Archive for the ‘Enoturismo’ Category

VIAGGIO DI SAPORI
DAGLI APPENNINI ALLE ALPI

Tuesday, November 16th, 2010

BottiVenerdì 19 novembre, sarà una serata speciale in cui si incontreranno i prodotti e le storie di 2 Strade del vino e dei sapori: quella dell’Appennino Bolognese e quella delle Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra.

La serata inizierà (presso la Cantina di LA Vis) alle ore 19.00 con un Aperitivo“spumeggiante”: i produttori emiliani vi acconteranno e vi faranno assaggiare le loro specialità: dallo squacquerone al prosciutto, dal pane di grani antichi al tartufo.

Le bollicine del TRENTODOC di Abate Nero, Azienda Agricola Zeni, Cantine Monfort e il Filii dell’Azienda Agricola Pojer e Sandri ed i loro produttori vi accompagneranno durante questo momento di festa.

Continueremo poi con una cena preparata a 6 mani da 3 chef trentini in cui assaporeremo i prodotti dell’Appennino abbinati a vini selezionati.

Maria Nardin de La Locanda del Passatore di Faver, Renata Bazzanella della Pensione Maria “Turismo Rurale” di Piscine di Sover, e Marco Bortolotti del Ristorante Vecchia Segheria di Baselga di Pinè ci prepareranno:

Tagliatelle di pasta fresca al tartufo bianco
Müller Thurgau Vigna delle Forche 2009 della Cantina Valle di Cembra
Crespella di farina di kamut con la ricotta emiliana bio e le ultime erbe autunnali
Pritianum 2008 della Vignaiolo Fanti
Filetto in crosta di polvere di porcini secchi e maggiorana con purea di sedano rapa, verza stufata e ristretto di carne al Barbera
Barbera dell’Azienda Agricola I Cappucci
Millefoglie di ricotta emiliana bio su zuppetta di pere
Pinze, raviole, zuccherini e altri dolci emiliani
Pignoletto passito Colline Marconiane dell’Azienda Agricola I Cappucci.

Costo della serata: € 35,00 bevande incluse.

Scarica la locandina dell’evento.

Per info e prenotazioni: Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra, tel. 0461-680117, cell. 345-7054561, info@stradadelvinoedeisapori.it,

CALICI NEL MONDO ANTICO
19-20 novembre 2010

Tuesday, November 16th, 2010

pie

Un’iniziativa importante in grado di destagionalizzare il turismo e rilanciare il magnifico centro storico di Bisceglie, cittadina pugliese della Provincia di Barletta – Andria –Trani: questo l’intento degli organizzatori della seconda edizione diCalici nel Borgo Antico che si terrà il 19 e 20 novembre prossimi.

La suggestiva cornice del vecchio borgo, vero e proprio cuore del paese, rappresenta con le sue caratteristiche viuzze e piazzette la location ideale per le manifestazioni legate alla cultura, al turismo e alla promozione delle specialità culinarie della Regione.
Il territorio, che vanta una storia antica e nobile, era abitato sin da epoche remote, come testimoniato dai dolmen, e si è arricchito nei secoli dall’avvicendarsi di più dominazioni straniere: dai Normanni di Roberto il Guiscardo agli Angioini, dagli Aragonesi ai Borboni del glorioso Regno delle due Sicilie, ognuna delle quali ha lasciato tracce significative nel notevole e complesso patrimonio artistico tutt’oggi godibile nel territorio, e meta di continue visite turistiche.

In questo contesto, l’evento “Calici nel Borgo Antico” è destinato a richiamare sia l’attenzione di intenditori ed estimatori di vino, che di turisti e curiosi di tutta Italia. Le pregiate qualità di vini proposte dalle cento cantine vinicole della Puglia presenti, accompagnate dai prodotti gastronomici della tradizione locale, saranno degustate all’interno di portoni storici (solitamente riservati alla fruizione di privati) che sveleranno i propri tesori architettonici, divenendo un elegante palcoscenico.
Al contempo, spettacoli di arte venatoria, rappresentazioni di gruppi medievali in costume, danze e musica dal vivo allieteranno i visitatori in un clima di festa e convivialità.

