Archive for the ‘Trentino’ Category

TRENTODOC ON THE ROADS
Bollicine lungo le Strade del Vino
e dei Sapori del Trentino

Tuesday, November 23rd, 2010

trentodocCreazioni enogastronomiche, sfiziosi aperitivi, brindisi, visite in cantina ed incontri con i produttori…..una festa “on the roads” a tutto TRENTODOC.

Dal 25 novembre al 9 gennaio, lungo i percorsi tracciati dalle Strade del Vino e dei Sapori del Trentino potrete immergervi nell’effervescenza delle bollicine trentine.

Nella calda atmosfera di festa saranno gli chef dei ristoranti e degli agriturismi a sorprendervi con piatti e creazioni culinarie studiate appositamente per esaltare le caratteristiche dello spumante metodo classico TRENTODOC, mentre wine bar e suggestivi rifugi vi accoglieranno ogni giovedì con Happy TRENTODOC, proposte di aperitivo tutte giocate sulle bollicine trentine (continua a leggere su Strada del Vino e dei Sapori Trento Valsugana).

‘DI VIN OTTOBRE 2010′
Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra

Friday, October 22nd, 2010

DiVin Ottobre 2010Nei fine settimana dal 15 al 17 e dal 22 al 24 ottobre l’evento “Di Vin Ottobre” sarà l’occasione per scoprire la Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra, percorrendo un viaggio di gusto, tra colori e sapori d’autunno visitando cantine, aziende agricole, ristoranti e agriturismi.

Tante le iniziative proposte: gustosi piatti proposti in abbinamento agli ottimi vini del territorio, visite alle cantine con degustazioni mirate, passeggiate nei vigneti degli antichi masi e suggestivi panorami autunnali.

Ecco dunque il ricco contenuto di un appuntamento da non perdere:

Scarica la brochure dell’evento.

INFORMAZIONI
Strada del vino e dei sapori Colline Avisiane, Faedo, Valle di Cembra

Tel. 0461-680117 e 683110
info@stradadelvinoedeisapori.it

“GIUDICI PER UN GIORNO”
In compagnia di Roberto Gatti

Tuesday, September 28th, 2010

Giovedì 30 settembre, presso il Palazzo Roccabruna di Trento, ospite Roberto Gatti per giocare con il vino.

Come si svolge un concorso enologico? Quali sono i parametri di valutazione dei vini? Che cosa succede all’interno di una giuria? Come si compila una scheda di valutazione?

Per rispondere a queste ed altre curiosità giovedì 30 settembre ad ore 18 Palazzo Roccabruna ospiterà un giudice degustatore che negli anni ha accumulato una lunga esperienza in concorsi enologici internazionali, Roberto Gatti, giornalista ed animatore del sito www.winetaste.it.

Gatti coinvolgerà il pubblico in un simpatico gioco che rivelerà le modalità di svolgimento dei concorsi enologici e trasformerà gli ospiti dell’Enoteca in “Giudici per un giorno”.
(è gradita la prenotazione tel. 0461/887101).

BENVENUTA VENDEMMIA 2010
Cantine aperte domenica 26 settembre

Friday, September 24th, 2010

wikimedia commonsLa volontà di riscoprire e rivivere nelle campagne la straordinaria atmosfera di festa legata al periodo della raccolta tradizionalmente legato alla vendemmia, ha portato il Movimento Turismo del Vino Trentino Alto Adige a dedicare domenica 26 settembre 2010 a celebrare la festa con Benvenuta Vendemmia un momento strategico e fortemente significativo della stagione vinicola. In tale occasione le cantine associate al Movimento Turismo del Vino Trentino Alto Adige invitano gli enoturisti a trascorrere una domenica di settembre in vigna per scoprire il momento più importante per la produzione vinicola: la vendemmia.

Nel rispetto assoluto delle fasi di lavorazione che caratterizzano il periodo, Benvenuta Vendemmia, come Cantine Aperte, è l’occasione ideale per aprire le porte delle aziende e far assistere turisti e visitatori alle fasi topiche del ciclo di produzione, coinvolgendoli direttamente attraverso passeggiate fra i vigneti, visite alle aziende, degustazioni dei prodotti tipici abbinati ai vini di produzione.

