Posts Tagged ‘Wein Burgenland’

VENDEMMIATO L’EISWEIN IN AUSTRIA
Il gelo fa bene ai Passiti del Burgenland

Tuesday, December 22nd, 2009

Fonte: Vini dell'Austria websiteIl freddo polare arrivato dalla Russia, oltre a numerosi disagi, ha prodotto effetti benefici per l’Eiswein di Franz Heiss.

Nella Regione austriaca del Burgenland, al confine con l’Ungheria, nella notte tra il 19 al 20 dicembre la temperatura si è abbassata a – 9° C dando così inizio al tanto desiderato momento della vendemmia delle uve ghiacciate. I produttori del consorzio Wein Burgenland, Franz Heiss di Illmitz, Elfenhof di Rust, H&C Nittnaus di Gols, Alfred Fischer di Stöttera e Manfred Weiss di Apetlon si sono quindi preparati con entusiasmo per andare in vigna alle 3 di notte.

La vendemmia è solitamente legata ai caldi colori dell’autunno: il rosso, il giallo e l’arancione. Per l’Eiswein invece, la sinfonia cromatica cede il passo al buio assoluto, un’oscurità solo debolmente illuminata dai fari dei trattori e delle auto che aspettano in fondo ai filari.

184E’ quindi il freddo tanto atteso a dare inizio ai lavori: a -9°C, gli acini, meticolosamente curati durante l’anno, iniziano a gelare dal loro interno creando non un blocco di ghiaccio omogeneo, ma una granita finissima il cui raffinato sapore persiste anche nel prodotto finale.
Quando gli acini sono quindi gelati al punto giusto, ha inizio la vendemmia che si compie di notte proprio per garantire il mantenimento delle temperature e per permettere una soffice pressatura nelle prime ore dell’alba.

Quest’anno la temperatura si è abbassata quasi troppo”, afferma Franz Heiss di Illmitz. “i – 9°C hanno sì permesso una maggiore concentrazione del mosto che ha raggiunto i 34° babo, ma la condizione ideale sarebbe data dai – 7°C che permettono di ottenere vini leggermente più fini e variegati nella loro aromaticità. Il 2009 rappresenta comunque un’annata fortunata visto che l’attuale gelata è stata preceduta da un autunno caldo e secco che ha ridotto la formazione della botrite. Questo connubio di fattori crea infatti una condizione favorevole per l’Eiswein che deve distinguersi dal BA e TBA per una maggiore eleganza”.

In Austria dove non è permesso gelare l’uva nelle celle frigorifere l’Eiswein viene quindi vissuto come un regalo della natura; un regalo che non viene concesso in tutte le annate. Per questo motivo i produttori sono “obbligati” ad accettare le condizioni meteorologiche e a realizzare un vino che rispetti e rispecchi i ritmi della natura.

Chi volesse conoscere l’Eiswein di Franz Heiss è invitato a partecipare alla manifestazione “Gusto in Scena che avrà luogo a Venezia dall’1 al 3 marzo 2010. All’evento saranno presenti altri 14 produttori di Vini dell’Austria per presentare una gamma completa di vini bianchi, rossi e dolci.

Per maggiori informazioni:
Vini dell’Austria
Cultura da Assaporare

Christian Bauer
Via Agadir 8a
I-20097 San Donato Mil. (MI)
Tel. +39 347 7924413
cb_com@tiscali.it