In questo modo, l’iniziativa organizzata dall’”Associazione Borgo Antico Bisceglie” punta a rappresentare il principale momento di promozione e commercializzazione diretta dei vini prodotti in Puglia.

Ingresso libero.

Per informazioni è possibile rivolgersi al numero 080.3960970 oppure visitare il sito internet www.calicinelborgoantico.it.

PANELLE & CHAMPAGNE 2010

Thursday, November 11th, 2010

champagneCresce l’attesa per “Panelle & Champagne” incontro di sapori, incontro di due simboli enogastronomici per i rispettivi territori: le panelle palermitane e lo champagne francese, le prime considerate “povere”, il secondo emblema di ricchezza e charme. Ma a crescere è anche il numero delle maison che saranno presenti il 12 novembre alle 19 al Telimar, sul lungomare Cristoforo Colombo (Addaura) a Palermo, dove è stata organizzata la manifestazione.

Ad aderire all’iniziativa, infatti, sono ben 25 case produttrici francesi: Ayala, Baron-Fluenté, Brochet-Hervieux, Bruno Paillard, Camille Savès, Claude Cazals, De Sousa & Fils, Duval-Leroy, Fleury Père et Fils, Franck Pascal, Jacquesson, Jean Milan, Jean Pernet, Joseph Perrier, Mandois, Marie Le Brun, Perrier Jouet, Philizot and Fils, Pierre Moncuit, Pommery, Steinbrück, Taittinger, Tarlant, Tenuta Setteponti, Veuve Doussot.
L’appuntamento, organizzato dal giornale on line Cronachedigusto.it e dal circolo Telimar, si tiene per il terzo anno consecutivo e sta diventando un “classico” tra gli eventi enogastronomici regionali e nazionali. A sostenerlo sono Fiat Center Palermo, Banca Nuova, Caraiba, Alessi, Auto Europa, Barbera, Colori del Sole, Evian, Rougié, Selecta, Caffè Spinnato e Zeta Printing.

Dove acquistare i biglietti: i biglietti di ingresso si possono acquistare a Palermo da Enoteca Picone, in via Marconi 36, da Oliver Wine Bar, in via della Liberta 92, e al circolo Telimar sul lungomare Cristoforo Colombo (Addaura), al costo di 25 euro. Per informazioni è possibile scrivere a info@cronachedigusto.it.

Il concorso:  non solo piacere del gusto ma anche un po’ di gioco a Panelle & Champagne. Anche quest’anno, infatti, sarà premiata la migliore etichetta, votata dai partecipanti alla serata che saranno così coinvolti in una scoperta emozionante tra i mille volti dello champagne. E a conclusione del concorso è prevista un’estrazione con premio: un fortunato si aggiudicherà la magnum tra le bollicine più votate.


MERANO WINE FESTIVAL 2010:
SI DIA INIZIO ALLE DANZE!

Wednesday, November 3rd, 2010

event-66

Siamo finalmente entrati nella settimana del 19esimo Merano Wine Festival ed ora, dopo le anticipazioni di Helmut Koecher e gli eventi delle scorse settimane, è tempo di recarsi nella bellissima cittadina altoatesina e dare inizio alle danze!

Tutto è pronto, tutti sono alle postazioni di partenza, una partenza che sebbene si ufficializzi nella giornata di venerdì 5 novembre, inizia già giovedì 4 quando dalle 19 alle 23 si terrà il Merano WineFestival Pre-Opening-Event. Nel corso della serata si avrà modo di degustare  un vino indiano (Grover vineyards aus Nandy Hills/vicino a Bengalore, uva Shiraz e Viognier) del guru Michel Rolland, di provare l’esperienza del confronto tra Franciacorta e Prosecco, dei vini con temperamento e classe dalla Toscana, quelli forti dell’Etna/Sicilia e molto, molto altro.