L’organizzazione di momenti dedicati alla degustazioni di prodotti tipici realizzati direttamente in azienda, darà vita ad una vera “festa della vendemmia” che contribuirà al massimo coinvolgimento di appassionati ed esperti, consentendo ad ognuno di approfondire il proprio rapporto con il territorio e le sue risorse.

Dopo il successo riscosso lo scorso anno, Benvenuta Vendemmia, si annuncia un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati della cultura enologica italiana.

Un’occasione unica per respirare la calda atmosfera che caratterizza la vendemmia, dove speranze, fatiche e amore per la propria terra si concretizzano nel raccolto dell’uva.

PROGRAMMA:

Cantina Sociale Roverè della Luna Soc. Coop. Agr (Roverè della Luna, Via Quattro Novembre, 9 – 38030 TN – Tel. 0461 658530; Fax. 0461 659065 – www.csrovere1919.it)

  • Ore 14.00Ritrovo in Cantina, con accoglienza e benvenuto dei partecipanti e due chiacchiere sulla Cantina

  • Ore 14.30 – 15.00 Trasferimento in un vigneto vicino e visita ad uno degli ultimi vigneti di Schiava! Potrete assistere ad uno scorcio di vendemmia da parte del socio proprietario del vigneto e della sua famiglia e i grappoli raccolti saranno poi messi in cestini che alla fine della visita ogni partecipante potrà portare a casa in ricordo della giornata.

  • Ore 16.00 – 16.30 Merenda col Contadino! Direttamente in vigneto una golosa e festante tavolata di prodotti tipici (salumi e affettati, formaggi, pane, dolci e succhi per i più piccini) con alcuni produttori soci della Strada del Vino e dei Sapori della Piana Rotaliana, accompagnati, ovviamente, dai vini della Cantina (Pinot Grigio e Sancta Anna).

Senza dubbio per la merenda ci raggiungeranno anche alcuni dei nostri soci conferitori e vi ritroverete così immersi nello spirito contadino della vendemmia.

Per motivi organizzativi il numero di partecipanti sarà limitato a non più di 60 persone, è quindi gradita conferma di partecipazione, entro gioved’ 23 settembre, telefonando o inviando una mail ai recapiti: Tel. 345 3840201, sara.gardoni@csrovere.com

In caso di maltempo, pioggia e/o troppo freddo, c’è la possibilità di accogliere ugualmente i partecipanti più audaci offrendo una visita in cantina e una degustazione con piccola merenda.

“I RIFUGI DEL GUSTO”
Dal 20 settembre al 3 ottobre 2010

Friday, September 24th, 2010

rifugidelgusto-2010(1)Si chiama «I Rifugi del Gusto» l’iniziativa che Assessorato all’agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia di Trento, Associazione Gestori Rifugi del Trentino, Sat, Accademia della Montagna e Trentino Spa hanno pensato per valorizzare i prodotti dell’enogastronomia trentina e vivere l’inizio dell’autunno ad alta quota.

Il Trentodoc, la Polenta di Storo, la Spressa delle Giudicarie ed il salmerino di montagna salgono in quota, così come molte altre specialità della tradizione enogastronomica trentina, rigorosamente accompagnati da Nosiola, Marzemino e Teroldego, i vini trentini autoctoni. Tutto ciò accadrà dal 20 settembre al 3 ottobre prossimi quando nelle Dolomiti di Brenta andrà in scena la prima edizione de «I Rifugi del Gusto. In quota, oltre l’estate», iniziativa presentata presso la Sala Rombo di Trentino Spa.

La manifestazione è nata dalla volontà dell’Assessorato all’agricoltura, foreste, turismo e promozione della Provincia di Trento guidato da Tiziano Mellarini, che ha proposto di estendere l’apertura dei rifugi alpini oltre la tradizionale data di chiusura del 20 settembre, in quanto l’inizio dell’autunno si presenta come un periodo ideale per effettuare suggestive escursioni. «Se ne parlava da anni di un possibile prolungamento della stagione dei rifugi – ha spiegato Mellarini in sede di presentazione – in quanto siamo convinti che le nostre montagne sappiano offrire emozioni uniche anche in questo periodo. Sono sicuro che questa prima edizione nelle Dolomiti di Brenta sarà già un successo, in attesa di allargare l’iniziativa agli altri ambiti del nostro territorio».

