Archive for the ‘index’ Category

VINO FRIULANO, GRADITO L’ABITO ROSSO:
Venezia, Hotel Monaco & Gran Canal, domenica 21 febbraio 2010

Monday, February 15th, 2010

untitledA “Vino friulano, gradito l’abito rosso” 50 produttori tra i più prestigiosi del Friuli Venezia Giulia presentano al pubblico i loro migliori vini  rossi. L’appuntamento è per domenica 21 febbraio 2010, dalle 11.00 alle 19.00 a Venezia, nelle presigiose sale dell’Hotel Monaco e Grand Canal.

Il binomio “Friuli Venezia Giulia, terra di grandi vini bianchi”, è un assoluto, un dato riconosciuto dal mondo degli appassionati e dei consumatori di vino. Eppure i molteplici terroir del “vigneto friulano”, fatti di ricchezza di suoli e microclimi diversi sono una fonte di emozione e fascinazione quando il consumatore scopre (o riscopre) l’eleganza e la personalità dei tanti, peculiari vini da vitigni a bacca rossa della regione.

I vari Refosco dal Peduncolo Rosso, Merlot, Pignolo, Tazzelenghe, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, Schioppettino, Pinot Nero e Terrano, insieme agli ormai più che ”storici” tagli bordolesi lasciano il segno e rivelano spesso un appeal discreto e sottile che convince profondamente tanto l’esperto quanto il consumatore.

F.I.S.A.R “ Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori” di Venezia in collaborazione con Aurora Endrici –Vinoè Comunicazione Vino– e Paolo Ianna Wine Consulting ha creato la prima edizione di “Vini friulani: gradito l’abito rosso”. Oltre 50 produttori di vini rossi friulani e giuliani, una kermesse senza precedenti, dedicata alla migliore produzione della regione. Presenzieranno al tavolo di assaggio: Albino Armani, Antonutti, Aquila del Torre, Bressan, Bulfon, Castello di Buttrio, Casella, Castelcosa, Castello di Rubbia, Castello di Spessa, Castelvecchio, Collavini, Conte d’Attimis, Ermacora, Feresin Davide, Foffani, Gigante, Il Carpino, Jacuss, Jole Grillo, La Buse dal Lof, Le Due Terre, La Viarte, Lis Neris, Livon, Le Vigne di Zamò, Marinig, Moschioni, Muzic, Petrussa, Piera Martellozzo, Pizzulin, Plozner, Puiatti, Quinta della Luna, Rodaro, Ronc di Vico, Ronco dei Pini, Ronco del Gnemiz, San Simone, Scubla, Stanig, Sturm, Tenuta di Angoris, Tenuta di Blasig, Tenute Tomasella, Vignai da Duline, Vigna Lenuzza,Vigna Petrussa, Vigna Traverso, Villa Russiz, Vistorta, Volpe Pasini, Zidarich.

Il ristorante “Il Ridotto dell’Aciugheta” di campo SS. Filippo e Giacomo presenterà durante tutto il corso della giornata una selezione di specialità create per l’occasione.

Il biglietto d’ingresso di 10€ darà diritto all’assaggio di tutti i vini e finger food presentati.

Per maggiori informazioni:

www.fisarvenezia.com
Aurora Endrici Vinoè Comunicazione Vino
aurora.endrici@tin.it
Cell. 339 3902081
Fax. 0434 654103

BASTìE ROSSO, CHINOMORO
E ROSSO DI RIGOLE VINI FRIULANI
AD “ABITO ROSSO”

Sunday, February 14th, 2010

le_bastie_rossoTra i 50 produttori friulani che il prossimo fine settimana parteciperanno a “Vino friulano, gradito l’abito rosso” ci saranno anche le Tenute Tomasella che, per celebrare la qualità dei rossi friulani, proporranno Le Bastìe Rosso, il Chinomoro ed il Rosso di Rigole.