Dal 5 al 8 novembre avrà invece inizio la kermesse vera e propria ospitata anche quest’anno nella prestigiosa cornice del palazzo del Kurhaus di Merano. Nelle sue prestigiose sale si troveranno ben 486 aziende vitivinicole italiane ed internazionali (sezione Wine); 52 aziende di vini (bio&dynamica); 90 produttori di specialità artigianali selezionati nella sezione Culinaria; 15 distillatori (Aquavitae&Liquores); 10 birrifici artigianali (BeerPassion), 10 Wine Resorts e la gustosa GourmetArena.

Ad inaugurare il 19° MWF è la bio&dynamica, nell’ambito della quale 50 aziende vitivinicole italiane ed internazionali selezionate, certificate biologiche e/o biodinamiche, propongono in degustazione i loro vini, nella maggior parte con riferimento alla filosofia del mondo di Rudolf Steiner.

La bio&dynamica è l’evento di apertura del 19° Merano International WineFestival ed avrà luogo venerdì, il 5 novembre 2010, dalle ore 10-18 nell’elegante Pavillon des Fleurs del Kurhaus di Merano.

Clicca qui per vedere il programma della manifestazione.

TERRA MADRE IN TRENTINO
40 Comunità del Cibo da 22 Paesi del Mondo

Tuesday, October 26th, 2010

ciboDal 26 al 30 ottobre, nei territori e nelle Comunità del Cibo del Trentino!

La Condotta Slow Food Trentino ideatrice di un evento in cui le delegazioni provenienti da tutto il mondo incontreranno le Comunità del Cibo Trentine, i produttori, le istituzioni e la gente del luogo per dar vita ad uno scambio e ad rete che possano durare nel tempo con una serie di appuntamenti alcuni riservati ed altri aperti al pubblico. Coinvolte anche le Strade del Vino e dei Sapori del Trentino con alcuni produttori e ristoranti appartenti al mondo Slow Food e con una testimonianza sul tema del “Turismo del Gusto”.

Ma cosa succede in Trentino dal 26 al 30 ottobre?

Welcome World! – 26/10 – ore 18.30 - Distilleria Marzadro : Benvenuto ufficiale da parte di Sflow Food Trentino alle Comunità straniere – A seguire briundisi con i vini della cantina Endrizzi e cena con le minoranze linguistiche del Trentino. Appuntamento aperto al pubblico.

Le Cene Conviali – 27/10 – ore 20.30: contemporaneamente in tutte le Condotte Slow Food del Trentino si terranno dei momenti d’incontro in cui le Comunità stranere ospiti racconteranno le loro esperienze in compagnia di un menù che vuole esaltare i prodotti del territorio della Comunità del Cibo ospitante. Questi i ristoranti coinvolti:

  • Locanda D&D – Sasso di Nogaredo – 0464 4110777
  • Osteria Storica Morelli – Canezze di Pergine – 0461 509504
  • PerBacco Ristorante Wine Bar- Mezzolombardo – 0461 600353. Il menù sarà a sorpresa, composto da più portate e preparato nel rispetto delle tradizioni culturali e culinarie dei delgati stranieri ospiti della serata.
  • La Berlocca – Predazzo – 0462 522880
  • Ristorante Cant del Gal – Val Canali – 0439 62997.

Cene aperte al pubblico. Prenotazione obbligatoria presso i ristoranti.

Gli incontri territoriali – 27 e 28/10 – Ogni Condotta trentina ospiterà sul proprio territorio in delegati stranieri al fine di raccontare le proprie esperienze, far toccare con mano la propria realtà e delineare i possibili scenari di collaborazione. Le visite presso le singole realtà produttive sono aperte al pubblico. Scopri il programma di ogni Condotta sulla brochure allegata.

Workshop – 29/10- Trento – Riservati ai delegati delle Comunità del Cibo straniere e trentine per confrontarsi su tre temi importanti:

Verso Terra Madre Trentino
Turisti per Gusto. Tra le testimonianze anche le Strade del Vino e dei Sapori del Trentino
Produttori protagonisti
1° Mercato della Terra Slow Food Trentino – 29/10, dalle 17 alle 21, Villa Lagarina: inauguraizone del primo Mercato della Terra in Trentino

Verso Terra Madre Trentino – 30/10, dalle 9.20 alle 12.30, c/o Trento Fiere – Trento: in occasione di “Fa la Cosa Giusta” seduta plenaria aperta asl pubblico con relazioni sui workshop del giorno precedente ed inteventi delle delgazioni straniere e delle istituzioni provinaciali.