All’input dell’Assessorato hanno risposto con entusiasmo l’Associazione Gestori Rifugi del Trentino, la Società Alpinistica Tridentina e l’Accademia della Montagna del Trentino, alle quali si è unita la partnership di Cavit. Necessario è stato quindi individuare una zona dove testare l’iniziativa, nella convinzione di poterla poi replicare negli anni venturi in tutti i rifugi della provincia, per renderla un appuntamento fisso a conclusione della stagione estiva. La scelta è caduta appunto sulle Dolomiti di Brenta, e di conseguenza sugli ambiti turistici delle Terme di Comano, di Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena e Paganella, dove ben quattordici strutture in alta quota sono pronte ad offrire un’ospitalità di livello, a partire da un’enogastronomia di qualità, il tutto all’interno delle Dolomiti Patrimonio naturale dell’Umanità.

Molteplici gli aspetti che si legano a questo prolungamento di stagione. A partire dall’opportunità di far conoscere la montagna ai giovani: «Un apertura in questo periodo potrebbe dar vita a qualche iniziativa legata al mondo della scuola» ha affermato in tal senso il presidente della Sat Piergiorgio Motter. Senza dimenticare che, oltre ai turisti, «in questo periodo i rifugi potrebbero diventare anche meta di escursioni effettuate da trentini», come ha spiegato il presidente dell’Associazione Gestori Rifugi del Trentino Ezio Alimonta. «D’altronde per queste strutture, che sono i primi alberghi del Trentino, l’autunno è la vera e propria alta stagione» ha affermato Egidio Bonapace, presidente dell’Accademia della Montagna del Trentino.

Nelle due settimane de «I Rifugi del Gusto» le strutture ricettive proporranno, dopo un calice di Trentodoc quale benvenuto, una serie di menù composti da piatti della migliore tradizione culinaria trentina, con ricette elaborate dallo chef stellato Rinaldo Dalsasso insieme ai cuochi dei rifugi. Dalle zuppe di verdure con salmerino ai canederli ai funghi con burro di malga, dagli gnocchi di patate alla trota di torrente, dallo spezzatino trentino alla polenta di Storo ed ai formaggi tipici, sino ai dolci come torte di noci o flan di mele della Val di Non ed al vino doc, non mancherà l’occasione di assaporare i vari sapori del Trentino. Il tutto ad un prezzo speciale di 20 euro per un menù completo, bevande comprese. Inoltre sono previsti pacchetti vacanza, grazie ai quali con soli 38 euro si potrà gustare una cena completa sotto un cielo stellato, pernottare nel rifugio, dove si farà anche colazione al mattino, per poi partire verso una nuova escursione nelle Dolomiti.

In allegato un’immagine delle Dolomiti di Brenta scattata da Pio Geminiani, phototeca Trentino Spa.

“LA VIGNA ECCELLENTE”
PREMIO AL MIGLIOR VIGNETO
DI MARZEMINO

Tuesday, September 21st, 2010

primo premio- Ester Baronifoto Florio BadocchiIl premio “Vigna Eccellente 2010”, che decreta il miglior vigneto di Marzemino dell’anno, è stato assegnato domenica 19 settembre, presso il Parco Comunale di Isera (TN), a Ester Baroni, secondo classificato è stato Andrea Galvagni , terzo classificato Sergio Turella.

Alla consegna dell’importante riconoscimento hanno presenziato oltre alle autorità locali, fra cui il Sindaco di Isera, Enrica Rigotti, il Vicesindaco, Franco Nicolodi, l’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Foreste, Turismo e Promozione, Tiziano Mellarini e l’Assessore Provinciale alla Cultura, Rapporti europei e Cooperazione, Franco Panizza, inoltre un ospite d’eccellenza, Tone Valeruz, grande sportivo italiano pioniere dello sci estremo nel mondo che è intervenuto sul rapporto sport/vino.

