificare l’uva conferita dai soci. Ottenuto il riconoscimento della denominazione, spetta ora ai produttori locali creare assieme le condizioni per fruire nel modo migliore del diritto del nome geografico, per fregiare un vino unico che sappia valorizzare ancor più la notorietà del suo territorio.

Sempre in tema di vini, la Giunta provinciale ha approvato stamane anche la delibera relativa alla determinazione del periodo vendemmiale per la campagna vitivinicola 2010-2011. Le operazioni di raccolta delle uve potranno iniziare il 1° agosto (si prevede che in Trentino si inizi quest’anno a vendemmiare non prima del 20 agosto) per terminare il 30 novembre 2010. Tale periodo è prorogato al 31 dicembre per le uve destinate alla preparazione di vini passiti o da vendemmia tardiva.
Per quanto riguarda le fermentazioni e le rifermentazioni, il periodo in cui possono avere luogo va dal 1° agosto al 31 dicembre 2010.

29 GIUGNO: I VINI BIANCHI VERI PROTAGONISTI IN ALTO ADIGE A “CALDARO IN ABITO BIANCO”

Tuesday, June 29th, 2010

Caldaro in Bianco 2009Si rinnova il 29 giugno l’appuntamento con “Caldaro in abito bianco”, la serata di presentazione dei vini bianchi delle cantine di Caldaro (Alto Adige), in programma in Piazza Mercato, dalle 18.00 alle 24.00.

Freschi e fruttati, con note di mela, banana o ananas, dai colori tipici verde fieno e giallo paglierino: i vini bianchi di Caldaro si presentano tutti insieme per la quarta edizione di “Caldaro in abito bianco”, una serata unica all’insegna della migliore produzione vinicola caldarese, accompagnata da degustazioni, musica e prelibatezze gastronomiche.

Saranno gli stessi viticoltori locali a presentare i loro vini, guidando anche i meno esperti alla scoperta dei segreti sulle tecniche di produzione e di degustazione. La serata sarà anche occasione per assaggiare le specialità della gastronomia locale, preparate appositamente dai membri dell’ Associazione Albergatori di Caldaro, e per imparare a conoscere il misterioso mondo degli aromi e dei profumi del vino, con gli interventi degli esperti sommeliers altoatesini,  che spiegheranno al pubblico i concetti basilari della classificazione dei vini.

La manifestazione, organizzata anche quest’anno da wein.kaltern, l’associazione che promuove il territorio di Caldaro e che riunisce le maggiori realtà produttive della zona, avrà inizio alle ore 18.00 in Piazza Mercato e sarà animata dalla performance musicale di Chris Costa, raffinato cantante, musicista, compositore.

I vini bianchi di Caldaro

La zona classica di produzione dei vini bianchi di Caldaro si estende a un’altitudine di 500 m. s.l.m. In questa zona, molto vocata, il vento, che scende dalla catena montuosa della Mendola, asciuga le uve e  rinfresca le notti estive caratterizzate da una elevata escursione termica che conferisce a questi eleganti vini una spiccata aromaticità. Anche i terreni calcarei di questi luoghi sono ideali per la produzione di vini bianchi caratterizzati da una buona acidità. Sui pendii rivolti a sud troviamo soprattutto il Sauvignon e lo Chardonnay, su quelli orientali il Pinot Bianco e il Pinot Grigio.

Per maggiori informazioni:
Ass. Turistica di Caldaro al Lago
Tel. 0471 965 410
info@wein.kaltern.com www.wein.kaltern.com

AUSTRIA WINES, LA FORZA DEL CLIMA
Intervista audio a Willy Klinger

Tuesday, April 20th, 2010

I lettori di WineBlog stanno imparando ad apprezzare l’Austria come un Paese capace di proporre vini molto interessanti, in particolare tra i bianchi e i vini dolci, come sappiamo dai nostri partner del Burgenland.

Willy Klinger, Direttore dell’Ufficio per la promozione del vino austriaco, ci fornisce i numeri dell’export austriaco ma anche le linee di una strategia di marketing capace di esaltare i punti di forza di questi vini, uno su tutti: il clima, potendo definire l’Austria come un Paese che offre una mescolanza tra clima nordico e mediterraneo, un mix che si esprime attraverso la freschezza tipica dei vini austriaci.

Intervista a Willy Klinger (6.8Mb, 7′26″) >

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Intervista di Andrea Bianchi

AZIENDA AGICOLA LE ROSE
Con Luca D’Attoma

Tuesday, April 20th, 2010

logoLeRoseDalle parole di Luca D’Attoma – enologo e titolare dell’azienda Due Mani, partner di WineBlog – e del titolare dell’Azienda Agricola Le Rose, Aldo Piccarreta, sentiamo il vivo racconto di un progetto enologico nuovo, di un’azienda giovane che nella zona dei castelli romani, tra Genzano e Velletri, si pone la sfida di produrre un vino superiore per qualità e ricerca a quanto questa zona generalmente propone, reintroducendo i vitigni tipici di questo territorio dalle origini vulcaniche e lavorando con sistema biologico.

