Posts Tagged ‘Touring Editore’

ECCELLENZE ALTOATESINE NELLA GUIDA “VINI BUONI D’ITALIA”

Tuesday, November 9th, 2010

vini_buoni

Presentata al Puccini la nuova edizione curata da Mario Busso e Luigi Cremona.
Per l’Alto Adige dieci “Vini Coronati” e menzione per la Grigia Alpina.

Nell’ambito del 19° Merano WineFestival, il teatro Puccini ha ospitato – come da qualche anno a questa parte – la presentazione di “ViniBuoni d’Italia”, guida ai vini da vitigni autoctoni edita da Touring Editore. Il manuale firmato da Mario Busso e Luigi Cremona si ispira alla tradizione enologica italiana e mira a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità. L’opera dà un segnale preciso ai consumatori e al mercato che apprezza sempre più i livelli qualitativi e il rapporto qualità-prezzo che i vini autoctoni sanno esprimere.

Alla selezione che ha portato alle scelte finali hanno lavorato, a livello locale, 21 commissioni regionali di degustazione guidate da esperti sommelier e giornalisti di settore, che per un intero anno si sono impegnati nella valutazione di 25.000 vini, fino a selezionare 1.090 cantine e oltre 4.000 etichette degne di comparire nella guida.

Fra i 247 “Vini Coronati” (massima classificazione), ovvero il massimo titolo assegnato dalla guida, compaiono 10 altoatesini:

  • DOC Gewürztraminer Flora 2009 (Girlan)
  • DOC Gewürztraminer Lunare 2008 (Cantina Terlano)
  • DOC Gewürztraminer Nussbaumer 2009 (Tramin)
  • DOC Gewürztraminer Passito Juvelo 2009 (Cantina Andriano)
  • DOC Lagrein Riserva 2007 (Malojer-Gummerhof)
  • DOC Lagrein Riserva Castel Ringberg 2006 (Elena Walch)
  • DOC Moscato Giallo Passito Sissi 2008 (Cantina Vini Merano)
  • DOC Santa Maddalena 2009 (Tenuta Waldgries)
  • DOC Santa Maddalena Classico Huck am Bach 2009 (Cantina Produttori Bolzano)
  • DOC Santa Maddalena Morit 2009 (Loacker)

Altre nove etichette di cantine sudtirolesi figurano tra i 217 “Vini Golden Star” (seconda classificazione):

  • DOC Gewürztraminer Atisis Cornell (Colterenzio)
  • DOC Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Linticlarus 2008 (Tiefenbrunner)
  • DOC Lagrein Grand Lareyn Riserva 2007 (Loacker)
  • DOC Lagrein Gries Riserva 2007 (Cantina Terlano)
  • DOC Lagrein Riserva 2007 (Mayr Josephus-Maso Unterganzner)
  • DOC St. Magdalener Classico Premstallerhof 2009 (Rottensteiner Hans)
  • DOC St. Magdalener Perlhof 2009 (Cantina Ritterhof)
  • DOC Schiava Gschleier 2008 (Girlan)
  • DOC Eisacktaler Gewürztraminer Aristos 2009 (Cantina Valle Isarco)

La guida evidenzia inoltre il legame con il territorio in termini di gastronomia. Per l’Alto Adige, un capitolo è dedicato alla razza Grigia Alpina: “LaugenRind” è un marchio esclusivo di carni pregiate di alta qualità a produzione limitata. I vitelloni e i vitelli sono allevati nei masi di Alta Val di Non, Val d’Ultimo e Val Venosta secondo criteri etologici. I vitelli si nutrono esclusivamente di latte materno.

Per maggiori informazioni:
Gourmet’s International
via B. Johannes-Str. 9, 39012 Meran/o (BZ)
Tel. +39 0473 210011 – Fax +39 0473 233720
press@gourmetsi.com

LA GRANDE FINALE PUBBLICA
DI VINIBUONI D’ITALIA
Benevento, 28 – 30 luglio

Monday, July 19th, 2010

image003

Ispirata alla tradizione enologica italiana e volta a valorizzare le radici locali, il territorio e la tipicità, la guida Vinibuoni d’Italia pubblicata da Touring Editore giunge alla sua ottava edizione, dando un segnale preciso ai consumatori e al mercato (italiano ed estero), che apprezza sempre di più i livelli qualitativi ed il rapporto qualità prezzo che i vini da vitigni autoctoni esprimono.