La X edizione del premio ha rappresentato un anniversario importante per il Comune di Isera, che, dieci anni fa istituì, per la prima volta in Italia, un premio dedicato non al prodotto finale, il vino, ma al singolo vigneto e soprattutto volto a valorizzare l’impegno e la cura del viticoltore. Aggiunge il Sindaco Enrica Rigotti “In 10 anni la manifestazione è passata dai 16 iscritti del 2001 ai 36 di questa ultima edizione. Un aumento nei 10 anni di più del 100 %. Questo entusiasmo crescente ha portato con sè uno stimolo sempre maggiore nei produttori di marzemino di Isera a migliorare le tecniche di coltivazione”

La cerimonia è stata anche l’occasione per porre al centro dell’attenzione un progetto che valorizzi quanto di importante è stato fatto fino ad oggi ad Isera in termini di ecosostenibilità. Partendo dal concetto di “verde” come espressione di natura e di riconciliazione dell’uomo nella propria serenità il Prof. A. Scienza insieme al Comune di Isera hanno lanciato la proposta di creare nell’arco dei prossimi anni un marchio di ecocompatibilità che distingua i viticoltori più attenti al territorio in cui operano. Un marchio che secondo il Prof. Scienza rappresenterebbe un vero e proprio patto fra viticoltore e consumatore: il consumatore sarebbe disposto a pagare di più una bottiglia nata nel rispetto del suo territorio, il viticoltore garantirebbe questo rispetto attraverso il proprio lavoro. Il marchio si inserisce in un più ampio discorso di “politica sostenibile” che il Comune di Isera sta portando avanti da diversi anni : a partire dal progetto della Centrale a Idrogeno e della barriera fotovoltaica della A22.

A chiusura della premiazione è stato presentato in anteprima il filmato realizzato in Armenia che documenta l’antica e affascinante origine caucasica del Marzemino. L’arrivo del vitigno a Venezia è stato spiegato attraverso l’illustrazione dei risultati della ricerca sui vitigni antichi dei giardini, dei conventi e delle isole della laguna che avevano scambi commerciali con l’Oriente. Questo studio si inserisce all’interno di un progetto più ampio, programmato dal prof. Attilio Scienza, che vuole ripercorrere il percorso che nei secoli il Marzemino ha fatto per arrivare in Vallagarina partendo dal Caucaso, passando dalla Grecia, l’Armenia e Venezia: un viaggio documentaristico con una troupe cinematografica che porterà alla creazione di una pellicola dedicata al vitigno.

La vigna eccellente 2010 è stata un’edizione davvero ricca: 36 aziende agricole, per un totale di 177.779 mq di “vigneti eccellenti”, si sono sfidate per ottenere l’ambito premio. A comporre la giuria tanti nomi illustri, fra cui il prof. Attilio Scienza, Docente di Viticoltura alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, Paolo Benvenuti, Direttore Associazione Nazionale Città del Vino, Francesco Graziola, Rappresentante della Cassa Rurale di Isera, Flavio Mattedi, agronomo, Franco Nicolodi, Vicesindaco di Isera e Assessore all’Agricoltura, Paolo Zaniboni, Segretario del Comune di Isera, accanto ai più autorevoli esperti enogastronomici della stampa italiana, fra cui Davide Paolini, Lucia Bellaspiga, Carlo Cambi, Paolo Massobrio e Nereo Pederzolli. Moderatice della serata è stata Aurora Endrici.

La giuria ha giudicato i vigneti partecipanti sotto il profilo agronomico, sanitario e estetico/qualitativo, verificando attentamente gli aspetti relativi alla corretta impostazione degli impianti e delle operazioni colturali, la sanità delle uve e della vegetazione, l’omogeneità di maturazione, la colorazione delle uve e la presenza sulle stesse di eventuali residui visivi da antiparassitari come pure l’adozione di pratiche agronomiche alternative al diserbo chimico.

Il concorso è stato supportato anche dalla Provincia Autonoma di Trento tramite Trentino spa, dalla Cassa Rurale di Isera, dall’Azienda di Promozione turistica di Rovereto e Vallagarina, enti che hanno intravisto nell’iniziativa del Comune di Isera, contraddistinto da una lunga tradizione vitivinicola rappresentata dalla coltivazione del Marzemino, la giusta chiave di valorizzazione del prodotto autoctono e del territorio.

