Archive for the ‘Produttori:’ Category

AZZARDA CON OSÈ, LO SPUMANTE ROSATO DI TENUTE TOMASELLA
Intervista audio a Paolo Tomasella ed Annette Lizotte

Tuesday, June 1st, 2010

oseOsè di nome e di fatto!

Lo spumante rosato di Tenute Tomasella è nato come una sfida: proporre un vino frizzante, dolce da poter abbinare a dei piatti salati. Una sfida che Tenute Tomasella ha superato pienamente ottenendo delle bollicine che non temono abbinamento e che anzi si prestano elegantemente ad accompagnare numerosissimi piatti.

Nel corso dell’audiointervista Paolo Tomasella racconta come si è sviluppato il progetto Osè , mentre la sommelier Annette Lizotte propone degli abbinamenti allo stesso tempo eleganti ed audaci.

Provare per credere…

Ascolta l’audiointervista a Paolo Tomasella ed Annette Lizotte (6′44′ 6,17Mb)

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Scheda tecnica di Osè.

Intervista di Andrea Bianchi

Per maggiori informazioni:
Tenute Tomasella
Via Rigole, 51
31040 Mansuè (TV)
Tel e Fax. +39 0422850043
cantina@tomasella.it

TENUTE TOMASELLA A VINITALY 2010
Vino e cibo, la sinfonia dei sapori

Tuesday, April 20th, 2010

A Vinitaly WineBlog ritrova un partner conosciuto proprio nel corso della passata edizione della kermesse veronese: Tenute Tomasella.

Michele Mazza
– responsabile pubbliche relazioni del’azienda – parla ai nostri micorofoni dell’ultima tentazione di Tomasella: i cioccolatini al Chinomoro realizzati dal Maitre-chocolatier Giuseppe Faggiotto, un artigiano del cioccolato che da sempre guarda con grande attenzione al mondo del vino ed ai suoi dolci abbinamenti.
Quella dell’accompagnamento del vino al cibo è infatti una vera e propria filosofia per Tenute Tomasella che, come si può cogliere nel corso dell’intervista, crede profondamente nell’importanza della valorizzazione non del singolo ma dell’insieme di vino e cibo, fino a creare una vera e propria sinfonia di gusto e sapori!

PRIMA PARTE

[video]JQqbP5JQmuc[/video]


SECONDA PARTE

[video]iXCvHVxExUs[/video]


[nggallery id=12]

Interviste di Andrea Bianchi e Paolo Ianna

Fotografie: © Francesca Gregori Photography

VINI AUTOCTONI
VII Rassegna Monotematica

Monday, February 1st, 2010

vini autoctoniQuattro giorni dedicati ai vini che raccontano la storia del territorio. Questo il programma della 7ª edizione della Rassegna Monotematica “Vini Autoctoni” al via al Palaingresso Fiera a Godega Sant’Urbano (TV)dall’11 al 14 febbraio. La manifestazione, ha come obiettivo la promozione dei vini ottenuti dalla coltivazione dei vitigni peculiari della zona veneto-friulana.La rassegna si propone con un programma in quattro serate basato su uno stretto legame tra enologia e gastronomia, grazie alla proficua collaborazione con Slow Food del Triveneto che offrirà all’assaggio piatti e presidi tipici della zona. Degustazioni e assaggi per deliziare palato e mente ma, come sempre, grande attenzione al bere consapevole, con un impegno che torna anche per quest’edizione alla sensibilizzazione verso un consumo moderato di alcol per salvaguardare la propria e l’altrui incolumità. Un aspetto non secondario della manifestazione che quest’anno presenta una grande novità: l’alcotest solidale:  ogni degustazione costerà un euro con lo slogan “0.50: ferma l’alcol fai partire dal solidarietà”. Il motto gioca sul numero 0,50 che, da un lato indica il limite di alcol consentito per legge per chi si mette alla guida e dall’altro è pari alla metà della somma richiesta per ogni test, che è appunto di 0,50 centesimi. Somma che sarà devoluta all’Associazione Lotta contro i tumori Renzo e Pia Fiorot

Gemellaggio con il Friuli
Giovedì 11 febbraio ore 20.00

Come da tradizione, ad aprire la rassegna è l’appuntamento con il Gemellaggio con una regione italiana. Quest’anno il protagonista della serata inaugurale al Palaingresso sarà il Friuli Venezia Giulia, al centro di un laboratorio di degustazione di vini proposti in abbinamento a prodotti tipici friulani. La serata, curata dalla delegazione di Treviso della Fisar, sarà condotta da Massimiliano Loca e Paolo Ianna. L’appuntamento sarà coordinato da Renato Grando di Slow Food  per accompagnare i partecipanti oltre che nelle degustazioni, nella scoperta dei segreti che rendono perfetta l’unione tra un vino e un determinato prodotto gastronomico.