Le Bastìe Rosso è un vino dal colore rosso porporino intenso e profondo. Presenta un profumo di piccoli frutti del sottobosco, leggermente speziato, con piacevoli ed equilibrate note tostate. Sapore di morbida struttura ben sostenuta dai tannini maturi, piacevoli ritorni del sottobosco su leggero sapore erbaceo. Si accompagna ai piatti di Carne Rossa e di Cacciagione (scheda tecnica).

Il Chinomoro è una bevanda aromatizzata ottenuta dalla vinificazione di uve selezionate di Merlot invecchiato in barrique, aromatizzato con ricercate essenze (Aloe, Assenzio, Colombo, Coriandoli, Rabarbaro, China, Arancio ed altre) frutto delle ricette popolari ricche di saggezza ed esperienza. Bevanda digestiva dal gusto inimitabile, ricco di sensazioni gusto olfattive con effetti salutari e distensivi. Si consiglia di servirlo a 12-14°C in un bicchiere da liquore, accompagnato da un buon pezzo di cioccolata fondente (scheda tecnica).

Il Rosso di Rigole è invece un prodotto dal colore rosso violaceo intenso, nato dal matrimonio di Merlot, Cabernet Franc e Refosco, dotato di grande complessità aromatica, con sentori di lampone e leggere sfumature erbacee. Il corpo è generoso, ricco, sapido dal retrogusto persistente (scheda tecnica).

Per maggiori informazioni sull’evento “Vino friulano, gradito l’abito rosso” clicca qui.

Tutti i post di Tenute Tomasella.

Per maggiori informazioni sui prodotti di Tenute Tomasella:
Tenute Tomasella
Via Rigole, 51
31040 Mansuè (TV)
Tel e Fax. +39 0422850043
cantina@tomasella.it

TRA I SETTE PRODUTTORI DEI VINI DELL’AUSTRIA: MANFRED WEISS

Monday, January 25th, 2010

weissIl viaggio tra i vini dolci dell’Austria non è ancora finito e infatti, questa settimana, WineBlog vi presenta Manfred Weiss.

Da alcuni decenni la famiglia Weiss produce ottimi vini coltivando una superficie di circa 15 ettari. I vigneti – che si trovano nella zona di Apetlon, sulla sponda est del lago di Neusiedl – vengono coltivati con grande passione tenendo sempre presente gli insegnamenti della tradizione. E’ dalla qualità del lavoro, tramandata di generazione in generazione, che nasce il successo della Manfred Weiss.

L’Azienda coltiva vigneti Darscho, Tiglat, Siebenmath, Rohrung e Schandlesgrund molto adatti sia per i vitigni bianchi (quali Grüner Veltliner, Welsch-Riesling, Chardonnay, Bouvier, Sauvignon Blanc e Neuburger) che per i rossi (Zweigelt, Blaufränkisch e Caberent Sauvignon).

Nel1997 Manfred Weiss decide di specificarsi nella produzione di vini da dessert privileggiando quindi i vitigni Sauvignon Blanc ed i rossi Zweigelt e Blaufränkisch e la cuvée “Simod” (70% Cabernet sauvignon, 30 % Zweigelt). Da questa scelta, dall’utilizzo di metodi di lotta integrata, rese basse e la molta attenzione messa in cantina hanno origine i presupposti per vini di qualità quali per esempio il Grüner Veltliner 2007, Zweigelt 2006, Grüner Veltliner Eiswein 2005, Bouvier TBA 2004.

Per maggiori informazioni:
Manfred Weiss
Vini dell’Austria
Cultura da Assaporare

Christian Bauer
Via Agadir 8a
I-20097 San Donato Mil. (MI)
Tel. +39 347 7924413
cb_com@tiscali.it

ECCO PERCHE’ CONVIENE
BERE SPUMANTE ITALIANO
Intervista audio ad A. Brizi e F.D’Agostino

Sunday, December 13th, 2009

sparkleOttava edizione per la guida Sparkle Bere Spumante 2010 edita da Cucina&Vini che per il secondo anno consecutivo ha scelto Milano e la centralissima location di Palazzo Mezzanotte per presentarsi al grande pubblico.