DOC – DENOMINAZIONE DI ORIGINE CINEMATOGRAFICA. I VIDEO DELLA PRIMA SERATA!

Friday, July 30th, 2010

DOC Denominazione di Origine Cinematografica, la rassegna che unisce la passione per il grande cinema con il gusto dell’enogastronomia, è  oramai giunta al giro di boa: metà del programma è infatti stato esaurito con grande successo di pubblico e soddisfazione degli organizzatori.

I prossimi incontri si terranno:

- Giov 05-ago. Ore 20.00, Imperial Grand Hotel ( Levico Terme)
Film: La doppia ora

- Giov 19-ago. 20.00, Cantine Mezzacorona ( Mezzocorona)
Film: Moon

- Giov 26-ago. 20.00 Centro Storico di ALA
Film: Man on Wire.



Per chi ancora non si fosse fatto un’idea della particolarità dell’iniziativa enogastronomica organizzata dalle Strade del vino e dei sapori della Vallagarina, di Trento e Valsugana e della Piana Rotaliana proponiamo i video della prima serata di DOC 2010 a Castel Noarna…buona visione!

ESTATE LUNGO LA STRADA DEL VINO
Mini Guida per gustarsi il territorio durante l’estate 2010

Thursday, July 29th, 2010

GUIDA-ESTATEMai pensato che una vacanza in Trentino potesse essere stimolante, oltre che per la natura e la possibilità di rigenerarsi all’aria aperta, anche per la ricchezza dei prodotti enogastronomici del territorio?
Se la risposta è no, oppure se eravate incuriositi da questi aspetti ma non avete mai avuto modo tempo e modo per approfondirli, ecco per voi una mini guida pensata per farvi scoprire durante l’estate 2010 luoghi, prodotti e persone selezionati lungo il percorso della Strada del Vino e dei Sapori Trento e Valsugana (continua a leggere sulla Strada del Vino e dei Sapori Trento Valsugana).

MOSCATO GIALLO “CASTEL BESENO”

Tuesday, July 27th, 2010

moscato giallo La DOC “Trentino Superiore” si è arricchita da poco di una nuova sottozona: il Moscato giallo di Castel Beseno. Il riconoscimento da parte del ministero della nuova sottozona – che si affianca a quelle denominate Bianco dei Sorni, Rosso dei Sorni, Marzemino d’Isera e Marzemino dei Ziresi – è recente (8 giugno 2010) e occorre dunque dare modo ai produttori interessati di provvedere ad iscrivere i vigneti rientranti nella sottozona all’Albo dei vigneti, gestito dalla Camera di commercio. A tal fine la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore all’agricoltura Tiziano Mellarini, ha disposto la riapertura del termine per l’iscrizione, dal 16 agosto al 31 ottobre 2010.

La sottozona Castel Beseno per il vino Moscato giallo Trentino Doc comprende circa 20 ettari all´interno di un territorio a vigneto di 440 ettari che si estende dalla “chiusa” dei Murazzi a nord e Castel Pietra a sud sul confine del comune di Volano. Dal punto di vista altimetrico si va dai 175 ai 550 metri (poco sopra l’abitato di Compet).
Oggi la coltivazione effettiva di questo vitigno in questa zona interessa solo circa 20 ettari, praticamente una nicchia; facile immaginare che tale limitata superficie, destinata ad una produzione di alta qualità, potrà però ora essere ampliata. La produzione massima di uve non dovrà superare, secondo le indicazioni del disciplinare, i 90 quintali ad ettaro, e dovrà assicurare un titolo alcolometrico volumico minimo naturale pari all’11 per cento in volume.

Prima di essere commercializzato, il Moscato giallo “Castel Beseno” deve essere sottoposto ad un invecchiamento di almeno 4 mesi, 12 mesi per i vini passito e vendemmia tardiva, per i quali è vietata qualsiasi forma di arricchimento.