Bai Bai Partyamo! – 30/10, ore 18.30, Locanda del Tre Chiavi – Isera: un momentio di festa e saluto aperto al pubblico tra sapori autentici di oggi, ricordi del passato e buoni propositi per il futuro. 15€ (20€ per i non soci Slow Food).

SCARICA LA BROCHURE CON IL PROGRAMMA COMPLETO

‘DI VIN OTTOBRE 2010′
Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra

Friday, October 22nd, 2010

DiVin Ottobre 2010Nei fine settimana dal 15 al 17 e dal 22 al 24 ottobre l’evento “Di Vin Ottobre” sarà l’occasione per scoprire la Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra, percorrendo un viaggio di gusto, tra colori e sapori d’autunno visitando cantine, aziende agricole, ristoranti e agriturismi.

Tante le iniziative proposte: gustosi piatti proposti in abbinamento agli ottimi vini del territorio, visite alle cantine con degustazioni mirate, passeggiate nei vigneti degli antichi masi e suggestivi panorami autunnali.

Ecco dunque il ricco contenuto di un appuntamento da non perdere:

Scarica la brochure dell’evento.

INFORMAZIONI
Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra

Tel. 0461-680117 e 683110
info@stradadelvinoedeisapori.it

PRIMA FESTA DEL VINO
INCONTRO CON IL PIEMONTE!

Thursday, October 7th, 2010

untitledIncontra i vini del Piemonte!

Nasce nel Comune di Bollate un nuovo evento per promuovere importanti territori del vino italiano.

Nella prima edizione ospite sarà il Piemonte, una delle più importanti Regioni vinicole nazionali dove la viticoltura è presente in una vasta parte del territorio ed in molte zone la sua presenza segna la storia del luogo.

A fianco dei vini saranno presentati i prodotti tipici rappresentativi della produzione regionale che proporranno sfiziosi abbinamenti. Ogni visitatore potrà quindi effettuare le degustazioni acquistando un calice di vetro, con la possibilità poi di scegliere e confrontare i vini in degustazione incontrando direttamente i produttori.

Ad oggi hanno aderito:

  • Silvano Bolmida – Monforte d’Alba (Cn);
  • Cantina Francone – Neive (Cn); Cantina Soc. di Castagnole
  • Monferrato (At);
  • Cantine Briamara – Caluso (To);
  • Giribaldi Mario – Rodello (Cn);
  • Il Vino dei Padri – Monale (At);
  • La Gironda – Nizza Monferrato (At); Nizza Silvano – S. Stefano Roero (Cn);
  • Terre dei Santi – Castelnuovo Don Bosco (At);
  • Gli Antipasti tipici piemontesi – Galfrè Antipasti d’Italia – Barge (Cn).
  • I formaggi tipici cuneesi – Selezione di Damiani Marco – Frabosa Soprana (Cn).
  • Il Cioccolato artigianale – Sweet & Chocolate – La Loggia (To).
  • Gli amaretti - Cav. Vicenzi Franco – Mombaruzzo (At).

Il costo della degustazione è di € 10,00 (€ 8,00 Soci Go Wine,Soci Ais, Onav e Fisar). L’ingresso sarà gratuito per coloro che, durante la manifestazione, decideranno di associarsi a Go Wine.

Appuntamento al 10 ottobre!

Per maggiori informazioni:
Go Wine
Tel. 0173 364631

“GIUDICI PER UN GIORNO”
In compagnia di Roberto Gatti

Tuesday, September 28th, 2010

Giovedì 30 settembre, presso il Palazzo Roccabruna di Trento, ospite Roberto Gatti per giocare con il vino.

Come si svolge un concorso enologico? Quali sono i parametri di valutazione dei vini? Che cosa succede all’interno di una giuria? Come si compila una scheda di valutazione?

Per rispondere a queste ed altre curiosità giovedì 30 settembre ad ore 18 Palazzo Roccabruna ospiterà un giudice degustatore che negli anni ha accumulato una lunga esperienza in concorsi enologici internazionali, Roberto Gatti, giornalista ed animatore del sito www.winetaste.it.