A cena con gli Autoctoni
Venerdì 12 febbraio ore 20.00

Una cena con un menù chilometrato. Non è una bizzarria ma la filosofia con cui gli chef e gli organizzatori hanno ideato la serata enogastronomica con prodotti locali e stagionali dei presidi Slow Food e i vini autoctoni del Veneto e del Friuli. Una cena in cui si potranno assaggiare il radicchio nostrano, le patate di Bibano o l’ossocollo dei produttori locali e quindi a km 0, oppure la casatella trevigiana a 30 km. Tutti cibi rigorosamente prodotti nel perimetro della provincia trevigiana. Unica deroga al chilometraggio, è stata concessa ad un “Frico con funghi” di evidente provenienza friulana, quale omaggio alla regione protagonista del Gemellaggio. La serata, che si svolgerà al Ristorante Primavera in collaborazione con la Fisar, sarà condotta da Paolo Ianna che spiegherà piatti e vini autoctoni proposti in degustazione e il perché del loro abbinamento.

Il convegno
Sabato 13 febbraio ore 10.00

La rassegna Vini Autoctoni è da sempre anche un importante momento di informazione e riflessione con un convegno che, ogni anno, affronta alcune delle tematiche legate al settore enologico. Quest’anno il simposio, al quale è prevista la presenza del Ministro alle Politiche Agricole Luca Zaia, si presenta con un tris di argomenti che non mancheranno di suscitare grande interesse, portando l’attenzione su questioni di estrema attualità. Si comincerà parlando delle regole introdotte dalla nuova OCM – Organizzazione Comune di Mercato e delle ricadute per i produttori. Un argomento di estremo interesse che sarà affrontato da Michele Zanardo, Vicepresidente del Comitato Nazionale Vini del Ministero delle Politiche Agricole. Vasco Boatto, Professore ordinario di Economia Agraria all’Università di Padova interverrà su “Vini rossi veneti e vini autoctoni: come affrontare la crisi”. Si parlerà anche di nuovi vini autoctoni o meglio, la ricercatrice Severina Cancellier illustrerà i risultati di una ricerca sugli “Ultimi vitigni riscoperti”. A coordinare il convegno, curato dall’enologo Remigio Possamai, sarà il professor Giovanni Mariani.

A tavola con Amore
Sabato 13 febbraio ore 20.00
La sera che precede il giorno degli innamorati, un’atmosfera particolare, buon cibo e vino di qualità. Questi gli ingredienti di “A tavola con amore”, la serata che il salone dedicato ai Vini Autoctoni ha lanciato lo scorso anno e ripropone in concomitanza con San Valentino. Sarà quindi possibile partecipare ad una cena a buffet con i prodotti dei presidi e le eccellenze Slow Food, abbinati ai vini autoctoni dagli esperti della Condotta Slow Food di Conegliano. Un’idea originale per un San Valentino, diverso, a portata di tutti visto anche il costo contenuto di 25 euro. A condurre la serata sarà Renato Grando.

La rassegna monotematica
Sabato 13 e Domenica 14 febbraio
L’apice della manifestazione si toccherà sabato 13 febbraio dalle ore 17 alle 22.30 e domenica 14 febbraio dalle 10 alle 20 con la rassegna monotematica. Una cinquantina le aziende vitivinicole venete e friulane, presenti con i loro vini autoctoni. Si potranno degustare vini friulani come il Franconia, il Friulano, il Refosco, lo Schioppettino o il Verduzzo Friulano e tanti autoctoni trevigiani dalla Trevisana Nera alla Pavana, dal Grapariol ai vari Manzoni, per un totale di 28 varietà in mostra. Per la prima volta sarà presente anche un vino della provincia di Belluno, un Uvaggio di Autoctoni Bellunesi. Le degustazioni saranno accompagnate da assaggi gastronomici dei migliori prodotti tipici, selezionati dalla Condotta Sloow Food di Conegliano. Durante il salone inoltre, sabato e domenica dalle 18 alle 19.30, si terrà anche il Laboratorio di Degustazione dedicato all’aceto balsamico tradizionale di Modena e alla Pitina Friulana.