Alla base del successo della guida l’accurata selezione dei vini, ma soprattutto l’aver focalizzato le degustazioni esclusivamente sui vini da vitigni autoctoni della Penisola, ovvero su quei vini che rappresentano il vero made in Italy del patrimonio enologico nazionale e che hanno un più forte legame con il territorio di origine.

La guida è unica, nel panorama italiano, per molti aspetti: è la sola dedicata agli autoctoni, cioè a vini prodotti al 100% da vitigni con una storia di oltre 300 anni, e si basa su un processo di selezione eccezionale per impegno e per trasparenza, visto che l’attribuzione dei massimi riconoscimenti, la Corona e la Golden Star, da anni sono effettuate pubblicamente.

Infatti per la selezione finale che porterà all’assegnazione di questi prestigiosi riconoscimenti verranno organizzati  straordinari momenti di partecipazione dei produttori vinicoli, dei media e degli amanti del vino.

Gli eventi avranno il loro momento clou  a Benevento con una manifestazione nazionale.

Fatto unico nel mondo delle guide è che la grande kermesse finale sarà pubblica e chiunque potrà seguire il corretto svolgimento del lavoro della giuria composta dai due curatori, Mario Busso e Luigi Cremona, e dai 25 coordinatori regionali di territorio.

Considerato che in totale – a livello nazionale – concorreranno circa 500 vini consacrati al top dell’eccellenza italiana, essendo frutto delle selezioni operate su circa 20 mila vini degustati, la finale è uno straordinario evento di portata nazionale.

Il grande botto sarà dunque a Benevento, da mercoledì 28 luglio a venerdì 30 luglio, presso il Grand Hotel Villa Traiano per selezionare le aziende che otterranno la Corona e la Golden Star.

Gli attori pubblici che rendono possibile questa straordinaria manifestazione sono la Camera di Commercio di Benevento e la Provincia di Benevento, la Regione Campania con il Patrocinio del Comune di Sant’Agata dei Goti ma soprattutto di Guardia Sanframondi, caratteristica cittadina antica con vista imprendibile su un mare di vigneti, dove si terrà l’evento conclusivo in cui saranno presenti le massime autorità delle Istituzioni patrocinanti.

La scelta di Benevento per la grande finale non è casuale. La Provincia di Benevento  costituisce da sola circa il 40 % del totale della produzione regionale certificata.

Circa 12.000 gli ettari vitati, quasi 8000 aziende viticole, più di 60 aziende imbottigliatrici per oltre 1.000.000 ettolitri di vino prodotti ogni anno, 6 denominazioni di origine e 2 indicazioni geografiche per più di 60 tipologie di vini…

Sono questi i numeri che contraddistinguono il Beneventano e che gli assegnano la leadership nel comparto vitivinicolo della Campania.

Una tradizione vitivinicola antica e radicata, poichè oltre all’Ager Falernum, era proprio questa la zona prediletta dai Romani quando desideravano bere e commerciare del buon vino.

Inoltre, sulle strade del vino, insieme alle eccellenze enoiche si trovano anche le sorprese di una gastronomia dettata dalla ricchezza delle risorse dell’area.

Nel corso della stessa settimana dell’evento, i migliori ristoranti del beneventano proporranno un “Menu Vinibuoni d’Italia” ovvero ideeranno una serie di piatti a forte contenuto di ingredienti eccellenti prodotti in zona, abbinati alle etichette di vino autoctone e offerti ad un prezzo particolare. Tutti i giornalisti, sia i curatori della guida, sia ospiti, avranno l’opportunità di degustare ogni sera queste proposte in alcuni dei ristoranti del circuito.

A Guardia Sanframondi la giornata di venerdì 30 luglio sarà una giornata da ricordare: tutti i giornalisti visiteranno i vigneti e la cantina della Guardiense, con i suoi oltre mille soci, la più grande cantina sociale della Campania e una delle più grandi d’Italia mentre nel tardo pomeriggio sia la stampa sia gli appassionati potranno spostarsi sulla spettacolare Terrazza del Castello di Guardia, dove verranno allestiti numerosi banchi degustazione sia con le migliori aziende dell’enoagroalimentare – vini e prodotti tipici del paniere della provincia di Benevento – sia con le etichette di tutta Italia valutate finaliste in guida.

Un’occasione unica per tutti gli appassionati e operatori interessati per poter assaggiare e conoscere i migliori vini autoctoni d’Italia, posti in degustazione libera.

Evento nell’evento – verrà organizzato uno showcooking a cura dei migliori chef del territorio selezionati da Luigi Cremona, curatore da molti anni oltre che della guida Vinibuoni anche della Guida Alberghi e Ristoranti di Touring Editore.