Gatti coinvolgerà il pubblico in un simpatico gioco che rivelerà le modalità di svolgimento dei concorsi enologici e trasformerà gli ospiti dell’Enoteca in “Giudici per un giorno”.
(è gradita la prenotazione tel. 0461/887101).

IDENTITA’ IMMUTATE A “CALICI DI LUNA”
Ad Acquaviva delle Fonti il 25 e 26/09

Friday, September 24th, 2010

Calici-di-luna-VOLANTINO-FRInterna alla “Rassegna delle eccellenze enogastronomiche di Puglia, in Terra di Bari”, sabato 25 e 26 settembre p.v., ad Acquaviva delle Fonti (Ba) si terrà l’evento “Calici di Luna“.

Sotto l’insegna del sodalizio, nel dolce periodo della vendemmia, si terrà così la manifestazione Calici di Luna che porterà nella località pugliese una rappresentanza di Identità Immutate® e permetterà al pubblico di conoscere e degustare, negli appositi stand allestiti nel borgo, molte specialità non solo di Acquaviva, tra cui l”Elisir Nettare di Vino” (ottenuto da Primitivo pugliese), ma anche del paniere del movimento, come il vino Doc Candia dei Colli Apuani.

In puro stile Identità Immutate®, proseguendo il suo consolidato iter, la “carovana” di produttori e di responsabili, provenienti soprattutto dalla Toscana, sarà protagonista dell’evento il cui clou può essere considerato il “gemellaggio cultural-gastronomico tra la Terra di Bari e quella di Massa-Carrara”, capofila del movimento: le due località si riconoscono affini per attenzione all’ambiente, qualità della vita, prodotti genuini e anche problematiche, proprie delle zone vocate ad una agricoltura eroica. A stringere il legame, sull’asse Puglia-Toscana, oltre ai padroni di casa, penseranno Domenico Ceccotti, assessore all’Agricoltura della Provincia massese, e la stessa ideatrice di Identità Immutate®.

Altro appuntamento in programma, che si preannuncia d’interesse comune, è il “talk show” dedicato al tema “Enogastronomia: quali sbocchi per la Regione” che si svolgerà sabato 25 settembre alle ore 18,30, nel Salone delle Feste, a Palazzo De Mari. Il dibattito, a cui parteciperanno professionisti del settore, giornalisti e operatori enogastronomici di tutta l’Italia, cercherà di individuare nell’ambito della produzione agro-alimentare spunti e modi per sostenere l’economia locale, in questi tempi difficili di crisi.

Sempre nel filone tradizionale del movimento, domenica 26 settembre, verranno assegnati premi ai migliori vini e prodotti tipici, presenti a “Calici di Luna”, a insindacabile giudizio di una giuria di specialisti. Ma anche i visitatori potranno esprimere le loro preferenze per uno o l’altro prodotto, misurando le proprie competenze in materia.

Consapevole dell’importanza di incrementare la conoscenza del pubblico nei confronti della nostra produzione, l’Associazione Terraviva di Acquaviva delle Fonti, impegnata nella promozione e nello sviluppo del territorio, ha organizzato la kermesse “Calici di Luna” nel paese celebre per il suo Osservatorio astronomico Internazionale. Il consorzio, insieme a Identità Immutate®, invita perciò appassionati e addetti ai lavori a trascorrere due giorni di fine settembre sotto il benevolo influsso della luna, per celebrare una parte preziosa del patrimonio enogastronomico del made in Italy.

Fonte: Penisolabella.it

Per informazioni al pubblico:
Segreteria Organizzativa, Associazione Terraviva di Acquaviva delle Fonti (Ba), tel 080 762667; cell. +39 366 4620156; terravivadiacquaviva@libero.it

Identità Immutate® nasce nel gennaio 2002 per promuovere le produzioni enogastronomiche di alta qualità e di limitata quantità.
Il movimento non-profit “Identità Immutate®”, creato e diretto dalla giornalista Rosanna Ercole Mellone e tenuto a battesimo nel maggio 2002 dalla Mostra biennale “Spino Fiorito” (Le piccole, grandi Italie nel bicchiere), a Massa-Carrara, unisce in una rete solidale i piccoli territori italiani rimasti fedeli alle proprie radici storiche, culturali e artigianali e bisognosi di visibilità e di tutela in un mercato globalizzato.