In occasione dell’evento, Andrea Bianchi ha intervistato i responsabili dell’iniziativa, Alessandro Brizi e Francesco D’Agostino, e ha chiesto loro di approfondire alcuni importanti aspetti che hanno a che vedere con il mercato degli spumanti secchi made in Italy.
Nel corso delle due audio-interviste si parla quindi della qualità delle aziende italiane siano esse marchi noti od emergenti; dell’evoluzione delle tendenze di consumo delle bollicine italiane, in particolare all’estero. Ascoltate le interviste per capire perchè è consigliabile scegliere lo spumante italiano rispetto a quello, per esempio, dei cugini francesi…

Ascolta l’intervista a A. Brizi sulla WineBlog.TV!
Ascolta l’intervista a F. D’Agostino sulla WineBlog.TV!

Interviste di Andrea Bianchi

DUE CHIACCHIERE CON FABIO BIGOLIN WINEMAKER

Wednesday, December 9th, 2009

Paolo Ianna Riprendo un argomento che mi sta molto a cuore, è stato già discusso, ma a me ha lasciato dei dubbi: MANIFESTAZIONI E DEGUSTAZIONI: Ce ne sono troppe o più ce ne sono e meglio è ?

Nel tentativo di diradare dubbi e perplessità vorrei discuterne con Fabio Bigolin, competente e sensibile “Winemaker” o all’italiana“ Consulente Enologo ”. Una figura professionale, quella del Winemaker, spesso messa superficialmente in discussione e ritenuta dai detrattori, responsabile dell’appiattimento del livello qualitativo dei vini italiani e non solo italiani. Nel film-documentario Mondovino in cui si dividevano i produttori di vino in buoni e cattivi in puro stile “Romantico-RobinHoodiano” si metteva alla gogna Michel Rolland ,“ Winemaker ” francese di fama mondiale (probabile, imperdonabile colpa…).

Chiedo a Fabio la sua opinione sull’utilità delle manifestazioni che riguardano il vino. Questa, la sua risposta: “Sono del parere che le manifestazioni dove si discute o si degusta del vino non sono mai troppe! E a tutti i livelli. Per gli appassionati e per gli operatori del settore ce ne sono di imperdibili e sono quelle selettive, di alto livello, come il IWF di Merano dove si possono assaggiare vini di alta qualità ed è in quei casi che si confrontano le convinzioni personali e si vorrebbero fare propri i traguardi raggiunti da altri. Bisogna sapersi mettere in discussione per trovare degli stimoli che ci consentano di migliorare e di evolvere continuamente”. Sono ben tre, le aziende vinicole che si avvalgono della consulenza tecnica di Fabio Bigolin invitate a partecipare all‘International Wine Festival di Merano 2009. Non ti nascondo che ne sono molto soddisfatto.”Confessa Fabio Superare le selezioni e accedere a quell’evento è piuttosto difficile.”

A me piace particolarmente “Emozioni dal mondo, Merlot e Cabernet insieme”, un concorso vinicolo di successo che si svolge nella Città di Bergamo, promosso dal Consorzio Tutela Valcalepio, giunto ormai alla quinta edizione. Sono ben 200 I vini ammessi, provenienti da 16 paesi, 65 i commissari provenienti da ogni parte del mondo che compongono le commissioni d’assaggio. Le ambite medaglie d’oro ed una gran medaglia d’oro vengono assegnate ai vini che superano il punteggio di ottantacinque centesimi. In questa prestigiosa kermesse, ai vini di Fabio sono state assegnate tre medaglie d’oro. Gli chiedo scherzosamente se possiede una formula magica per ottenere vini di qualità: Vuoi la formula magica? lavorare sodo, con umiltà, impegno, entusiasmo, passione, interpretare il territorio ed è soprattutto importante il lavoro di squadra!”

Interpretare il territorio? Interessante argomento da approfondire nella prossima chiacchierata con Fabio Bigolin.