Azienda Agricola Le Rose (4,3 Mb, 9′21″) >

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

VERSILIA WINE ART
Etichette d’Autore

Thursday, March 25th, 2010

versilia_wine_artSi terrà a Pietrasanta dal 27 al 29 marzo la seconda edizione del Versilia Wine Art Festival. L’evento, promosso dal Comune di Pietrasanta in collaborazione con l’associazione Versilia Wine Art, ha come obiettivo di rimarcare l’importante ruolo a livello internazionale che Pietrasanta si è conquistata nel panorama artistico, rendendola ideale cornice di un grande festival che vuole diventare punto di riferimento in Toscana per l’esposizione di vini italiani e non solo. La manifestazione è inserita nel calendario delle più importanti rassegne in Italia e all’estero con una campagna stampa promossa dall’associazione “Le strade del vino e dell’olio” di Lucca, Montecarlo e Versilia.

Versilia Wine Art Festival, come già avvenuto con grande successo in occasione della prima edizione, favorirà l’incontro del pubblico degli appassionati con quello degli intenditori d’arte che gravita in Versilia. L’evento vuole essere un momento in cui l’arte e il vino si fondono insieme per dare vita ad una manifestazione particolare e unica nel suo genere, destinata a ripetersi nel futuro. Nell’arco dei tre giorni sono previsti due momenti distinti uniti dal filo conduttore del gusto.

In piazza Duomo sarà allestito il Palavino, un padiglione che ospiterà più di 100 espositori per un totale di oltre 600 etichette proposte. Uno spazio sarà dedicato alla produzione di vino locale; il pubblico avrà modo di apprezzare l’eccellente produzione vitivinicola versiliese con la possibilità di un confronto diretto con i produttori. Il percorso proseguirà poi all’interno del Sant’Agostino, in particolare verrà creato un Chiostro del Gusto con aziende selezionate italiane che proporranno la degustazione dei loro prodotti alimentari (salumi, formaggi, biscotti artigianali).

Sempre nelle sale del Sant’Agostino non mancherà un angolo dedicato alle degustazioni di champagne e grandi vini italiani guidati da giornalisti ed esperti enologici che approfondiranno ogni aspetto. Sarà la città di Pietrasanta ad incoronare il “vino bianco dell’estate 2010”. Una commissione di esperti giornalisti delle riviste italiane di settore assaggerà infatti etichette ancora non in produzione per un’assoluta anteprima che premierà il gusto più frizzante da abbinare alle serate di calura estiva.

Durante la ‘tre giorni’ del Versilia Wine Art Festival sarà possibile degustare menù con proposte di prodotti tipici locali in alcuni ristoranti di Pietrasanta che contribuiranno così ad arricchire le giornate del gusto regalando un’avventura gastronomica davvero unica. La mostra Art Festival, curata dal critico d’arte e giornalista Lodovico Gierut, propone l’originale esposizione delle “Etichette d’autore”. L’esposizione si terrà dal 24 al 30 marzo a Pietrasanta, presso la Chiesa di S. Agostino.

La mostra “Etichette d’autore” verrà allestita in due parti. Nella prima saranno presentate le etichette cartacee delle maggiori case vitivinicole. Nella seconda le etichette realizzate da numerosi e importanti artisti provenienti dall’intera penisola.
Le “Etichette d’autore” sono state pensate dal curatore Lodovico Gierut come “serie” vere e proprie, diversificate in maniera tale da partire dal dato figurativo per arrivare a quello comunemente definito astratto. Le etichette potranno di volta in volta esaltare il “vino” e la zona specifica dove si coltiva la vite, l’uva, il colore, la gente che la raccoglie, i luoghi dove la si lavora e conserva. Ogni artista è stato invitato a presentare liberamente “l’etichetta d’arte” che lo qualifica e lo espone al giudizio pubblico.

LE R(ae)GIONI DEL BIANCO
Vernaccia di San Gimignano VS. Soav

Thursday, March 4th, 2010

raegioniVernaccia di San Gimignano e Soave saranno i bianchi protagonisti il 9 e 10 maggio a Lido di Camaiore, in Versilia per “Le Raegioni del bianco“. Nella intensa due giorni nelle sale dell’Hotel Dune il pubblico degli appassionati e degli operatori avrà a disposizione un’ampia platea di vignaioli che spiegheranno i loro terroir, i modi, i gesti e, naturalmente, il risultato nel bicchiere. Così potrà toccare con mano l’originalità dei profumi, la mineralità e la sapidità che spesso marcano la beva, e soprattutto una dote alla quale ambiscono entrambe le tipologie: quel potenziale di longevità che invidiamo tanto ai bianchi francesi ma che a ben vedere sta nelle corde di molti nostri vini da vitigno autoctono, Vernaccia e Soave in primis, e che sarà dimostrato dalle vecchie annate messe in degustazione dai produttori.