Agli intenti comuni si abbinano strategie collettive, con scambi di esperienze e di ospitalità tra gli aderenti, durante fiere, convegni e mostre, in modo da far conoscere in tutta l’Italia i “tesori” di micro-aree altrimenti ignorati. Per mezzo delle numerose iniziative, anche mediatiche, i territori del movimento sono posti all’attenzione di un turismo colto, il cui viaggio passa, non solo attraverso le bellezze naturali, l’arte e il folklore, ma anche per le vie dei sapori e dei prodotti di pregio.

Partner di “Identità Immutate®” sono: in Toscana= la Provincia di Massa-Carrara; la Garfagnana (Lucca); Calenzano (Firenze); Cortona (Arezzo); San Gimignano (Siena); in Italia= il Fermano nelle Marche; il nord-ovest del Salento (Lecce); Conversano, Acquaviva delle Fonti e Alberobello di Bari; Alcamo (Trapani); Basicò a Messina; i produttori della montagna del Sud del Consorzio Ater (Abruzzo e altre regioni); la Food Valley di Parma; le Terre dei Forti del Veneto; il comprensorio di Savigliano (Cuneo), la montagna della Valtellina e del Trentino, etc.

Lunghissimo è l’elenco dei personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo, della medicina e dell’enogastronomia e i rappresentanti delle Associazioni di categoria, che sono stati ospiti di tali eventi, a vario titolo: Giorgio Calabrese, Fausto Cantarelli, Beppe Bigazzi, Andy Luotto, Davide Riondino, Maurizio Barenson, Dun Gifford della “Oldways” americana, Jeffrey Philip Martin (fiduciario commerciale in Italia del Principe Carlo d’Inghilterra), Luigi Veronelli, Gioacchino Bonsignore di Canale 5, Gianfranco Vissani, Bruno Gambacorta di Eat Parade Rai 2, Enrico Barcella e Giorgio Battaglia (autori di Rai 1), Anna Scafuri e Marco Franzelli (giornalisti di Rai1 Economia e Rai1 Mattina), Carlo Cambi, Paolo Marchi, Dario Cecchini, Mara Carfagna, Daniele Rossi della Federalimentare, Stefano Masini della Coldiretti, Francesco Ferrante di Legambiente, Franca Braga di Altroconsumo, Gianni Cavinato di ACU, Lucy Gordan e Patricia Guy (giornaliste specializzate americane), Fabio Campoli, Igles Corelli, Andrea Ghiselli dell’Inran, Paolo Massobrio, Lamberto Sposini, Marco Columbro, Gianpietro Comolli di Altamarca, etc.
Altrettanto lunga è la lista degli eventi celebrati sotto l’egida di Identità Immutate: “Spino Fiorito” (sei edizioni a Massa), “Buon’Italia” (due edizioni alle Fiere di Carrara), “Inycon” (a Menfi, in Sicilia), “Bancarel’Vino” (quattro edizioni a Mulazzo, in Lunigiana), “Tipicità” (a Fermo, nelle Marche), ”Sapori” (due edizioni a Fivizzano, Massa), “SicilGusto” (Barcellona Pozo di Gotto di Messina), “Rosa fresca aulentissima” (tre edizioni ad Alcamo, Trapani), Cosèta d’Or (quattro edizioni a Sala Baganza, Parma), Madama la Piemonteisa, Fruttinfiore, la Festa del Pane (a Savigliano di Cuneo), Fiera dell’olio e dei Cosméoli (sei edizioni a Calenzano, Firenze), Cipolle d’Italia (sei edizioni a Bagnone, Ms), etc.

