Posts Tagged ‘Liguria’

TERRA E LIBERTA’ / CRITICAL WINE
Il 13>14 novembre a Genova

Thursday, November 11th, 2010

critical-fileL’onda d’urto dei nuovi movimenti che si propaga dai territori del nostro Paese sarà avvertita e convertita in nuova forma di energia il 13-14 novembre 2010 a Genova per la VI edizione di Terra e Libertà/Critical Wine.

Il Laboratorio Sociale Buridda di Via Bertani 1 sarà l’epicentro di nuovi sismi, di nuove pratiche che riportano l’uomo alla natura e non contro-natura. Saranno presenti alcuni abitanti di Pescomaggiore (AQ) che racconteranno come attraverso forme di autoproduzione dal basso stiano uscendo dall’emergenza terremoto costruendo con le loro mani un Ecovillaggio costituito da sette abitazioni in legno e paglia totalmente autosufficienti dal punto di vista energetico, senza attendere il progetto-case del governo che avrebbe provocato l’esodo e la fine di quella comunità  http://eva.pescomaggiore.org/

Un’ altra realtà dirompente è quella della Ragnatela 50 produttori della Campania che una volta al mese “si impadroniscono “di uno spazio TAZ” (Zona Temporaneamente Autonoma) in luoghi o quartieri simbolo dove si svolge La Fiera delle Soluzioni  Immaginarie , un incontro tra i produttori e con i consumatori, la sperimentazione di un modello che  impegna entrambi al fine di eliminare i passaggi intermedi valorizzando i rapporti sociali, il piacere ed il gusto http://www.ragnatela.noblogs.org/ . Anche loro come tante altre realtà presenti contribuiranno per due giorni a scuotere “vecchie costruzioni” ormai incrinate. Ma Terra e Libertà/Critical Wine  è anche il canto della terra verso il cielo e cioè il Vino come lo definiva Luigi Veronelli e allora ecco i nostri “poeti viticoltori” quest’anno 40 da tutta Italia, che ci faranno degustare i loro prodotti unici e irripetibili e poi le birre artigianali, la cucina aperta tutto il giorno e la musica per sognare e un sacco a pelo per dormire.

Programma e info www.criticalwinegenova.org

BRASSERIA DEL CONVENTO
Festa di San Michele

Tuesday, September 28th, 2010

San-Michele-BrasserieVivi la festa alla Brasseria del Convento!
Salute, abbondanza e nuona compagnia nell’atmosfera dell’antico Convento di San Francesco, Ostello di Bagnacavallo.

L’associazione Botteghe e Mestieri in occasione della Sagra di San Michele, patron di Bagnacavallo (RA), aprirà l’osteria temporanea all’antico Convento.

L’Osteria Brasserie del Convento aperirà dal 24 al 29 settembre, all’antico convento di san Francesco alle ore 19.00 alle 24.00 e proporrà un menù di:

Zuppa di scalogno di Riolo Terme e pane nero
Cappelletti san Michele
Tagliatelle al cinghiale
Salsiccia matta e piadina
Stinco di maiale arrosto
Piatto Etnico (una proposta diversa ogni sera)
Patate fritte
Gelato alla crema con Elisir della Grand Chartreuse
Il tutto innaffiato da Birra trappista alla Spina introvabili in Italia

Domenica 26 settembre troverete inoltre in anteprima mondiale la birra alla spina di Marco Tamba, prima birra agricola Emiliano Romagnola.

Per info e prenotazioni:
Tel. 0
545 60754 – 335 1793572
info@ostellodibagnacavallo.com

NASCE IL GOLDEN GAVI
Dalla Terra al Bicchiere

Friday, July 23rd, 2010

gaviIl Gavi è un piccolo gioiello verde e oro incastonato magicamente in una delle zone maggiormente industrializzate e veloci del nostro paese al confine tra Liguria e Piemonte: pochi colli fiabeschi di boschi silenziosi e vigne, la lentezza di stradine strette e sinuose, castelli e chiese aggrappate al cielo, paesi veri e non quinte decorate per le foto cartolina dei turisti.

Il potente e misterioso Genius Loci del Gavi ha protetto questo prezioso fazzoletto di terra sana dagli attacchi del cemento e del finto progresso, manna negli anni ’80, dilemma dell’eco-sostenibilità oggi.

Ma il Gavi non è solo un luogo magicamente intonso, il Gavi è anche un vino e le sue vigne curatissime sono le uniche coltivazioni che interrompono la magica sequenza di boschi profondi e profumati. Ed è proprio l’intensa passione che la Bacca Cortese del Gavi ha stillato nelle più nobili famiglie dell’alta aristocrazia ligure di ieri, nella migliore borghesia di oggi e nelle famiglie contadine da sempre, che ha protetto nel corso dei secoli questo luogo privilegiato da ogni attacco svilente e da qualsiasi volgarità potesse contaminare la purezza della sua nobile vocazione a terra di lenta vacanza, profondo gusto e impeccabile cultura enoica: una naturale nobiltà ritrosa e orgogliosamente paga di se stessa, che forse ne ha penalizzato la conoscenza di massa anche da parte di chi vive a pochi km dal Gavi.
Il Gavi è ancora oggi per The Happy Few.

Autenticità, Onestà, Passione, Orgoglio e Dedizione sono dunque i valori attorno ai quali si ritrovano le dieci aziende vinicole, che oggi danno vita a questa iniziativa, un vero atto d’amore per la propria terra e per l’indomabile Genius Loci che la protegge, quello spiritello dorato che dorme nelle loro preziose vigne d’inverno e, dopo mille cure e infinito lavoro, torna ad indorare i loro bicchieri con il profumo garbato di un vino antico, che rifiuta i compromessi della moda, rimanendo ostinatamente fedele a se stesso e alla propria ineludibile vocazione di purezza e rispetto delle tradizioni.

Golden Gavi – Dalla Terra al Bicchiere è dunque prima di tutto un’iniziativa di informazione e divulgazione degli infiniti piaceri che questo piccolo fazzoletto di terra può offrire a chiunque ami la migliore enogastronomia e la nobile e lenta cultura del luogo.
Un invito cortese alla riscoperta del Gavi, delle sue migliori famiglie, della bellezza e sincerità delle sue tradizioni.

E chi visiterà le cantine e le vigne di queste 10 aziende del Golden Gavi assaporerà il piacere di un vino, che è prima di tutto il sangue centenario di una solida cultura del gusto e della natura, in un ideale percorso d’arte e sapori antichi filtrato dalle esperienze personali di queste 10 famiglie che, nonostante le diversità, si sono unite in nome di un amore comune e disinteressato: il Gavi, uno stile di vita, prima ancora che esistesse un termine per definirlo.

Clicca qui per scaricare la descrizione delle 10 aziende del Gavi.

Tratto da “Le Vie del Gavi “
Autori: Maurizio Fava, Gigi Gallareto
Slow Food Editore 1998