A promuovere la richiesta della nuova sottozona sono state le cantine cooperative di Aldeno e Vivallis ed alcune aziende agricole. Un documento della prima metà del secolo scorso della Cantina sociale di Besenello riporta esplicitamente il nominativo Moscato giallo di Besenello per identificare l’uva conferita dai soci. Ottenuto il riconoscimento della denominazione, spetta ora ai produttori locali creare assieme le condizioni per fruire nel modo migliore del diritto del nome geografico, per fregiare un vino unico che sappia valorizzare ancor più la notorietà del suo territorio.

Sempre in tema di vini, la Giunta provinciale ha approvato stamane anche la delibera relativa alla determinazione del periodo vendemmiale per la campagna vitivinicola 2010-2011. Le operazioni di raccolta delle uve potranno iniziare il 1° agosto (si prevede che in Trentino si inizi quest’anno a vendemmiare non prima del 20 agosto) per terminare il 30 novembre 2010. Tale periodo è prorogato al 31 dicembre per le uve destinate alla preparazione di vini passiti o da vendemmia tardiva.
Per quanto riguarda le fermentazioni e le rifermentazioni, il periodo in cui possono avere luogo va dal 1° agosto al 31 dicembre 2010.

DOC 2010: DENOMINAZIONE DI ORIGINE CINEMATOGRAFICA
Intervista audio a Luca D’Angelo

Monday, June 21st, 2010

Luca D'AngeloDOC Denominazione di Origine Cinematografica, la rassegna che unisce la passione per il grande cinema con il gusto dell’enogastronomia, torna, dopo il successo della prima edizione, con un programma totalmente rinnovato: 8 nuovi luoghi, degustazioni dei grandi vini del territorio trentino, assaggi delle specialità gastronomiche e proiezioni all’aperto di otto selezionate opere cinematografiche.

Ai microfoni di WineBlog, Luca D’Angelo, curatore della rassegna, ci svela l’organizzazione, il programma e le novità dell’edizione 2010!

Buon ascolto!

Ascolta l’intervista a Luca D’Angelo (8′45” 8,02 Mb)

Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Intervista di Jessica Ceotto

Leggi il post di presentazione dell’iniziativa.

74° MOSTRA DEI VINI DEL TRENTINO
14-17 maggio 2010

Friday, May 14th, 2010

Lo spettacolo del Vino Trentino. Sul palcoscenico del Teatro Sociale vanno in scena i vini e le grappe trentine: è la Mostra Vini del Trentino che, come ogni anno, torna ad animare la città di Trento. Uno spettacolo in cui gli attori sono il vini e grappe dell’enologia locale e i registi i 56 produttori presenti: a loro il compito di spiegare – attraverso le proprie etichette, ma anche a viva voce – perché il territorio trentino è così vocato alla vite.
Ma come ogni rappresentazione che si rispetti, anche questa avrà i suoi fedeli spettatori: appassionati, addetti ai lavori o semplici curiosi che, nella quattro giorni in programma al Teatro Sociale e a Palazzo Roccabruna, vorranno esplorare e conoscere meglio il mondo di TRENTODOC, del vino e di Trentino Grappa.

Tanti gli incontri, le degustazioni, le anteprime, gli approfondimenti previsti nelle suggestive sale del Teatro Sociale. Un programma ricchissimo che fa di questa “mostra” un Festival del Vino Trentino, una kermesse ricca di spunti e motivi di interesse.

Anche a Palazzo Roccabruna – Enoteca provinciale del Trentino, altra storica sede della manifestazione, verranno proposte le stesse etichette presentate a Teatro. I visitatori potranno partecipare a degustazioni approfondite, con la possibilità di mettere a confronto vini e grappe della stessa annata e tipologia, ma di produttori diversi.

Lunedì 17 maggio sarà dedicato agli operatori del settore. Oltre alle associazioni di categoria (ristoratori, albergatori, ecc.) sarà presente una delegazione dei Jeunes Restaurateurs d’Europe e alcuni chef de “La Prova del Cuoco”. A chiusura della 74a Mostra Vini del Trentino, l’Associazione italiana Sommeliers del Trentino sceglierà il miglior sommelier della provincia di Trento.

Su il sipario, dunque.

SCARICA IL PROGRAMMA DETTAGLIATO