Info: Rosanna Ercole Mellone, tel/fax 0521/483988 tel. 0187/495107 E-mail: rercolem@tin.it

BENVENUTA VENDEMMIA 2010
Cantine aperte domenica 26 settembre

Friday, September 24th, 2010

wikimedia commonsLa volontà di riscoprire e rivivere nelle campagne la straordinaria atmosfera di festa legata al periodo della raccolta tradizionalmente legato alla vendemmia, ha portato il Movimento Turismo del Vino Trentino Alto Adige a dedicare domenica 26 settembre 2010 a celebrare la festa con Benvenuta Vendemmia un momento strategico e fortemente significativo della stagione vinicola. In tale occasione le cantine associate al Movimento Turismo del Vino Trentino Alto Adige invitano gli enoturisti a trascorrere una domenica di settembre in vigna per scoprire il momento più importante per la produzione vinicola: la vendemmia.

Nel rispetto assoluto delle fasi di lavorazione che caratterizzano il periodo, Benvenuta Vendemmia, come Cantine Aperte, è l’occasione ideale per aprire le porte delle aziende e far assistere turisti e visitatori alle fasi topiche del ciclo di produzione, coinvolgendoli direttamente attraverso passeggiate fra i vigneti, visite alle aziende, degustazioni dei prodotti tipici abbinati ai vini di produzione.

L’organizzazione di momenti dedicati alla degustazioni di prodotti tipici realizzati direttamente in azienda, darà vita ad una vera “festa della vendemmia” che contribuirà al massimo coinvolgimento di appassionati ed esperti, consentendo ad ognuno di approfondire il proprio rapporto con il territorio e le sue risorse.

Dopo il successo riscosso lo scorso anno, Benvenuta Vendemmia, si annuncia un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati della cultura enologica italiana.

Un’occasione unica per respirare la calda atmosfera che caratterizza la vendemmia, dove speranze, fatiche e amore per la propria terra si concretizzano nel raccolto dell’uva.

PROGRAMMA:

Cantina Sociale Roverè della Luna Soc. Coop. Agr (Roverè della Luna, Via Quattro Novembre, 9 – 38030 TN – Tel. 0461 658530; Fax. 0461 659065 – www.csrovere1919.it)

  • Ore 14.00Ritrovo in Cantina, con accoglienza e benvenuto dei partecipanti e due chiacchiere sulla Cantina

  • Ore 14.30 – 15.00 Trasferimento in un vigneto vicino e visita ad uno degli ultimi vigneti di Schiava! Potrete assistere ad uno scorcio di vendemmia da parte del socio proprietario del vigneto e della sua famiglia e i grappoli raccolti saranno poi messi in cestini che alla fine della visita ogni partecipante potrà portare a casa in ricordo della giornata.

  • Ore 16.00 – 16.30 Merenda col Contadino! Direttamente in vigneto una golosa e festante tavolata di prodotti tipici (salumi e affettati, formaggi, pane, dolci e succhi per i più piccini) con alcuni produttori soci della Strada del Vino e dei Sapori della Piana Rotaliana, accompagnati, ovviamente, dai vini della Cantina (Pinot Grigio e Sancta Anna).

Senza dubbio per la merenda ci raggiungeranno anche alcuni dei nostri soci conferitori e vi ritroverete così immersi nello spirito contadino della vendemmia.

Per motivi organizzativi il numero di partecipanti sarà limitato a non più di 60 persone, è quindi gradita conferma di partecipazione, entro gioved’ 23 settembre, telefonando o inviando una mail ai recapiti: Tel. 345 3840201, sara.gardoni@csrovere.com

In caso di maltempo, pioggia e/o troppo freddo, c’è la possibilità di accogliere ugualmente i partecipanti più audaci offrendo una visita in cantina e una degustazione con piccola merenda.

“I RIFUGI DEL GUSTO”
Dal 20 settembre al 3 ottobre 2010

Friday, September 24th, 2010

rifugidelgusto-2010(1)Si chiama «I Rifugi del Gusto» l’iniziativa che Assessorato all’agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia di Trento, Associazione Gestori Rifugi del Trentino, Sat, Accademia della Montagna e Trentino Spa hanno pensato per valorizzare i prodotti dell’enogastronomia trentina e vivere l’inizio dell’autunno ad alta quota.