Un appuntamento ghiotto anche per gli operatori del settore, che alla vigilia della nuova stagione turistica potranno andare a caccia di conferme o di sorprese, quanto mai necessarie per cercare di stupire ed incuriosire un consumatore sempre più smaliziato. Da segnalare, infine, la cena della domenica sera in compagnia dei vignaioli, durante la quale si potranno assaggiare oltre 100 etichette opportunamente abbinate.

Per informazioni: infoacquabuona.it – Tel. 3356814021

Le Raegioni del Bianco

Domenica 9 maggio, ore 14-19 degustazione

Ingresso € 15 (€ 10 per soci AIS, Fisar, ONAV, Slow Food e per gli iscritti al notiziario de L’AcquaBuona, che riceveranno a tal fine un messaggio di posta elettronica in prossimità dell’evento).

Domenica 9 maggio, ore 21 grande cena in compagnia dei vignaioli e dei loro vini

Costo € 40. Cena servita al tavolo, con possibilità di assaggio libero di oltre 100 etichette in rappresentanza di tutti i produttori presenti. Più sotto il menù…

Lunedì 10 maggio, ore 11-18 degustazione

PROSECCO DI VALDOBBIADENE E CONEGLIANO
Dopo la D.O.C.G., la culla del Prosecco diventerà patrimonio umanità UNESCO? Intervista audio a Franco Adami

Wednesday, December 9th, 2009

proseccoFranco Adami, Presidente del Consorzio di Tutela del Prosecco, parla ai microfoni di WineBlog dell’importante rivoluzione che proprio quest’anno anno ha segnato la storia del Prosecco.
Sottolineando lo stretto legame che intreccia il vitigno al territorio di Valdobbiadene e Conegliano, Franco Adami racconta della tradizione che, dall’introduzione del Prosecco alla nascita della D.O.C. fino al riconoscimento della D.O.C.G., rende onore e prestigio al brand italiano.

Con la D.O.C.G. il Prosecco di Valdobbiadene acquisisce un insieme di tutele che si riassumono in primo luogo nella denominazione del prodotto stesso. Nel corso dell’audio intervista il Presidente del Consorzio di Tutela del Prosecco descrive infatti le nuove nomenclature che ci permetteranno di riconoscere facilmente la provenienza e quindi la qualità del prodotto.

Tradizione che si fonde all’innovazione, un’innovazione che non si ferma al riconoscimento della D.O.C.G. ma che aspira ad annoverare la zona di Valdobbiadene e di Conegliano quale primo territorio vitato facente parte del patrimonio UNESCO.

Ascolta l’intervista a Franco Adami sulla Wine-Blog.TV!

Intervista di Andrea Bianchi

PROSECCO ANDREOLA: nastri d’oro, d’argento e riconoscimenti di merito al Forum Spumanti d’Italia

Monday, August 31st, 2009

spumanti.jpgIl Prosecco di Valdobbiadene firmato Andreola continua a ricevere riconoscimenti importanti. Gli ultimi meriti saranno conferiti in occasione del V° Forum Spumanti d’Italia che si terrà dal 4 al 7 settembre a Valdobbiadene.

L’intervista che oggi vi proponiamo, realizzata da Jessica Ceotto a Stefano Pola, descrive le particolarità della manifestazione, le modalità di selezione e premiazione da parte della giuria e l’importanza che questi riconoscimenti assumono per l’Azienda Andreola. A tal proposito il produttore veneto esprime il proprio parere in merito al dibattito pochi mesi fa lanciato da WineBlog e relativo all’importanza assunta dai concorsi enologici per le aziende produttrici di vino: partecipare o meno? Per Andreola la risposta è evidentemente sì, Stefano Pola ci spiega il perchè.

Ascolta l’intervista a Stefano Pola (6′06” 5,59 Mb)

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

GEWURZTRAMINERSettimo simposio internazionale

Wednesday, July 8th, 2009

Settimo simposio internazionale del Gewurztraminer dal 9 all’11 luglio 2009 a Termeno (Bz), come sempre con un programma ricco di incontri e degustazioni. Si comincia giovedì 9 luglio alle 13 con la presentazione dei Gewuerzatriminer prodotti in provincia di Bolzano, in abbinamento a un altro prodotto tipico altoatesino: la mela. Saranno gli stessi produttori, del vino e della mela appunto, ad illustrare le rispettive caratteristiche. (more…)

MÜLLER THURGAUXXII Rassegna internazionale

Wednesday, June 3rd, 2009

Il celebre vino bianco di montagna Müller Thurgau diventa ancora una volta protagonista dal 1 al 5 luglio 2009 a Cembra nella sua XXII Rassegna internazionale che ospita oltre cento produttori provenienti da Italia, Germania, Repubblica Ceca ed Ungheria, e correlata alla VI edizione del Concorso Internazionale vini Müller Thurgau. La Rassegna del Müller Thurgau rappresenta un’occasione unica per avvicinare e conoscere un vino dai risvolti inediti, attraverso momenti di degustazione guidata, laboratori e abbinamenti enogastronomici. (more…)