BARATTO WINE DAY
Lascia a casa il portafoglio

Tuesday, November 24th, 2009

bwd-baratto-wine-daySi svolgerà domenica 29 novembre all’interno della Rocca di Reggiolo (RE) la prima edizione del Baratto Wine Day. Nata da un ‘idea di Studio Cru di Vicenza, la manifestazione si presenta come uno spazio di condivisione e di libero scambio di bottiglie di vino. Poche e semplici le regole: ingresso con minimo 6 bottiglie da scambiare e bandito l’utilizzo di denaro. Il resto viene lasciato alla capacità contrattuale dei partecipanti, senza alcun limite, nel vero spirito del baratto.
Il Baratto Wine Day si inserisce in un programma più articolato che prevede i festeggiamenti per il compleanno dell’Acetaia San Giacomo, produttice a Novellara di Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia . L’appuantamento è per sabato 28, sempre presso la Rocca di Reggiolo, a partire dalle 22.00.

La domenica invece il grosso del programma: il Baratto Wine Day dalle 10.00 alle 16.00, intervallato alle 13 da un pranzo con alcuni dei produttori più interessanti della nouvelle vague del Lambrusco: Cinque Campi, Le Barbaterre, Vittorio Graziano e Storchi. Sarà un pranzo aperto al dialogo, in cui i produttori si mescoleranno agli ospiti per spiegare e illustrare, in un’atmosfera informale, i loro vini e la loro filosofia produttiva, che li sta portando alla ribalta del mondo un tempo dimenticato del Lambrusco.

A seguire, all’interno della biblioteca civica di Reggiolo, la presentazione del libro dello chef Gianni D’Amato: “Rigoletto: Sinfonie del Gusto”, edito da Gribaudo Editore. A seguire buffet in Rocca per assaggiare alcune delle creazioni del cuoco Reggiano. Per il pranzo con i produttori, che avrà un costo di 30 €, i posti sono limitati e su prenotazione.

Per maggiori informazioni:
www.barattowineday.it
Per prenotare il pranzo occorre mandare una mail a info@barattowineday.it oppure telefonare al 392.9286448.

INCONTRA I PRODUTTORI E DEGUSTA I VINI DOLCI DELL’AUSTRIA
Alla XVIII edizione di Merano International WineFestival

Thursday, October 15th, 2009

hauptmotivI protagonisti dei vini del Burgenland che, nel corso degli ultimi mesi vi abbiamo presentato uno ad uno, saranno presenti in Alto Adige, in occasione della XVIII edizione del Merano InternationalWine Festival & Culinaria pronti a farvi degustare gli ottimi Vini dell’Austria.

Nella Sala Goethe (tavoli 3-6) in compagnia di Erwin Tinhof di Eisenstadt, Franz Heiss di Illmitz, H&C Nittnaus di Gols, Elfenhof di Rust, Martin Pasler di Jois, Alfred Fischer di Stöttera e Manfred Weiss di Apetlon, potrete degustare l’Eiswein, il BA (Beerenauslese), il TBA (Trockenbeerenauslese) e tutti gli altri prodotti enologici dell’Austria.

Grazie ad una tradizione secolare e a condizioni climatiche particolari nel Burgenland nascono vini da dessert unici al mondo, corposi, ricchi di profumi e sapori mediterranei (cedro, pompelmo, canditi) e addirittura esotici (ananas, lychee). Vini che si abbinano perfettamente ai dolci italiani come crostate e biscotti, ma anche a fois gras e formaggi.

A Merano, sui tavoli dei produttori WeinBurgenland saranno inoltre offerti squisiti calici di vino bianco (quali il “Grüner Veltliner”, il Riesling ed altri vitigni autoctoni quali il Neuburger) e rossi: lo Zweigelt, il Franconia e l’elegante Sankt Laurent, parente austriaco del Pinot Nero.

Vi aspettiamo!

Per maggiori informazioni:
Vini dell’Austria
Cultura da Assaporare

Christian Bauer
Via Agadir 8a
I-20097 San Donato Mil. (MI)
Tel. +39 347 7924413
Fax +39 02 5272851
cb_com@tiscali.it