Posts Tagged ‘CERVIM’

IL RUOLO DELLA VITICOLTURA EROICA
Videointervista a Francois Stevenin

Friday, November 19th, 2010

A lato della consegna dei premi del Concorso internazionale dei Vini di Montagna, incontriamo Francois Stevenin, Presidente del CERVIM, Centro di Ricerche, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura Montana.

Il concorso rappresenta una delle iniziative più importanti del CERVIM: presentarlo al Merano WineFestival è stata l’occasione di diffondere ulteriormente il significato della viticoltura eroica e l’importanza che essa riveste nel mantenimento di territori difficili, caratterizzati da pendii ripidi che richiedono in prevalenza lavorazione manuale.

Intervista di Andrea Bianchi

130 MEDAGLIE CERVIM
Premiati i migliori vini eroici del 18° Concorso Internazionale

Sunday, November 7th, 2010

cervim_long2

Non può esserci contesto migliore del Merano WineFestival, l’eccellenza vinicola presentata nella città-gioiello delle Alpi, per le premiazioni del 18° Concorso Internazionale Vini di Montagna, fiore all’occhiello del Cervim, organizzato in collaborazione con l’associazione svizzera Vinea.

Così, all’Hotel Terme Merano si è rinnovato un evento nell’evento. Applausi a produttori premiati, custodi di una vitivinicoltura, quella di montagna, «di ottima qualità a fronte di impegno estremo proprio per la natura dei terreni coltivati, e che per questo presenta costi superiori», come ha sottolineato François Stevenin (nella foto), presidente Cervim, il Centro di ricerca, studi e valorizzazione per la viticoltura di montagna, in forte pendenza e delle piccole isole.
Dopo la premiazione, si sono potuti degustare i vini premiati.

Tra i 130 riconoscimenti distribuiti, abbiamo il piacere di evidenziare la Medaglia d’Argento ottenuta dal VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE D.O.C.G. MILLESIMATO DRY di Andreola, l’azienda partner di Wine Blog che per prima in Valdobbiadene sta valorizzando la componente “eroica” della propria viticoltura, caratterizzata da un’elevata ripidezza dei pendii e da un’assoluta prevalenza di lavorazione manuale.

Il sistema di premiazione prevede: la Medaglia d’Argento: attribuita ai vini che ottengono un punteggio tra 84 e 89 punti (per un massimo del 30% di quelli iscritti) ; Gran Medaglia d’Oro ai vini che hanno ottenuto un punteggio da 94,01 a 100, Medaglia d’Oro ai vini con punteggio da 89,01 a 94. Il Premio Speciale “CERVIM 2010”, attribuito all’Azienda di ogni paese che ottiene il miglior risultato su tre vini presentati, purchè abbiano raggiunto il punteggio minimo di 80 centesimi; ed infine altra novità di questa edizione il Gran Premio CERVIM 2010 al vino che ha raggiunto il miglior punteggio in assoluto.

Al termine delle 3 giornate di degustazione, svoltesi dal 1 al 3 luglio scorso presso l’Hotel Pavillon di Courmayeur (AO) su 433 vini ammessi sono stati premiati il 30%, vale a dire 130 vini così suddivisi: 2 Gran Medaglie d’Oro, 41 Medaglie d’Oro e 87 Medaglie d’Argento.
Hanno ottenuto il Premio Speciale CERVIM 2010 aziende dei seguenti paesi: Italia, Francia, Spagna, Germania, Grecia e Svizzera.

Tutti i risultati del concorso >

IL PROSECCO ANDREOLA? UN VINO “EROICO”: Medaglia d’Argento
al Gran Premio CERVIM 2010

Thursday, July 22nd, 2010

Medaglia d’Argento per il Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G. Spumante Dry Millesimato di Andreola. Questa volta però, non si tratta di una normale competizione enologica, bensì del concorso, organizzato dal CERVIM (Centro di Ricerche, Studi, Salvaguardia, Coordinamento e Valorizzazione per la Viticoltura Montana) in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Regione Autonoma Valle d’Aosta, l’AIS Valle d’Aosta e l’Associazione VINEA (Sierre-Svizzera) e con il patrocinio dell’O.I.V. (Organisation Internazionale de la Vigne et du Vin).

Il successo conseguito alla manifestazione – svoltasi dall’1 al 3 luglio scorso presso l’Hotel Pavillon di Courmayeur (AO)- rappresenta per Andreola un momento di significativa importanza poichè, per la prima volta si riconsoce al suo Prosecco una certificazione che oltre a valutarne la qualità, ne rimarca “l’eroicità” ovvero, l’essere eroico in quanto coltivato in situazioni di viticoltura montana.

Al 18° Concorso Internazionale Vini di Montagna sono infatti stati ammessi soltanto i vini prodotti da uve di vigneti che presentano difficoltà strutturali permanenti quali: altitudine superiore ai 500 m s.l.m., ad esclusione dei sistemi viticoli in altopiano; pendenze del terreno superiori al 30%; sistemi viticoli su terrazze o gradoni; viticolture delle piccole isole.

Nel complesso sono stati iscritti 447 campioni provenienti dalle differenti regioni italiane ma anche da Francia, Germania, Grecia, Portogallo, Spagna e Svizzera.

Il sistema di premiazione ha previsto la Medaglia d’Argento per i vini che ottenevano un punteggio tra 84 e 89 punti (per un massimo del 30% di quelli iscritti); Gran Medaglia d’Oro ai vini che hanno ottenuto un punteggio da 94,01 a 100, Medaglia d’Oro ai vini con punteggio da 89,01 a 94. Il Premio Speciale “CERVIM 2010”, attribuito all’Azienda di ogni paese che ottiene il miglior risultato su tre vini presentati, purchè abbiano raggiunto il punteggio minimo di 80 centesimi; ed infine altra novità di questa edizione il Gran Premio CERVIM 2010 al vino che ha raggiunto il miglior punteggio in assoluto.

Andreola che, ricordiamo, è socio CERVIM ed è stata l’unica azienda a concorrere con del Prosecco, ha partecipato con diversi prodotti che, sebbene vicinissimi al traguardo non si sono posizionati al livello del Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G. Spumante Dry Millesimato che si è invece aggiudicato la prestigiosa medaglia d’argento per la categoria Vini Spumanti (continua a leggere su Andreola.eu).

LA VITICOLTURA DI MONTAGNA
AL MERANO INTERNATIONAL WINE FESTIVAL
Intervista audio ad Helmuth Köcher

Monday, October 26th, 2009

montLa Val d’Ultimo, con i suoi 2000 metri di altitudine, si presta bene per quella tipologia di viticoltura che, grazie al dislivello ed alla pendenza delle superfici coltivabili, da origine ai cosiddetti “vini di montagna“.

In occasione del Premio Godio, tenutosi proprio in Val d’Ultimo, Gourmet’s International ha quindi organizzato, in collaborazione con il CERVIM un momento di approfondimento specificatamente dedicato alla viticoltura di montagna ed a quei vini che, lungo lo stivale dell’Italia vengono prodotti in quelle che – soprattutto in determinate condizioni  occasioni – vengono definite “eroiche” (continua a leggere ed ascolta l’intervista).