Paolo Ianna

LA BIENNALE DEL VINO DI VENEZIA
Domenica 8 novembre

Friday, October 30th, 2009

Domenica 8 novembre dalle 11 alle 20 presso la sala del Ridotto dell’Hotel Monaco & Grand Canal sarà allestito un banco di assaggio di vini delle migliori Cantine della Venezia Orientale: venticinque postazioni di degustazione con la presenza diretta dei Produttori. La zona DOC Lison Pramaggiore è storicamente legata alla produzione di vini di qualità tra i quali assumono posizione di prestigio il Lison Classico, nuova denominazione del tradizionale “Tocai”, l’autoctono Refosco dal Peduncolo Rosso e le vigne storiche di Merlot, Cabernet Franc e Pinot Grigio solo per citare i più noti. (more…)

Tenute Tomasella – GIALLO IN VILLA
l’ 11 ottobre ritorna l’appuntamento con il mistero

Tuesday, September 29th, 2009

Fonte:  Romantik Hotel Villa GiustinianSta per arrivare il secondo appuntamento nel Giallo organizzato da Tenute Tomasella ed il Romantik Hotel Villa Giustinian di Portobuffolè (Tv) con la collaborazione di Delitti e Delitti.

Pensato per chi vuole trascorrere una domenica diversa, per chi apprezza la bellezza delle dimore storiche veneziane e dei borghi medioevali ma soprattutto per chi ama la buona cucina ed il buon vino, l’appuntamento è per domenica 11 ottobre a partire dalle ore 11.00.

Il gioco si svolgerà all’interno di un delizioso brunch allestito al Romantik Hotel Villa Giustinian, una splendida villa veneziana. Durante l’aperitivo, offerto dalle Tenute Tomasella , verranno spiegate le regole del gioco e da subito si entrerà in un mondo nuovo fatto di indizi veri e falsi, travestimenti, interrogatori, sospetti, segreti, insospettabili colpevoli… fino al gran finale dove, ogni squadra esporrà con brillanti deduzioni, la soluzione del giallo. Una sola sarà la soluzione giusta e perciò solo uno  dei team partecipanti sarà premiato. (more…)

VOLTERRA GUSTO SI FA IN DUE! Sapori e colori di Volterra e della Valdicecina

Tuesday, September 29th, 2009

E’ cominciato il conto alla rovescia per Volterragusto, la rassegna enogastronomica più attesa dell’autunno toscano in programma a Volterra (PI) nei 5 fine settimana dal 10 ottobre all’8 novembre 2009. La kermesse, giunta alla quinta edizione, proporrà come da tradizione un calendario ricco di eventi dedicati alle tipicità della gastronomia locale, uniti a spettacoli e iniziative che renderanno ancor più piacevole la visita nella suggestiva città etrusca.

Formaggio, vino, cioccolato e tartufo saranno protagonisti di week-end tematici che avranno il loro centro negli stand di Piazza XX settembre (aperti tutti i sabati dalle 16 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 20).

Ma la grande novità di Volterragusto è l’appendice primaverile che seguirà gli appuntamenti di ottobre e novembre. I due ultimi week-end di marzo 2010, ad animare le vie di Volterra ci penseranno infatti la Festa dell’Olio (sabato 20 e domenica 21 Marzo), dedicata alle eccellenze olearie locali, e la prima edizione della Rassegna del Tartufo Marzuolo (sabato 27 e domenica 28 Marzo), evento decisamente atipico nel panorama nazionale. Nella tradizionale cornice autunnale il fine settimana che SABATO 10 E DOMENICA 11 OTTOBRE inaugurerà la rassegna sarà VOLTERRA, SAPORI A CHILOMETRO ZERO, una due giorni dedicata alle aziende parte del progetto “FILIERA CORTA, Rete Regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli locali”
promosso dalla Regione Toscana. Lungo le vie del centro storico una serie di tappe gastronomiche a tema scandiranno inoltre l’itinerario “Filo filo Boccon Boccone; passeggiata degustativa alla scoperta della Filiera Corta Volterrana”.


SABATO 17 E DOMENICA 18 OTTOBRE
riflettori accesi sul FESTIVAL DEL FORMAGGIO, con i casari locali a presentare i loro prodotti. Da non perdere l’ormai tradizionale Corsa dei caci Volterrani, divertente gara che in Via Franceschini vedrà impegnate le Contrade di Volterra in una battaglia  all’ultima caciotta!