Il Trentodoc, la Polenta di Storo, la Spressa delle Giudicarie ed il salmerino di montagna salgono in quota, così come molte altre specialità della tradizione enogastronomica trentina, rigorosamente accompagnati da Nosiola, Marzemino e Teroldego, i vini trentini autoctoni. Tutto ciò accadrà dal 20 settembre al 3 ottobre prossimi quando nelle Dolomiti di Brenta andrà in scena la prima edizione de «I Rifugi del Gusto. In quota, oltre l’estate», iniziativa presentata presso la Sala Rombo di Trentino Spa.

La manifestazione è nata dalla volontà dell’Assessorato all’agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia di Trento guidato da Tiziano Mellarini, che ha proposto di estendere l’apertura dei rifugi alpini oltre la tradizionale data di chiusura del 20 settembre, in quanto l’inizio dell’autunno si presenta come un periodo ideale per effettuare suggestive escursioni. «Se ne parlava da anni di un possibile prolungamento della stagione dei rifugi – ha spiegato Mellarini in sede di presentazione – in quanto siamo convinti che le nostre montagne sappiano offrire emozioni uniche anche in questo periodo. Sono sicuro che questa prima edizione nelle Dolomiti di Brenta sarà già un successo, in attesa di allargare l’iniziativa agli altri ambiti del nostro territorio».

All’input dell’Assessorato hanno risposto con entusiasmo l’Associazione Gestori Rifugi del Trentino, la Società Alpinistica Tridentina e l’Accademia della Montagna del Trentino, alle quali si è unita la partnership di Cavit. Necessario è stato quindi individuare una zona dove testare l’iniziativa, nella convinzione di poterla poi replicare negli anni venturi in tutti i rifugi della provincia, per renderla un appuntamento fisso a conclusione della stagione estiva. La scelta è caduta appunto sulle Dolomiti di Brenta, e di conseguenza sugli ambiti turistici delle Terme di Comano, di Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena e Paganella, dove ben quattordici strutture in alta quota sono pronte ad offrire un’ospitalità di livello, a partire da un’enogastronomia di qualità, il tutto all’interno delle Dolomiti Patrimonio naturale dell’Umanità.

Molteplici gli aspetti che si legano a questo prolungamento di stagione. A partire dall’opportunità di far conoscere la montagna ai giovani: «Un apertura in questo periodo potrebbe dar vita a qualche iniziativa legata al mondo della scuola» ha affermato in tal senso il presidente della Sat Piergiorgio Motter. Senza dimenticare che, oltre ai turisti, «in questo periodo i rifugi potrebbero diventare anche meta di escursioni effettuate da trentini», come ha spiegato il presidente dell’Associazione Gestori Rifugi del Trentino Ezio Alimonta. «D’altronde per queste strutture, che sono i primi alberghi del Trentino, l’autunno è la vera e propria alta stagione» ha affermato Egidio Bonapace, presidente dell’Accademia della Montagna del Trentino.

Nelle due settimane de «I Rifugi del Gusto» le strutture ricettive proporranno, dopo un calice di Trentodoc quale benvenuto, una serie di menù composti da piatti della migliore tradizione culinaria trentina, con ricette elaborate dallo chef stellato Rinaldo Dalsasso insieme ai cuochi dei rifugi. Dalle zuppe di verdure con salmerino ai canederli ai funghi con burro di malga, dagli gnocchi di patate alla trota di torrente, dallo spezzatino trentino alla polenta di Storo ed ai formaggi tipici, sino ai dolci come torte di noci o flan di mele della Val di Non ed al vino doc, non mancherà l’occasione di assaporare i vari sapori del Trentino. Il tutto ad un prezzo speciale di 20 euro per un menù completo, bevande comprese. Inoltre sono previsti pacchetti vacanza, grazie ai quali con soli 38 euro si potrà gustare una cena completa sotto un cielo stellato, pernottare nel rifugio, dove si farà anche colazione al mattino, per poi partire verso una nuova escursione nelle Dolomiti.

In allegato un’immagine delle Dolomiti di Brenta scattata da Pio Geminiani, phototeca Trentino Spa.