Per i palati raffinati l’appuntamento più atteso è con la “XII MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO BIANCO DELLE COLLINE SANMINIATESI” in programma
SABATO 24 e DOMENICA 25 OTTOBRE e ancora SABATO 31 OTTOBRE e DOMENICA 1 NOVEMBRE, due week-end nei quali il prezioso tubero, che tanto si lega a Volterra, verrà degustato e raccontato. Fra le iniziative, la divertente CACCIA AL TARTUFO e la consegna delPREMIO LETTERARIO JARRO, momento fra i più attesi dal pubblico finale: sarà premiato un personaggio del mondo dello spettacolo che, in ambito professionale, si sia distinto per la sua attività di divulgazione della cultura della buona tavola.



Chiuderà la prima parte di VOLTERRAGUSTO la golosa
FESTA DEL CIOCCOLATO, una due giorni – SABATO 7 e DOMENICA 8 NOVEMBRE – dedicata al cioccolato e alle sue molteplici espressioni, con esposizione e dimostrazioni di lavorazione. Nel corso del week-end anche la quinta edizione del PREMIO BEPPINO RASPI, che riconoscerà il lavoro di quell’azienda agricola distintasi per la produzione e la valorizzazione di un prodotto del territorio.

DISTILLERIE APERTE
Metti la grappa nel menu

Monday, September 28th, 2009

Per tutto il mese di ottobre, occhi e papille saranno nuovamente puntati sulla grappa con la gustosa offerta di eventi e degustazioni collegati alla rassegna Distillerie Aperte.
Domenica 4 e domenica 11 ottobre cinque storiche distillerie del territorio berico – Distillerie Dal Toso Rino e figlio di Ponte di Barbarano, Distilleria F.lli Brunello di Montegalda, Distilleria Li.dia di Villaga, Poli Distillerie di Schiavon e Distilleria Schiavo di Costabissara – spalancheranno le porte ad appassionati e curiosi d’ogni provenienza per proporre un viaggio attraverso i metodi ed i segreti collegati alla lavorazione delle vinacce. (more…)

LA “VIGNA ECCELLENTE”: DA NOVE ANNI IN TRENTINO, IL COMUNE DI ISERA PREMIA IL LAVORO DEL VIGNAIOLO.

Monday, September 28th, 2009

Foto di Florio BadocchiIsera è un piccolo comune della Vallagarina nel Trentino meridionale, una terra forse meno nota al turista rispetto alle valli montane o al vicino Lago di Garda, ma densamente caratterizzata da vigneti -perlopiù di Marzemino, Merlot e Chardonnay- che si allargano dal fondovalle, alveo della veloce Autostrada del Brennero, verso le pendici del Monte Baldo.

Tanto è fervida di attività commerciali e produttive la cittadina di Rovereto, capoluogo della valle, tanto è rilassante l’atmosfera della piccola Isera, un paesino dalla forte impronta architettonica lasciata dalla dominazione veneziana: percorrendo le stradine del centro storico è facile smarrire la cognizione del tempo, tra angoli suggestivi e tanta vigna ad abbracciare l’abitato. (more…)

ROERO: VINO E TERRITORIO
Estetica del paesaggio agrario

Friday, September 25th, 2009

canale-vino-enoteca-regionale-roero.jpgSabato 26 settembre a Sommariva Perno (Cuneo) nell’ambito della prestigiosa manifestazione l’omaggio alla vitivinicoltura del Trentino. Giunto ormai alla settima edizione, “Roero: vino e territorio. Estetica del paesaggio agrario” è l’evento organizzato dall’Enoteca Regionale del Roero (Canale – CN) per promuovere e valorizzare i progetti di tutela del paesaggio agrario non solo nelle sue componenti naturalistiche, ma anche in quelle estetiche. La vite e il vino, sulle colline del Roero, sono cultura, passione e orgoglio profondamente radicati. Al 1303 risalgono le più antiche testimonianze di nebiolio e moscatelli. (more…)